VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 1 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




07/01/2011 - Cigliano e Borgo d'Ale - Cultura e Spettacoli

CIGLIANO - GLI AMICI DEL PRESEPE CHIUDONO CON UN ALTRO SUCCESSO

Si sono chiusi i battenti per la suggestiva mostra dei presepi di Cigliano




CIGLIANO - GLI AMICI DEL PRESEPE CHIUDONO CON UN ALTRO SUCCESSO
charta

Si sono chiusi i battenti per la suggestiva mostra dei presepi di Cigliano, giunta oramai alla quarta edizione e che può vantare un pubblico affezionato e sempre numeroso.



Nel solco della tradizione popolare, il salone del comprensorio don Evasio Ferraris, ha visto dipanarsi come filo rosso l’arte, intesa nelle sue mille sfaccettature, e dai suoi mille punti di vista, focalizzandosi tanto nella costruzione moderna, presenti perfino  un manga giapponese, sino alla scenetta più caratteristica, tra la grotta intagliata nel legno e il mulino meccanico, nel fiabesco orizzonte di una Gerusalemme notturna.


Tra le volte in laterizio della scuola, adibita normalmente a mensa, su di una serie di tavoli delicatamente ornati da polvere dorata, la serie di piccole scenette.


Uno dei più caratteristici è stato senz’altro quello del signor Bollea Bruno, il riaddamento di un carrilon, peraltro funzionante, con una serie di angeli volanti e due paffuti bambolotti con in mano il cartellino di augurio di buone feste. Senza dimenticare alcuni caratteristici presepi scavati nel tronco del legno e illuminati da una piccola lampadina a simboleggiare la stella dei re Magi.


Da una collezione privata alcuni pezzi in terracotta e un esemplare finemente lavorato proveniente dal Continente Nero.


In chiave più moderna era presente un pezzo interamente composta da fil di rame. Più tradizionale il presepe del signor Brenno Pesci, in terra rossa di Castellamonte, o quello della signora Birolo Patrizia.


Il più grande e forse rassomigliante a Vercelli, un pezzo spagnola presentato dal gruppo Amici del Presepe.     


Tra i visitatori, alcuni non più giovani si sono potuti rivedere nelle foto dell’unico presepe vivente organizzato da Cigliano nel 1953, in ben tre giornate. L’ultima delle quali, si è vista cadere addosso una vera e propria tempesta di neve che ha ben consigliato di tenere cavalli e dromedari nelle stalle Perché è stato imponente lo schieramento di soldati romani, tra turmae di pretoriani a cavallo, e alae di legionari corazzati dalla testa ai piedi.. Anche i dromedari, senza contare i costumi romani e finanche un abissino, tutto da Cinecittà e dal circo. In una foto un irriconoscibile sindaco Corgnati, in veste di paggio del gran Sultano, o almeno la versione di Erode orientalizzata.


Il libro delle firme ha raggiunto l’ultima pagina, con dediche entusiaste e in alcuni casi giudizi su quello e questo pezzo, in una sorta di gara delle bellezza, che sicuramente ha appassionato i visitatori. Le foto della vecchia Cigliano, inoltre, hanno intenerito molti cuori, e fatto sorridere certamente i più giovani, dimentichi delle strettezze del dopoguerra e dell’impegno degli avi.


 

foto
foto
visitatori
visitatori
Bollea Bruno presepe nel legno
Bollea Bruno presepe nel legno
Bollea Bruno presepe nel legno
Bollea Bruno presepe nel legno
sala
sala
presepe
presepe
presepe
presepe


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it