VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




08/08/2011 - Santhiatese e Cavaglià - Cronaca

CARISIO – Brucia la statua della Madonna del Rosario - Grazie all’intervento di Gianna Pozzo l’incendio non ha causato danni irreparabili alla struttura

Le cause potrebbero essere da ricercare o in un cero acceso ai piedi della statua o in un cortocircuito



CARISIO – Brucia la statua della Madonna del Rosario - Grazie all’intervento di Gianna Pozzo l’incendio non ha causato danni irreparabili alla struttura
San Nicola, teatro dell’incendio

(d.a.) Nei giorni scorsi nella chiesa di San Nicola è scoppiato un incendio, tempestivamente bloccato sul nascere dall’intervento di Gianna Pozzo che,  abita a 50 metri dalla chiesa e di quest’ultima ne possiede le chiavi. La donna racconta che poco prima delle 11 ha sentito suonare l’allarme della chiesa e come aveva già fatto altre volte è andata a controllare cosa fosse successo. La chiesa era tutta piena di fumo, e sulla destra si vedevano alcune fiamme. Prontamente Gianna ha cercato di attirare l’attenzione dei vicini, invano; ha così deciso di domare le fiamme a “colpi” di innaffiatoio. Ebbene si, la signora ha più volte fatto la spola da casa sua alla chiesa per rovesciare il contenuto dell’innaffiatoio sulle fiamme. Don Lodovico De Bernardi e Roberto Fardin, membro del consiglio pastorale, si sono recati subito sul luogo per calcolare i danni subiti; la statua della Madonna del Rosario, è completamente annerita; le prime a bruciare sono state la tovaglia e la cera che, hanno causato l’annerimento della Madonna del Rosario; questa è una statua in legno dorato del Settecento.



Le cause che avrebbero potuto scatenare l’incendio potrebbero essere o la presenza di un cero acceso o un cortocircuito. Giovedì mattina era stata celebrata la Santa Messa da don Pascal e qualche fedele avrebbe potuto lasciare un cero acceso davanti alla Madonna, anche se don Lodovico si raccomanda sempre di usare i candelabri appositi. Oppure la causa potrebbe essere il cortocircuito di un cero a pile di cui si vedono ancora i resti. Meno male che l’incendio è stata domato prontamente, altrimenti Carisio si sarebbe ritrovata senza il luogo di culto utilizzato per celebrare la Santa Messa. Infatti, la chiesa di San Lorenzo è chiusa al pubblico dal 2007, a causa dei lavori di messa in sicurezza; mentre la chiesa di San Rocco, inaugurata dopo i restauri nell’Ottobre del 2010, è troppo piccola per contenere tutta la comunità carisina. La statua della Madonna del Rosario si trova ora nella sacrestia di San Nicola, in attesa di essere restaurata, anche se sarà ben difficile riuscire a portarla in processione già a Novembre, in onore della sua festa liturgica.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it