VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 1 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




22/03/2017 - Vercelli - Economia

FIAMME GIALLE, UN ANNO DI LAVORO AL SERVIZIO DELLA LEGALITA' - Polizia Economico Finanziaria - Vigilianza sulla spesa pubblica - Repressione frodi fiscali - Senza dimenticare il sempre prezioso servizio di Soccorso Alpino

Nel corso del 2016 il bilancio delle attività operative concluse dalla Guardia di Finanza della Provincia di Vercelli, sottolinea l’azione fondamentale del Corpo nel ruolo preminente di Polizia Economico-Finanziaria a contrasto dei fenomeni di evasione fiscale più diffusi






FIAMME GIALLE, UN ANNO DI LAVORO AL SERVIZIO DELLA LEGALITA'  - Polizia Economico  Finanziaria - Vigilianza sulla spesa pubblica - Repressione frodi fiscali - Senza dimenticare il sempre prezioso servizio di Soccorso Alpino
Da Google Maps

Nel corso del 2016 il bilancio delle attività operative concluse dalla Guardia di Finanza della Provincia di Vercelli, sottolinea l’azione fondamentale del Corpo nel ruolo preminente di Polizia Economico-Finanziaria a contrasto dei fenomeni di evasione fiscale più diffusi, operando in linea con quanto stabilito dall’Autorità di Governo, al fine di assicurare la massima efficacia per la tutela dell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti.

In particolare:

 

Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa

La lotta all’evasione fiscale, condotta con l’effettuazione di verifiche e controlli nei confronti di 238 imprese e contribuenti individuati tramite un’attività di intelligence, il controllo economico del territorio e l’incrocio di dati derivanti dall’utilizzo delle molteplici banche dati in uso al Corpo.

 

Durante le predette attività ispettive sono state scoperte 35 imprese sconosciute al fisco (cd. “evasori totali”) che hanno occultato redditi ed evaso l’I.V.A.

 

I denunciati per reati fiscali sono stati 58 principalmente per non aver presentato la dichiarazione annuale dei redditi, per aver occultato o distrutto la documentazione contabile e per l’emissione o utilizzo di fatture false. E’ stato eseguito, inoltre, 1 arresto per associazione a delinquere finalizzato alla frode fiscale.

Nel settore delle accise sono state verbalizzate 17 persone e sequestrata una cisterna con oltre 3.3 tonnellate di olio minerale agevolato, nei confronti di un’azienda sprovvista della licenza di esercizio e del certificato di prevenzione incendio.

La sistematica aggressione ai patrimoni degli evasori ha portato al sequestro di beni per 1.7 milioni di euro al fine di soddisfare il credito dell’erario. L’adesione integrale dei contribuenti ai verbali di constatazione elevati dai reparti del Corpo vercellesi ha consentito la ripresa a tassazione di materia imponibile per svariate centinaia di migliaia euro.

Sono stati eseguiti 974 controlli sul rilascio di scontrini e ricevute fiscali, con una percentuale di irregolarità del 12%.

Per quanto attiene al lavoro sommerso, sono stati individuati 13 lavoratori “in nero” e 4 irregolarmente assunti.

 

 

Vigilanza sulla Spesa Pubblica

 

Nell’azione di contrasto alle frodi riguardanti risorse nazionali e comunitarie hanno condotto alla scoperta di frodi agli Enti previdenziali ed assistenziali, riguardanti erogazioni per assegni sociali o concernenti pensioni fraudolentemente incassate a nome di persone decedute per l’importo complessivo di oltre 162 mila  euro e la segnalazione di 19 persone.

In particolare l'attività ispettiva eseguita nei comparti:

 

  • delle cd. "prestazioni sociali agevolate" ha dato modo di smascherare 6 falsi poveri, soggetti che hanno irregolarmente ottenuto circa 3.350 euro in aiuti economici e servizi sociali, erogati da Enti pubblici in ragione della loro dichiarata situazione di precarietà;

     

  • del ticket sanitario ha consentito di individuare un danno alle risorse pubbliche per 5.400 euro e sanzionare amministrativamente 9 responsabili;

 

  • della spesa previdenziale ha consentito scoprire un danno agli enti previdenziali di oltre 153.000 euro e segnalare 4 responsabili.

 

In materia di controlli a tutela della spesa sanitaria, volto a preservare l’integrità delle risorse pubbliche, sono stati verbalizzati 7 soggetti, conclusi con l’accertamento di danni all’Erario per circa 2.6 milioni di euro.

Le investigazioni che hanno riguardato i reati contro la Pubblica Amministrazione (abuso di ufficio, pubbliche forniture) caratterizzati dalle condotte illecite che causano sia lo sviamento delle risorse pubbliche dalla finalità cui sono destinate sia la distorsione del regolare andamento dell’azione amministrativa, hanno permesso di denunciare 4 persone.

 

 

Aggressione agli interessi economico-patrimoniali della criminalità organizzata ed al riciclaggio.

 

È stata particolarmente intensa l’attività volta a tutelare il sistema economico dalle infiltrazioni criminali e dai patrimoni illeciti, che minacciano il regolare ed ordinato funzionamento dei mercati e della concorrenza.

La strategia investigativa adottata per individuare i profitti illeciti, ricostruirne i flussi ed individuare i reali beneficiari, si sviluppa con l’approfondimento di segnalazioni di operazioni sospette, ispezioni antiriciclaggio ed il sistematico ricorso alle indagini patrimoniali, al fine di sequestrare e confiscare i proventi ed i beni che derivano da attività delittuose.

Gli accertamenti patrimoniali, a carico di n.12 soggetti, hanno consentito di avanzare all’Autorità Giudiziaria proposte di sequestro per circa 1.6 milioni di euro. 

Le investigazioni condotte a tutela del mercato dei capitali hanno permesso di ottenere i seguenti risultati:

  • la denuncia di nr. 3 persone per riciclaggio, per un controvalore dei beni oggetto di riciclaggio pari a 832 mila euro;

  • 20 persone denunciate per reati societari, fallimentari, bancari e finanziari

 

Anche il contrasto alla produzione ed al commercio di prodotti recanti marchi contraffatti oppure non rispondenti ai requisiti di sicurezza previsti dagli standard comunitari costituisce un importante fattore di tutela dei cittadini, dei consumatori e degli operatori economici onesti. In tale ambito sono stati effettuati 6 interventi, denunciato nr. 1 responsabile e sequestrati circa 90.000 prodotti non sicuri o contraffatti.

 

Controllo economico del territorio e concorso alla sicurezza e all’ordine pubblico

 

Nel corso del 2016, a seguito di specifiche direttive emanate dal Comando Generale della Guardia di Finanza, volte ad assicurare una più diffusa e mirata presenza del Corpo sul territorio, sia in chiava preventiva che repressiva, è stato predisposto anche nella provincia di Vercelli un articolato “Dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti”.

Oltre al concorso con le altre Forze di Polizia nei servizi in materia di sicurezza pubblica, le pattuglie “117” della Guardia di Finanza vercellesi hanno eseguito il controllo economico del territorio effettuando riscontri su 900 autoveicoli ed identificando oltre 1200 persone.

 

Soccorso Alpino (S.A.G.F.)

 

Rilevante l’attività della Stazione di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Riva Valdobbia. Nella trascorsa annualità, nelle montagne vercellesi, sono state soccorse nonchè tratte in salvo 75 persone e recuperate 4 persone decedute in 41 distinti inte
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it