VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 8 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



17/12/2014 - Novara - Cronaca

ESCLUSIVO, IL MASTER PLAN DEL NUOVO OSPEDALE DI NOVARA - Investimenti che daranno lavoro ad una generazione - A Novara costruivano il futuro - I politici vercellesi sprecavano in Terre d’Acqua e parchi acquatici, ingozzandosi di ostriche

E c’è qualche Yuppie che pensa di cancellare tutto e portare questa realizzazione a Casalino





ESCLUSIVO, IL MASTER PLAN DEL NUOVO OSPEDALE DI NOVARA - Investimenti che daranno lavoro ad una generazione - A Novara costruivano il futuro - I politici vercellesi sprecavano in Terre d’Acqua e parchi acquatici, ingozzandosi di ostriche

Nei giorni scorsi avevamo preannunciato la possibilità di pubblicare integralmente il progetto del nuovo Ospedale – Città della Salute – di Novara.

Guarda anche:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=VERCELLI_-_&id=60008&id_localita=2

Perché è importante avere sotto gli occhi questo documento di 135 pagine? (che pubblichiamo per ora in estratto, in jpg con le immagini allegate nella gallery a fondo pagina; in giornata integrale in pdf allegato al presente articolo: essendo un file molto pesante è in corso una elaborazione utile all'inserimento. Ma già i documenti in jpg sono molto eloquenti).

E' importante per alcuni motivi, già tratteggiati nel precedente servizio, ma che sono certamente più evidenti avendo – nero su bianco – le tavole di questo ambizioso progetto.

Progetto che è già in fase esecutiva.

Ha già ottenuto il finanziamento da parte del Ministero della Salute (quindi non sarà realizzato con fondi della Regione, che tra l’altro di soldi non ne ha).

Alcune modeste osservazioni.

E’ collocato in una parte periferica di Novara, la Zona della “Bicocca”.

Prevede la realizzazione di nuovi edifici su una superficie complessiva di 32 ettari.

Abbiamo capito bene: l’area del nuovo Ospedale è di 320.000 metri quadri.

Gli edifici coperti occuperanno una superficie di 14 ettari per un volume di oltre 400.000 metri cubi.

I programmi correlati di riqualificazione urbana (recupero sede attuale dell’Ospedale e di altri edifici accessori come ad esempio e tra gli altri l’ex Macello) prevedono, insieme all’investimento principale, impegni finanziari per molte decine di milioni di euro, che mobiliteranno un indotto epocale.

Il progetto, del resto, la cui stesura si è iniziata nel 2008, è già costato circa un milione di euro.

Quali siano le strategie e gli elementi di quello che potremmo tranquillamente chiare come il "business plan" (così comprendono meglio AncheGliYuppiesAllegriImprovvisatori) è detto chiaramente a pagina 11 del documento, che presenta il bacino d'utenza servito esteso alle "province di Vercelli, Novara, Biella e Vco" per un totale di circa 850 mila abitanti.

Un lavoro ciclopico e decisivo per il futuro di Novara e non solo per gli investimenti finanziari.

Come se fosse concepito secondo la teoria generale dell'occupazione di John Maynard Keynes, sarà uno storico intervento pubblico capace di generare lavoro e occupazione per una generazione.

E' chiaro che un risultato del genere è stato costruito con il concorso di convergenti energie intellettuali e politiche.

Sicuramente bipartisan.

Che a Novara hanno saputo concepire un plausibile disegno di sviluppo negli anni in cui, invece, a Vercelli ci si baloccava con risoteche e musei della scherma idonei a guadagnarsi il plauso al Circolo del Tennis.

Si sprecavano milioni per tenere acceso un macilento forno di incenerimento.

Si consumava la vergogna degli sprechi di Terre d'acqua; i Consiglieri regionali si ingegnavano a come ingozzarsi di ostriche mettendo il conto a carico del contribuente,  oppure propiziavano realizzazioni di dubbia o nessuna utilità come caricature di parchi acquatici confinanti con risaie e villette.

Per tacere di una opposizione inefficace, quando non consociativa.

Ora qualcuno “pensa”: potremmo trasferire questa realizzazione a Casalino.

Così sarebbe a metà strada tra Vercelli e Novara e potremmo tranquillamente sacrificare l’Ospedale S.Andrea di Vercelli.

Chi parla così si espone al ridicolo.

Ma se qualcuno gli crede è libero di farlo.

L’importante è che le persone ragionevoli non si lascino abbindolare da una siffatta fumisteria, distraendosi – in nome di una possibilità irrealistica – dalla necessità di fare tutto ciò che è possibile per salvare il nostro Ospedale.

Anche perché – come si vede chiaramente dalle tavole – una nuova struttura così imponente non potrà che essere realizzata in almeno due lustri.

Nel frattempo?

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ 

 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it