VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 13 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/07/2011 - Santhiatese e Cavaglià - Mondi Vitali

CISAS - A settembre, si apre un bando per nuove famiglie affidatarie

L’affido può essere sia residenziale che diurno; nel primo il bambino si trasferisce per un periodo di tempo presso la famiglia affidataria




CISAS - A settembre, si apre un bando per  nuove famiglie affidatarie

A settembre il consorzio Cisas attiverà un bando per il reperimento di nuove famiglie affidatarie. L’affidamento familiare è un affiancamento temporaneo alla famiglia di origine da parte di una famiglia che si rende disponibile ad accogliere un bambino. Per tutto il periodo di affidamento il minore continua ad avere rapporti con la famiglia di origine sotto la supervisione e il supporto degli operatori del servizio socio assistenziale del Cisas che ovviamente rimangono il punto di riferimento per la famiglia affidataria durante tutto il percorso. Possono avere un bambino in affido le famiglie, anche di fatto, con figli minorenni, coppie senza figli o con figli adulti e persone single, purché siano disponibili ad offrire al minore un ambiente adatto alla sua crescita, abbiano la possibilità di provvedere al suo mantenimento, alla sua educazione e alla sua istruzione, costruendo intorno a lui un clima sereno, familiare, di sicurezza e affetto, senza entrare in concorrenza con la sua famiglia di origine. Per poter diventare affidatari è necessario intraprendere un percorso di conoscenza presso i servizi sociali ed ottenere l’idoneità dopo una selezione.



Chi desidera proporsi come affidatario a settembre potrà iscriversi presso il Cisas e avviare un percorso di informazione e formazione (attraverso incontri individuali e di gruppo). L’affido può essere sia residenziale che diurno; nel primo il bambino si trasferisce per un periodo di tempo presso la famiglia affidataria. Nell’affido diurno invece il bambino rientra presso la famiglia naturale la sera, oppure resta con gli affidatari in alcuni momenti particolari (week end, ferie ecc...).


Possono andare in affido anche i bambini che vivono temporaneamente presso le comunità, quando si trovano famiglie idonee e disponibili.


Il Cisas in ogni caso provvederà a fornire agli affidatari una copertura assicurativa e un contributo economico (fino ad un massimo di 800 euro al mese) per far fronte alla gestione delle esigenze del piccolo.


  

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it