VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 10 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/02/2020 - Vercelli Città - Enti Locali

COPERCHIO, LAVORI ANCORA A PASSO DI LUMACA, MENTRE SI "SCOPRE" IL PROBLEMA FOGNATURA - Non è stato richiesto un parere preventivo ad Atena Asm sulla portata della rete di Via Baratto - Speriamo bene

Però Massimo Simion dice che è tutto ok - Chi vivrà, vedrà -




COPERCHIO, LAVORI ANCORA A PASSO DI LUMACA, MENTRE SI "SCOPRE" IL PROBLEMA FOGNATURA - Non è stato richiesto un parere preventivo ad Atena Asm sulla portata della rete di Via Baratto - Speriamo bene
Oggi in Via Baratto a Vercelli -

Ora tutti i Professionisti del settore - Geometri, Architetti, Ingegneri - lo sanno.

Lo schema di allaccio di una nuova costruzione alla rete fognaria ed il consenso di Asm al progetto, non vanno presentati prima ed in funzione del rilascio del permesso di costruire.

Nemmeno per un parere preventivo.

Possono essere presentati in corso d’opera.

E pensare che in tanti avevano sempre creduto, invece ed almeno dal punto di vista delle precauzioni consigliabili, di dover compilare il modulo di Atena Asm (A1).

Soprattutto avendo riguardo all’ultima parte “dichiara”.

Dichiara, ad esempio, di conoscere quanto prescrive l’Ato2 all’art. 35 punto 11, che è di seguito esposto.

Insomma, tutta un’altra storia.

Il Regolamento di Ato2 completo è, invece, allegato in pdf al link sotto l’immagina a destra in questa pagina.

E’ allegato in jpg al termine di questo testo anche l’art. 98 del Regolamento edilizio del Comune di Vercelli.

E’ scritto a chiare lettere che, tanto Palazzo Civico, quanto Asm, se ne lavano le mani, in caso di rigurgito.

Ma leggiamo testualmente il Regolamento Edilizio che, all’

Articolo 98 Depurazione e smaltimento delle acque

Il riferimento va al “Regolamento Comunale per la disciplina dello smaltimento in fognatura pubblica delle acque di scarico” approvato con delibera di C.C. n. 75 del 20/12/2001.

Esso fissa delle prescrizioni generali fra cui

- Posizionamento di un pozzetto sifonato al limite della proprietà privata, idoneo all’ispezione della condotta di allacciamento; - Prima dell’inizio dei lavori riguardanti gli interventi su suolo pubblico (proprietà demaniali), l’interessato dovrà inoltrare regolare domanda per la manomissione e ripristino del suolo pubblico, all’ufficio competente per la relativa autorizzazione; - A norma dell’art. 6 punto 5 del vigente Regolamento di Fognatura e Depurazione, approvato con deliberazione n. 223 del 3/3/2008 da parte dell’Autorità d’Ambito n. 2, il Comune di Vercelli ed ASM dovranno ritenersi esenti da ogni responsabilità per danni che, nonostante le precauzioni prese, possano derivare allo stabile od a terzi per rigurgiti od altro. -


Cos’è il rigurgito?

E’ quell’indesiderato fenomeno che si produce (nell’impianto interessato, ma potenzialmente anche nelle strutture vicine) se, per esempio, si scarica acqua in fogna e questa (anche eventualmente perché piove) non ce la fa a smaltirla.

Insomma, l’acqua scaricata torna indietro, con un bell’effetto di nube marrone.

***

Così, ad esempio, se devo scaricare in un colpo solo 300 metri cubi d’acqua clorata in fogna – e Asm mi dovesse dire che non potrebbe assicurarmi la portata – potrebbe a buon diritto provvedere qualche Santo o chissà chi.

Allora uno normale pensa: quasi quasi, prima di avviare il cantiere, chiedo cosa ne pensi Asm del mio progetto.

Così, tanto per andare sul sicuro e farmi dire da qualcuno che andrò a scaricare in un posto adatto – per dimensioni e portate – a ricevere le mie acque nere e bianche.

***

Comunque, se lo dice Massimo Simion (assai loquace rilasciando interviste in queste ore, ndr), Assessore ai Lavori Pubblici ed alle piscine del Comune di Vercelli, sapranno loro.

Chissà cosa potrebbe pensarne l’Assessore all’Urbanistica.

Ma andiamo con ordine.

***

Il cantiere del “Coperchio” sta (di nuovo) procedendo a passo di lumaca.

Le foto di oggi mostrano due persone al lavoro, nessun mezzo d’opera.

Le persone avranno i dispositivi di protezione individuale prescritti?

Non siamo Tecnici del settore e non possiamo dirlo; del resto sembra che non ci siano carichi sospesi.

Ad altri tocca, che si sappia ed almeno di tanto in tanto, così per salvare le apparenze, farsi un giro in quel cantiere.

***

Sanno in tanti che, in anni passati, quando si scaricavano le vasche della piscine esterne, l’acqua finisse al Campo Coni oppure in quello della Virtus.

Motivo?

La rete di scarico era stata tranciata di netto dai mezzi d’opera della Ditta che eseguiva lavori per conto del Comune sulla recinzione.

Ma quella rete portava l’acqua in Via Donizetti, non in Via Baratto.

Perché a fine Anni Settanta, quando fu costruito il Centro Nuoto, là andava a finire.

Ora dovrebbe, invece, andare nella rete che, nel frattempo, è stata realizzata in Via Baratto.

Ce la fa la nuova fognatura di Via Baratto a ricevere tutta quell’acqua?

Chi sorveglierà che, prima di scaricare l’acqua, sia eliminata la presenza del cloro che serve per la disinfezione (e che non può andare nella rete delle acque bianche)?

E le acque nere?

Quelle di controlavaggio dei filtri?

***

Memori degli allagamenti in zona Virtus, i Consiglieri Comunali di Voltiamo Pagina (Roberto Scheda, Paolo Campominosi, Andrea Conte) hanno chiesto al Comune di sapere come stessero le cose, effettuando due sopralluoghi sul posto.

Il primo il 28 gennaio ed il secondo il 19 febbraio, insieme ad un Tecnico.

Quale non è stata la sorpresa nel venire a sapere che il Comune ha rilasciato il permesso di costruire senza curarsi minimamente di verificare se Asm avesse dato il via libera: appunto, almeno a livello di parere preventivo.

Ma sentiamo Paolo Campominosi:

” Mi pare che l’Assessore Massimo Simion mostri, sull’argomento, una sicumera degna di miglior causa.

Al contrario, ho potuto verificare personalmente, insieme ai Colleghi che hanno partecipato al sopralluogo, che il Tecnico Ing. Giuseppe Scaramozzino fosse assai contrariato di come fossero andate le cose; in particolare che, per un progetto del genere, non fosse stato richiesto un parere preventivo ad Asm”.

Sta dicendo che Scaramozzino ignorava questo particolare?

“Mi è parso – dice Campominosi – proprio così”.

Anche perché questo è un precedente.

Cosa succederebbe se, da ora in poi, tutti i Professionisti, quando propongono progetti al Comune, dicessero: Simion dice che non serve munirsi prima del benestare di Asm?”.

La sicumera di Simion, tuttavia, pare non impressionare per niente il Consigliere:

“Intanto, mi pare che, in questi giorni, i lavori procedano a rilento, mentre credo che non ci vorrebbe molto, se tutto fosse conforme, ad avanzare più spediti. E poi, come sempre, noi ammettiamo a priori la buona fede di chiunque.

E andremo, passo dopo passo, a verificare come andranno le cose”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it