VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




25/07/2016 - Vercelli Città - Enti Locali

DOPO LE PISCINE TOCCA ALLE BICICLETTE - Anche il servizio di Biciincittà non si sa quando potrà riprendere - Dicono che lo daranno ad Atap - Ma intanto stanno ammazzando Atap: boh -

Risultato: non c’è uno straccio di previsione logica su una data anche solo approssimativa nella quale il servizio delle bici in città potrà riprendere



DOPO LE PISCINE TOCCA ALLE BICICLETTE - Anche il servizio di Biciincittà non si sa quando potrà riprendere - Dicono che lo daranno ad Atap - Ma intanto stanno ammazzando Atap: boh -
Stalli vuoti sine die

Sulle piscine siamo andati così così, ma adesso vedrete.

 

Tra le deleghe conferite all’Assessore Carlo Nulli Rosso c’è anche quella alle biciclette.

 

O meglio ai trasporti e di sicuro a proposito di velocipedi sarà tutta un’altra cosa.

 

Stamane conferenza stampa a Palazzo Civico per dire come stia andando il servizio di marcatura con una apposita targa delle biciclette di privati.

 

Sta andando abbastanza bene, se è vero che si sono registrati oltre 600 utenti in pochi mesi: utile nel caso in cui ti rubino la bici.

 

Poi, da qui a breve, si potrà anche presentare denuncia – in caso di furto – on line, con un format che permette anche lo scambio di dati tra Forze dell’Ordine.

 

E fin qui tutto bene.

 

D’obbligo però la domanda relativa al settore “contiguo” che riguarda il servizio ‘bicincittà’ cioè la modalità che chiameremmo ‘bike sharing’ di avvalersi delle due ruote comunali per spostarsi di qua e di là.


 

che forse, se ricordiamo bene, in tempi passati era anche stato ribattezzato con neologismi singolari come (ripetiamo, se la memoria non ci inganna) girinbiccio o qualche altra cosa del genere.

 

Ebbene, da tempo gli stalli sono vuoti.

 

Il servizio di fatto sospeso.

 

Non ci sono più biciclette e quelle che c’erano erano tutte rotte, quindi meglio toglierle di mezzo prima che qualcuno si facesse male.

 

Ora ci vorrebbero delle idee perché il servizio fosse ripristinato.

 

Magari secondo una modalità che permetta, con un solo pagamento, di acquistare titoli di accesso alla bici piuttosto che al bus urbano.

Insomma, una cosa intelligente.

 

Uno – ad esempio – arriva alla Stazione Fs, da fuori.

 

Qui può decidere se prendere la bici o l’autobus.

 

Per tornare idem.

 

Tutto con un solo tesserino.

 

Non male.

 

Senonchè è tutto di là da venire perché – dice qualcuno – da soli il servizio non riusciamo a farlo.

 

E si vede, infatti le bici non ci sono.

 

Per farlo come si deve abbiamo bisogno di un privato che metta il lavoro.

 

Ed ecco bell’ e pronto Atap spa, che fino ad ora si è occupata di pullman, ma ora che la stanno facendo morire, piuttosto di niente si occuperebbe anche delle biciclette.

 

Senonchè non si sa quando queste cose potranno succedere.

Perché ad Atap non ne sanno niente.

 

Non una delibera, non una proposta, non un preventivo.

 

Neanche una mail.

 

Quale Atap, poi?

 

Perché bisogna sapere che la volontà distruttiva dei due Presidenti di Provincia (Vercelli e Biella) ha incominciato a manifestarsi con l’azzeramento del vecchio CdA e la nomina del nuovo.

 

Manovra tutta organizzata dal Pd biellese di cui è magna pars tal Emanuele Ramella Pralungo che verso fine maggio ha coordinato l’assalto alla diligenza (o meglio alla corriera).

 

A quell’ assemblea, forse per non disturbare i compagni biellesi, non ha partecipato nessuno per il Comune di Vercelli, sicchè è andata come doveva andare.

 

Nuovo Presidente in sostituzione di Maurizio Barbera è Rinaldo Chiola.

 

Ma soprattutto le due Provincie (Biella e Vercelli) vogliono vendere tutta l’azienda.

 

E qui si vedrà che orientamento manifesteranno i Comuni di Vercelli e di Biella.

 

Resiste Barbera asserragliato (ma forse domani sarà tardi) in Atap Gold, la società a socio unico costituita proprio per operazioni di mercato mirate e non necessariamente legate al trasporto pubblico locale, come appunto potrebbe essere quella delle biciclette in città, dopo che una buona prova la sta già dando il servizio di riscossione dei parchimetri.

 

Ma, come abbiamo detto, per ora è tutto nel vago.

 

Risultato: non c’è uno straccio di previsione logica su una data anche solo approssimativa nella quale il servizio delle bici in città potrà riprendere.

 

 

E se non potrà contare su Atap, la pedalata dell’Assessore sarà tutta in salita.

 

Perché di altre idee pare proprio non ce ne siano.

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:

http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 

https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:

https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it