VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 12 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




26/06/2010 - Santhiatese e Cavaglià - Società e Costume

CARISIO - Cipì conquista piccoli e grandi - Il protagonista della storia di Mario Lodi impersonato dai bimbi della Scuola per l’Infanzia - Ottimo lavoro delle Maestre Patrizia, Maria e Sandra





CARISIO - Cipì conquista piccoli e grandi - Il protagonista della storia di Mario Lodi impersonato dai bimbi della Scuola per l’Infanzia - Ottimo lavoro delle Maestre Patrizia, Maria e Sandra
I bimbi protagonisti a Carisio

CARISIO- I Cipì di Carisio prendono il volo



(d.a.) - I bambini della Scuola per l’Infanzia Andrea Bertero ieri, venerdì 25 Giugno,  hanno presentato ai genitori lo spettacolo conclusivo l’anno scolastico. Il tema, riprendendo quello del concorso a Omegna, è la storia di Cipì di Mario Lodi. Il libro nato dal lavoro corale dello scrittore con i suoi alunni riporta le osservazioni e le annotazioni che, i bambini di una piccola scuola di campagna vedevano al di là delle finestre della loro classe. È quindi un connubio tra la vita animale e l’esperienza umana che, vede come protagonisti del racconto Cipì e la sua compagna Passerì, un gatto, una margherita-poeta, tanti altri passeri e tante farfalle e soprattutto il sole, le nuvole, la pioggia, insomma tutta la natura con l'eterno ciclo delle stagioni.


I bambini di Carisio guidati dalle maestre Patrizia, Maria e Sandra hanno affrontato, durante tutto l’anno scolastico un percorso che, toccava le tappe principali del libro di Mario Lodi e che, li ha portati a Giugno a mettere in scena un vero e proprio spettacolo. -La vera difficoltà è far imparare ai bambini delle parti a memoria che, non nascono né dalla loro fantasia né da quella della maestra, ma dalla penna dello scrittore- così introduce la rappresentazione la maestra Patrizia e continua dicendo


-essendo la parte di Cipì difficile, perché presente in tutto lo spettacolo, quattro bambini ricopriranno questo ruolo: Leonardo, Samuele, Riccardo e Andrea.- Lo spettacolo inizia poi con dei presentatori d’eccezione: sono i piccolissimi che, introducono così i compagni più grandi sulla scena. L’ambientazione segue il ciclo delle stagioni dalla primavera, la nascita di Cipì si toccheranno tutte le tappe della sua evoluzione fino ad arrivare all’inverno, all’incontro con Passerì e al suo diventare padre. La primavera poi porterà alla soluzione della storia e allo smascheramento delle trappole dell’uomo e delle intenzioni degli uccelli predatori: tutto grazie all’aiuto di agenti atmosferici, come la luna, le nuvole, il sole e il vento.


Sei sono gli atti in cui si è deciso di suddividere lo spettacolo e in alcuni, in parallelo con i cambi di scenografie, si è pensato di introdurre un motivo cantato: quattro i cantanti d’eccezione Maria Giulia Ragliani, Cristiano Caldera e Margherita Ragliani che, insieme al Professor Rino Scucimarra, hanno proposto quattro canzoni del panorama musicale italiano, adattate al contesto della recita. Le canzoni sono, in ordine di apparizione,  “Domani smetto” degli Articolo 31, “Amico” di Renato Zero, “Maledetta primavera” di Loretta Goggi e “Ma il cielo è sempre più blu” di Rino Gaetano.


Terminata la recita le maestre hanno dato ai grandi il diploma, simbolo del loro lasciare il nido, l’asilo, per andare verso l’avventura della scuola primaria. In ordine alfabetico abbiamo: Riccardo e Linda Bazzocchi, Irene Boraso, Andrea Chiorboli, Alberto ed Edoardo Gastelli, Samuele Malaponti, Nicolò Posillipo e Serena Sarasino. Dopo la consegna è seguita la visione di un breve filmato dove, i bambini più grandi erano paragonati ognuno a un uccello, amico di Cipì, per significare il loro lasciare metaforicamente il nido che, li aveva protetti per tre anni.


 Molti sono i ringraziamenti da fare: a Claudia Bonda, Fabrizia Bonda e Angela Sottura per la disponibilità mostrata e in particolare ad Angela per aver cucito i vestiti di scena dei bambini; a Stefano Cappellaro per essersi prestato a filmare tutto l’evento così da renderlo in Dvd, alla cuoca Silvia e alla bidella Ornella e a tutti i genitori che, si sono adoperati per preparare la merenda snoira conclusiva la serata. Non bisogna dimenticare il grande supporto dato dal Professor Scucimarra per quanto riguarda tutto l’allestimento sonoro e multimediale dello spettacolo.


 


 


 

Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio
Cipì - I bimbi protagonisti a Carisio


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it