VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
16 August 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
10/08/2017 - Vercelli Città - Enti Locali

CENTRO MULTIRACCOLTA CHIUSO? - Manonscherziamopropriodài... - Customer Oriented? - Però, se al Comune piace così...

Bene per i copertoni tolti da Corso Randaccio – Via Manzone – Belvedere dopo tre giorni che erano lì



CENTRO MULTIRACCOLTA CHIUSO? - Manonscherziamopropriodài... - Customer Oriented? - Però, se al Comune piace così...

Bene per i copertoni tolti da Corso Randaccio – Via Manzone – Belvedere dopo tre giorni che erano lì.

 

Ma se gli incaricati di Atena avessero fatto ancora qualche passo in direzione Nord (è sempre Vercelli) si sarebbero accorti che (oggi sono quattro giorni) ci sono ancora i sacchi tenuti insieme con un copertone di mountain bike che fanno bella (si fa per dire) mostra di sé.

 

Superfluo sottolineare che quella è la direttrice di ingresso in città per chi arriva da Biella e Valsesia.

 

***

 

La novità del giorno è che il Centro Multiraccolta di Via Papa Giovanni Paolo II resterà chiuso il prossimo lunedì  14 agosto: fanno il ponte.

 

La Propaganda di Iren ( al termine il dispaccio integrale ) si inventa un Papa Giovanni II – non conoscono Vercelli – che risale al VI Secolo, ma amen.

 

 

Resta un sintomo che nozioni quali “customer oriented” per qualche carrozzone del Parastato altro non sono se non collutori idonei a sciacquarsi il cavo orale.

 

Perché c’è da domandarsi (tra l’altro) una cosa del genere: è chiaro che già la gente non ci va tanto, al Centro.

 

Ma se proprio quando uno è a casa dal lavoro e ne approfitta per fare quattro lavoretti e così produce rifiuti ingombranti, glielo chiudi, ecco che magari ci scappa la tentazione di buttarti la roba come quella che si vede così spesso.

 

Insomma, è vero che la tentazione di fare il ponte c’è, ma stiamo parlando di un servizio pubblico in un settore oggi delicato ed in un momento critico.

 

E’ vero che, al punto in cui siamo, onestamente, non è che sposti più di tanto le cose.

 

***

 

Poi una domanda, tutt’altro che superflua: ma il Comune sarà stato informato di questa chiusura il giorno 14 agosto?

 

Perché se è stato informato e non ha detto niente, sono cavoli del Comune, ma se invece non è nemmeno stato informato, allora i cavoli e amarissimi devono essere di chi ha così deciso senza interpellare Palazzo Civico.

 

Palazzo Civico, poi, è forse bene che incominci a farsi due righe di conti se proprio gli convenga fargliele passare tutte così ai Signori di Atena dove ormai – è vero – il Comune non conta più né punto né poco, dopo che ha perso la maggioranza.

 

Però il problema è che non contare più come Socio è già una cosa che non va bene, ma pazienza.

 

***

 

Ma non contare più e farsi mettere i piedi in testa come Cliente che genera per Atena - e quindi Iren - un fatturato da 10 milioni di euro l’anno per servizi che poi ti procurano pure, da parte dei cittadini, palate quotidiane di guano sur le visage, qui è autolesionismo puro.

 

Non si capisce perché il non contare più un gran che come Socio debba trasferirsi anche al non contare più  come Clientone primario.

 

Ma ne ha tanti altri Clienti da 10 milioni di euro l’anno, Atena?

 

Perché questo masochismo comunale?

 

Non sono ancora contenti – a Palazzo Civico – della materia fecale che si stanno ricevendo da mesi a causa del luridume - ormai diventato la barzelletta di tutto il Piemonte - che si trova per le strade?

 

Non sarebbe ora che qualcuno, titolato a farlo, chiamasse il Fornitore e gli contestasse – se ci sono, se no sono cavoli comunali per come è stato fatto il contratto nel 2003, 2009, 2014 – le inadempienze?

 

E facesse scattare le penali?

 

E magari invocasse la risoluzione anticipata di certi contratti per poi mettersi sul mercato con una gara vera e propria e cercare un Fornitore adeguato?

 

Adeguato vuol dire anche, ad esempio, che se si devono spendere 3.600 euro per riparare un semaforo nell’ incrocio più pericoloso di Vercelli lo si fa e basta (ha contratti per 10 milioni di euro l’anno, cioè 3 mila volte superiori per importo) invece di inscenare volgari battibecchi sul bollo tondo che non arriva.

 

***

 

Poi qualcuno a Palazzo Civico dovrebbe forse anche incominciare a chiedere: Signori cari, dove sono le assunzioni promesse e previste dal piano industriale? E gli investimenti?

 

***

 

La raccolta differenziata spinta si fa?

 

Non si fa?

 

Quando parte?

 

Quanto costa?

 

I conti presentati mesi fa e che il Consiglio Comunale, per fortuna, vi ha stracciato sulla faccia, erano giusti o sbagliati?

 

O magari c’era il barbatrucco sicchè ora qualcuno potrebbe restare di stucco?

 

E se anche una sola di queste cose così immaginate (ma non le vogliamo credere neppure noi, figuriamoci) risultasse vera, allora bisognerebbe sì convocare conferenze stampa per fare sapere alla città con chi si ha a che fare.

 

Insomma, il rapporto succube del Comune con il carrozzone di area Pd, siamo proprio sicuri che sia la cosa migliore per Palazzo Civico?

 

Ora che, tra l’altro, il Pd sta implodendo e Comuni come Torino, a guida grillina, si stanno seriamente domandando se strategicamente convenga stare in Iren.

 

***

 

Ma ecco il comunicato che giunge alle Redazioni da Iren – Atena.

 

***

Vercelli, 9 agosto 2017 – Si informano i gentili utenti che lunedì 14 agosto il Centro di Multiraccolta di corso Papa Giovanni II resterà chiuso.

L’attività riprenderà regolarmente mercoledì 16 agosto.

 

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it