VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 luglio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



30/04/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

CHI SI RIVEDE: IL BARATTO TRA SPESA PUBBLICA E CONSENSO - I Dorotei sono tornati? - Contributi a pioggia per 53 manifestazioni sportive in Primavera - Il conto è salato: 130 mila euro, dalle tasche dei vercellesi

L'elenco in jpg a fondo pagina -





CHI SI RIVEDE: IL BARATTO TRA SPESA PUBBLICA E CONSENSO - I Dorotei sono tornati? - Contributi a pioggia per 53 manifestazioni sportive in Primavera - Il conto è salato: 130 mila euro, dalle tasche dei vercellesi

Fa discutere l’alluvione di iniziative primaverili decise dalla Giunta che conclude tra poche settimane il proprio mandato amministrativo.

Maura Forte e la Squadra consegnano tante manifestazioni che a qualcuno sembrano “ad orologeria”.


Squadra che vince non si cambia -


Ma quelle che colpiscono di più, per entità della somma complessiva erogata e concentrazione nel tempo immediatamente precedente le elezioni, sono le “sportive” sponsorizzazioni comunali.

Il primo elenco che possiamo pubblicare, deciso prima dalla Giunta e poi ratificato dal Dirigente di settore, consta (in fondo alla pagina, i 5 allegati di jpg) di 53 iniziative, riepilogate nei due elenchi che costituiscono gli allegati agli Atti.

Ma ci sono anche tanti altri appuntamenti, che sono invece deliberati caso per caso, per i quali il dettaglio completo sarà a disposizione dal giorno 3 maggio in poi: chi si sta occupando di questo censimento è sovraffaticato.

E c’è da capirlo, perché deve anche spulciare tutto il novero degli aiuti economici a tutti quegli Enti o privati che hanno fatto qualcosa per gli 800 anni della Basilica di S. Andrea.

Si arriva persino ad acquistare per 2 mila euro e rotti le copie di un libro di fotografie di Roberto Casazza.

***

Ma restiamo allo Sport.

Per cui sono investiti – solo in questi primi due lotti – 133 mila euro, lira più lira meno.

***

Quando l’elenco sarà completo, si vedrà che la somma si aggira sui 190 mila euro, ma non precorriamo i tempi.

***

Questi soldi sono pochi?

Sono tanti?

Come sempre le opinioni possono essere diverse.

Di sicuro sono – per consistenza e concentrazione nel tempo – un fatto senza precedenti nella storia del Comune di Vercelli.

Altrettanto sicuramente, non c’entrano niente ( almeno, che risulti dagli Atti pubblicati ) con il riconoscimento di “Città Europea dello Sport” Aces.

Possibile?

Possibile.

Perché la “patacca”, oppure, se si preferisce, la medaglia, di Città Europea dello Sport è un’etichetta conferita da un Organismo del tutto privato, che alla modica somma di 6 mila euro ha riconosciuto al Comune di Vercelli questo privilegio.

Viaggio a Bruxelles, consegna della Targa, stretta di mano al Coni.

E amen.

Tutto qui.

***

Né dall’Europa, né dal Coni arriva un euro al Comune di Vercelli, perché sia devoluto né alle Società sportive di Vercelli, né a nessun altro.

Sicchè i soldi si sono dovuti trovare nel bilancio comunale.

Sono soldi dei cittadini.

Ed è qui che incominciano le polemiche, non solo su Facebook.

Perché – osserva qualcuno – in pratica sono risorse comunali destinate a manifestazioni che non si sa con quale criterio siano state programmate.

E se il bilancio di previsione 2018, per un accidente qualsiasi, non fosse stato approvato?

Tutte quelle Società sarebbero rimaste a bocca asciutta?

E poi, perché i soldi si sono trovati quest’anno (visto che non c’è nessun collegamento tra la “patacca” e le risorse economiche) e non l’anno prima?

Si troveranno anche l’anno prossimo?

E quelli che non hanno avuto niente perché non hanno chiesto niente?

Nel senso: c’era un bando che dicesse, eventualmente, qualcosa del genere “guardate, signori cari, se avete iniziative da proporre, fatelo entro la tal data, così che le possiamo tutte finanziare”.

O, almeno, selezionare.

***

Altra raffica di osservazioni, di altro genere.

Ma siamo sicuri che valesse la pena di stanziare quei fondi per iniziative che, fino ad ora, le Società – nella maggioranza dei casi - hanno sempre fatto in autofinanziamento?

***

Perché a qualcuno è saltata la mosca al naso: si sono ricordati di avere, nel corso di questi 5 anni hanno proposto iniziative varie, sentendosi rispondere: eh, purtroppo non ci sono i fondi.

O, in casi ancora più numerosi, senza ricevere nessuna risposta.

Chi ha dei ricordi sull’argomento, può scrivere a VercelliOggi.it alla mail info @vercellioggi.it .

***

O, ancora, le tante situazioni di disagio, marginalità sociale, emergenza, familiare ed abitativa.

Pensiamo a quella madre che, poche settimane fa, è stata sfrattata con i suoi due figli piccoli.

Le prime notti ha dormito con loro in un locale di fortuna e “transito” talmente pieno di cimici che non hanno chiuso occhio.

Anche senza cedere alla facile demagogia, non manca chi osserva la doverosità – da parte delle Pubbliche Amministrazioni – di priorità magari meno foriere di visibilità e più utili a preservare chi è debole o nella prova da situazioni umilianti.

Se la madre sfrattata incontrasse chi ha deciso di spendere 190 mila euro per la pioggia di contributi?

***

Del resto, anche pensare che i contributi a pioggia possano costituire qualcosa di efficace a raccattare voti elettorali, significa fare un torto all’intelligenza dei vercellesi, anche se – e forse, soprattutto se – siano impegnati tutti i giorni a fare quadrare il bilancio di una piccola Società sportiva che vive di volontariato.

***

Può essere, al più, un tentativo, una speranza, ma non è detto che funzioni.

Non sarebbe, peraltro, una novità.

Il baratto tra spesa pubblica e consenso è qualcosa già noto al doroteismo più callido.

Come il potere (in questo caso, remunerativo, secondo l’insegnamento di J.K.Galbraith) che genera consenso.

Un consenso prodotto con l’arbitrio.

Non è detto né che funzioni, né che duri.

Ma è possibile che qualcuno ci provi.



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it