VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 30 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




18/04/2016 - Vercelli Città - Mondi Vitali

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO, IL SINDACO SCEGLIE GABRI: QUELLO GIUSTO - Il Comune di Vercelli nomina nell'Organo di Indirizzo Gabriele Gastaldi - Sfuma l'ambizione di Gabriele Bagnasco di arrivare alla Presidenza

Da sempre uno dei luoghi simbolo della città che conta



FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO, IL SINDACO SCEGLIE GABRI: QUELLO GIUSTO - Il Comune di Vercelli nomina nell'Organo di Indirizzo Gabriele Gastaldi - Sfuma l'ambizione di Gabriele Bagnasco di arrivare alla Presidenza
Gabriele Gastaldi e Sara Busca

Per il posto alla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, il Sindaco sceglie Gabri.

Quello giusto.

Ma andiamo con ordine.

***

 

Da sempre uno dei luoghi simbolo della città che conta, il posto nell’ Organo di indirizzo di Via Monte di Pietà è oggetto del desiderio tanto di chi ne fa parte, quanto dell'impegno di chi, da fuori, regola il traffico.


Traffico che, da almeno trent’anni si incolonna lungo la stessa Via, prendendo però le mosse poco più oltre, dallo Studio Legale Casalini.

Luogo dove le dinamiche del potere locale hanno tradizionalmente trovato composizione e compensazione, ma soprattutto e prima, intelligente comprensione della realtà e dei suoi processi.


Per almeno un ventennio la lungimiranza e l’autorevolezza dell’Avvocato Dario Casalini sono stati il “segreto trasparente” che ha  permesso di risolvere, nella riservatezza, ma senza che nulla dovesse essere nascosto o fosse inconfessabile, i problemi di una intera classe dirigente e – per traslazione – della città.


Da noi, qui, nella nostra realtà, è successo questo.


Si potrà discutere, potrà essere un fatto da consegnarsi all’esame degli studiosi di storia locale, oppure potrà essere messo in archivio tra le cose curiose e comunque peculiari di un’epoca.

Ma questo è successo.


Anche l’assegnazione dei posti in quello che potrebbe essere chiamato, in sedicesimo,  il nostro “salotto buono” è dunque sempre stata lo specchio di ciò che stesse accadendo e nulla comunque accadeva che non fosse espressione della filiera originata da Via Monte di Pietà (Studio).


Abbiamo e non da oggi riconosciuto – la cronaca talvolta si fa già Storia – che quel fenomeno,

 

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=31671

 

l’azione di un centro di potere parallelo, pervasivo delle Istituzioni senza esserne invasivo, legittimato da una intelligenza a memoria nostra mai vista prima né dopo all’opera, riconosciuto perché autorevole senza che nulla ne lasciasse intuire derive autoritarie né opache, fu nella sua originalità, positivo e fecondo per Vercelli.

Un fenomeno che ebbe un solo – inevitabile – limite.

Quello di esaurirsi senza lasciare eredi.

Perché la caducità della nostra condizione umana fece sì che – prima – con la lunga infermità del protagonista, poi con la sua scomparsa, si creasse un vuoto che lasciò molti disorientati e comunque senza riferimenti autorevoli, per non dire senza guida, coloro che più di altri avevano bisogno di quel personale conforto morale.

Non fu – l’osservazione è persino banale – un periodo facile.

Gli ultimi tempi delle Amministrazioni guidate dal Sindaco (senza più guida) Andrea Corsaro diedero l’impressione di razzolare come quelle galline che ancora qualche passo lo fanno, anche quando già è stata loro tagliata la testa.

 

***

 

Ma a doversi riorganizzare fu tutto un mondo, anzi più “mondi vitali” della città.

Ciò che ha lasciato presto il posto alla disillusione è stata l’illusione di potere replicare in qualche modo il copione, facendo “come se”.

 

Sicchè la corsa all’eredità ha visto in campo aspiranti senza possibilità di “essere”, ma solo di “emulare”.


Senza identià comparabile, ancorchè con ambizioni talvolta non minori.

 

***

 

La pretesa di qualcuno di quei “mondi vitali”  dall’orfananza non ancora del tutto elaborata, di collocare – simbolo, con il "gemello diverso" Andrea Corsaro del dittico reciprocamente complementare per vent’anni rappresentativo delle seconde file nei salotti e salottini – Gabriele Bagnasco nell’Organo di Indirizzo della Fondazione sconta così una irrimediabile inadeguatezza nella diagnosi della realtà con le dinamiche che la caratterizzano.

 

Tanto più se – come pare proprio – fosse nelle intenzioni della persona, certamente non conscia del

proprio limite, entrare in Fondazione per assumerne, di lì a poco, la Presidenza.

 

***

 

Il Sindaco pare dunque abbia scelto di “voltare pagina” riconoscendo come un’epoca sia chiusa.

 

Un’altra se ne apre, nella quale il modello Via Monte di Pietà non potrà essere replicato.

 

Nè vi è localizzazione toponomastica alternativa.

 

C’è  - al suo posto - la difficile  ed esigente ricerca quotidiana di un dialogo – in prima persona – tra i protagonisti delle Istituzioni, senza altra mediazione se non quella della loro “propria” intelligenza.

 

Una strada più difficile e meno rassicurante, di quando c’era “lui”, cui presentare i problemi di più complessa risoluzione.

 

Ma una prospettiva ineludibile.

 

Come si dice oggi, si deve necessariamente evolvere, nelle relazioni tra gli attori nelle istituzioni, dal modello a piramide e dal suo irripetibile vertice, a quello ordinato a “rete”, con le sue molte maglie, identità, individualità, impegnate e conoscersi e riconoscersi, a confrontarsi quotidianamente, insomma a crescere e contribuire alla crescita della città e di tutti.

 

Sicchè – in questa prospettiva di rigenerazione possibile, dall’uno al molteplice – il cambio di passo, generazione, ambienti (senza peraltro che si perda di vista anche un riguardo opportuno alla tradizione) la scelta di Gabriele Gastaldi in luogo di Gabriele Bagnasco può dirsi appunto la scelta del “Gabri” giusto.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it