VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




03/08/2010 - Valsesia e Valsessera - Economia

DIGA SUL SESSERA - Per Confagricoltura non si deve dimenticare che il bene acqua non è illimitato

Il Presidente dell’Unione Agricoltori di Vercelli e Biella, Paolo Carrà, interviene nella polemica sul nuovo invaso. Non si dimentichi che la sommersione delle riaie per lunghi periodi dell’anno reintegra la falda.



DIGA SUL SESSERA - Per Confagricoltura non si deve dimenticare che il bene acqua non è illimitato
Paolo Carrà

Gli  articoli giornalistici di questi giorni e l’interrogazione presentata in Regione Piemonte dal Consigliere  Ronzani circa il progetto di costruzione di una diga sul torrente Sessera in sostituzione di quella già esistente, spingono Confagricoltura Vercelli – Biella ad intervenire per cercare di riportare il tutto ad un serio e reciproco dibattito.



Secondo Confagricoltura Vercelli e Biella, qualunque giudizio serio sulla opportunità di questa opera, non può prescindere dall’esame di alcuni punti fermi:


a)     lo studio tecnico predisposto dalla Commissione Tecnica voluta dalla Regione Piemonte e reso noto nel luglio 2009 ha evidenziato un deficit idrico per il territorio del bacino idrografico del Sesia di circa 150 milioni di mc;


b)    le modificazioni del clima, che vedono ormai da anni un continuo alternarsi tra periodi siccitosi e periodi di violente precipitazioni unitamente alla progressiva riduzione dei ghiacciai, devono far riflettere sulla crisi idrica futura, sia per quanto riguarda l’uso potabile, che per quello agricolo che per quello industriale;


c)     Uno studio del 2008 ha dimostrato che la sommersione delle risaie ricarica la falda freatica e mette a regime la connessione idraulica tra superficie e sottosuolo, con l’effetto complessivo di accumulare un volume d’acqua stimato per l’intera pianura risicola in 400 milioni di metri cubi che poi raggiunge  lentamente i fiumi.


“Purtroppo – afferma Paolo Carrà, presidente di Confagricoltura Vercelli e Biella - riteniamo tutti a torto che il bene acqua sia illimitato, mentre vi è la necessità, così come già avvenuto in altre realtà nazionali ed europee, di adottare quelle misure che vanno dall’ammodernamento e messa in sicurezza della rete irrigua esistente ad una corretta  politica degli invasi al fine di trattenere a monte le acque quando esse ci sono per poi rilasciarle quando c’è carenza. Questo per il bene di tutta la collettività tra cui c’è anche il territorio di Baraggia che anche quest’anno ha risentito, seppure in forma più lieve, della carenza idrica.


E’ necessario che oltre al coinvolgimento dello Stato attraverso i finanziamenti opportuni, vi sia una partecipazione responsabile e sgombra da preconcetti degli Enti locali e delle comunità locali, mediante un percorso di scelte condivise finalizzate a valorizzare le ricadute ambientali, economiche, turistiche, lavorative sul territorio coinvolto dal progetto.


Aspetti ed esigenze che il progetto presentato, pur in questa fase procedurale, sembra comunque garantire”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it