VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/01/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

CASO PISCINE, DAL VIRUS INTESTINALE DEL 3 APRILE 2017 ALL'EPIDEMIA DI OGGI - L'assenza di Adriano Brusco di allora, epifenomeno del deserto di oggi sui banchi di maggioranza

L’Atto è molto chiaro: sospendere nei suoi effetti immediati l’aggiudicazione provvisoria dei lavori per l’esecuzione del cosiddetto “coperchio” al Centro Nuoto.



CASO PISCINE, DAL VIRUS INTESTINALE DEL 3 APRILE 2017 ALL'EPIDEMIA DI OGGI - L'assenza di Adriano Brusco di allora, epifenomeno del deserto di oggi sui banchi di maggioranza

Quali siano, se ci sono, i significati ulteriori di questa surreale riunione del Consiglio Comunale di Vercelli che, iniziatasi alle 20 di oggi, 24 gennaio, si è conclusa poco dopo le 22,30, lo vedremo meglio nei prossimi giorni. 


Si potrebbe osservare che il 3 aprile 2017, la soluzione "coperchio" passò soltanto perché l'Opposizione patì l'improvvisa assenza - per i noiosi sintomi di una virosi intestinale - di Adriano Brusco, allora ancora nel Movimento5Stelle.


Oggi Brusco è in maggioranza e - pare - la virosi sia risultata assai contagiosa, almeno da quel 26 giugno 2017, quando l'ex Candidato Sindaco grillino fece il salto, non già dell'ortottero, ma della quaglia.


Ma non è tempo di inseguire le iridescenze umoristiche od ironiche delle cose.


Se ne varrà la pena, ci si tornerà.

 

E non solo perché l’ora sia tarda.

 

***

 

Perché ora bisogna anzitutto dare conto dei fatti amministrativamente rilevanti, prima che della politica. 


I fatti (il fatto) è questo.

 

L’Opposizione ha presentato una (nuova) Mozione con la quale si dà quello che le Mozioni del Consiglio devono dare all’Esecutivo, alla Giunta: un Atto di indirizzo politico.

 

L’Atto è molto chiaro: sospendere nei suoi effetti immediati l’aggiudicazione provvisoria dei lavori per l’esecuzione del cosiddetto “coperchio” al Centro Nuoto.

 

Cioè la copertura telescopica in vetro e acciaio, della vasca esterna di Via Baratto, che ora ha otto corsie.

 

Una delle poche rimaste in Piemonte, certamente l’unica in provincia di Vercelli e – a memoria – anche di Biella.

 

L’Opposizione, poi, chiede che in breve tempo siano riunite le Commissioni Consiliari per valutare la cosiddetta “Fase 2” e tutta la progettazione a suo tempo preparata dalla Coni Servizi.

 

Perché è ora di esaminare, finalmente con cognizione di causa, un po’ di cose finora trascurate.

 

La prima: la sostenibiltà economica, da un punto di vista delle future gestioni.

 

Oggi la Giunta ha detto chiaramente (lo abbiamo scritto qualche settimana fa) che sarà ristrutturata anche Via Prati.

 

Sicchè Vercelli avrà, un domani: Centro Nuoto parte in muratura, con vasca da 25 metri (e altre minori) nell’attuale compendio edilizio, ristrutturato.

 

Centro Nuoto con Coperchio, ma sempre con una sola vasca da 25 metri, senza vasca disabili, senza vasca bambini, senza tribune per attività agonistica o promozione sportiva o scolastica (Giochi della Gioventù).

 

Poi si deve decidere cosa fare dell’Enal, se lasciarla a bagnomaria o ristrutturarla come si deve.

 

Poi, infine, abbiamo visto che arriverà Via Prati.

 

***


Nessuno mai, nemmeno la Coni Servizi, ha messo giù due righe di conti per capire: a) quale sia il bacino d’utenza effettivo che questi impianti servono, secondo la loro specialistica destinazione; b) quali siano i costi di gestione di tutti; c) se, perciò, la loro gestione sarà autosufficiente dal punto di vista del conto econoomico oppure se, invece, il Comune dovrà intervenire a sostenere la Gestione.


In pratica: per conseguenza del rapport tra domanda (bacino d’utenza) e offerta (i 4 impianti) la gestione sarà in utile o perdita strutturali?

 

Se fosse in perdita, allora ovviamente il Comune dovrebbe intervenire a sostenerla con un contributo annuo.


Se fosse in attivo, invece, magari si potrebbe anche pensare di indire la gara sulla base di un “affitto” che il gestore potrebbe devolvere al Comune.

 

Ipotesi, ovviamente.

 

Che si devono fare – a livello previsionale – prima e non dopo avere realizzato l’impianto.


***


Questo, in sintesi, il semplice contenuto della Mozione.


Che – presentata da tutti i gruppi di Opposizione, è stata votata all’unanimità.

 

Perché erano presenti tutti i 15 Consiglieri di Opposizione.


Mai successo.

 

Il Pd e Cambia Vercelli hanno lasciato l’aula.

 

E’ rimasta la Presidente Manuela Naso a dirigere i lavori e presidiare la votazione.

 

Anche i Consiglieri di maggioranza rimasti, Paolo Campominosi e Norberto Greppi, hanno votato a favore della Mozione, che così è passata all’unanimità.

 

***

 

Non possiamo dirlo con sicurezza, ma gli interventi tanto del Sindaco, quanto dell’Assessore Michele Cressano, hanno dato l’impressione di dire una cosa assai grave: anche se la mozione dovesse passare, i lavori si inizieranno comunque.

 

Qualcosa che ricorda il tristissimo “noi con le Mozioni dell’Opposizione ci puliamo”, tanto caro a qualche Signor Somaro.

 

***

 

Preferiremmo avere capito male, ma – come detto – fino a che, domani, non sarà on line il filmato, non ci pronunciamo: parlerà direttamente il Sindaco.

 

***


Chi non riusciva a nascondere un certo imbarazzo era il Dirigente dell’Urbanistica, onerato, da ottobre scorso, anche dell’ “affare piscina”.

 

Cosa voglia dire l’uscita dall’Aula di Pd e CambiaVercelli, è inutile anticiparlo, dal punto di vista delle deduzioni che ne potrebbero scaturire.

 

Si tratta di una decisione che il Gruppo di Michele Gaietta e “compagni” ha preso martedì scorso, dopo un serrato confronto tra gli esponenti del Partito ed il Sindaco, che – secondo fonti attendibili – avrebbe invece preferito che si restasse dentro a votare contro.

 

***

 

Corsi e ricorsi storici: due anni fa fu Michele Gaietta, allora Presidente del Consiglio Comunale, a trastullarsi con adunanze dell’Aula, sempre sul caso piscina, in prima, seconda e persino “terza” convocazione, a seconda di come facesse comodo al Pd, in base al ruolino delle presenze / assenze.

 

Oggi si gioca a parti invertite, perché nemmeno in Conferenza dei Capigruppo (dove si decide la data delle convocazioni) la maggioranza è più maggioranza.

 

Ma, soprattutto, se anche ci fossero stati tutti quelli di Pd, Cambia, Indipendenti vari, sarebbero stati soltanto 16 contro i 17 che hanno votato a favore della Mozione.

 

***

 

Sappiamo che da almeno un anno né il Sindaco, né la sua Giunta, né il Pd intendono prendere atto di questo rapporto numerico nuovo e trarre le conclusioni politiche.

 

Potranno, così, decidere di non dare applicazione alla Mozione testè approvata all’unanimità ( astenuta la Presidente Manuela Naso ), da una maggioranza qualificata del Consiglio Comunale.

 

Che, in fondo, chiede solo di riflettere ed elaborare un piano complessivo per le 4 piscine, anche dal punto di vista della previsione e sostenibilità dei costi di esercizio.

 

Per non condannare a priori le prossime Amministrazioni – ad esempio – a dovere trovare 100 mila euro l’anno da dare ad un Gestore.

 

L’esempio dell’Enal della scorsa Estate è eloquente: ci sono volute tre gare per trovare un Gestore al quale si sono dovuti dare 40 mila euro di contributo economico perché aprisse per 60 giorni una sola vasca all’Enal.

 

Ce n’è abbastanza per riflettere, prima di avere fatto la frittata.

 

***


Non vorranno riflettere e decideranno di “pulirsi” con la Mozione?

 

Padronissimi.

 

Ma non compirebbero una scelta logica, né costruttiva per la città, lo sport, il futuro del nuoto e, in ultima analisi, nemmeno per se stessi.

 

Ma, come si dice, sa più un asino in casa propria che un dottore in casa d’altri.

 

E qui non manca né l’Asino, né il Dottore Magistrale.



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it