VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 15 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




23/04/2017 - Bassa Vercellese - Cronaca

CARESANA, GALLERY E FILMATO DELLA CORSA DEI BUOI - Contestazioni e tafferugli degli animalisti, un carro contro la staccionata - Imponente spiegamento delle Forze dell'Ordine - La Tradizione può ripensare se stessa senza tradirsi

Perché sarebbe ben strano, magari tra qualche anno, vedere arrivare i buoi scortati direttamente dalla Polizia.




CARESANA, GALLERY E FILMATO DELLA CORSA DEI BUOI - Contestazioni e tafferugli degli animalisti, un carro contro la staccionata - Imponente spiegamento delle Forze dell'Ordine - La Tradizione può ripensare se stessa senza tradirsi


Ecco la gallery ( a fondo pagina 100 scatti ) con le immagini della Corsa dei Buoi di Caresana di questo 23 aprile 2017, edizione numero 781.

 

Ed ecco il filmato:


http://vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2653


Edizione, come abbiamo scritto nell’articolo di presentazione di stamane, caratterizzata anche quest’anno da contestazioni del movimento animalista.

 

Imponente lo spiegamento delle Forze dell’Ordine, che verosimilmente si ripeterà ad Asigliano Vercellese tra qualche giorno.

 

Nell’articolo che segue, riproponiamo una riflessione che – pare – fa discutere, soprattutto a Caresana, naturalmente.

 

Ben venga la discussione.

 

Ben venga anche – se è permesso un pensiero – qualche considerazione su una possibilità: che la Tradizione ripensi a se stessa in modo “darwiniano”, per perpeturarsi senza tradirsi, adattandosi alla modernità.

 

Perché sarebbe ben strano, magari tra qualche anno, vedere arrivare i buoi scortati direttamente dalla Polizia.

 

***

 

Un carro contro il “guard rail” di Corso Roma a Caresana e tafferugli – non gravi, ma nemmeno così inconsistenti tra Animalisti e Forze dell’Ordine sono il  bilancio di questa difficile domenica in cui – per la 781.ma volta – si scioglie il voto a San Giorgio, Patrono di questa comunità.

 

San Giorgio di cui proprio oggi la Chiesa fa memoria: onomastico complicato.

 

Per carità, il Santo che morì tra i tormenti, anche se nulla storicamente prova sia mai esistito, che sconfisse il drago, ne ha viste di peggio.

 

Metafora della fede eroica che sacrifica la vita nella testimonianza della propria identità di figlio di Dio, oggi avrebbe forse qualcosa da dire.

 

Come San Francesco nella sua duale e diseguale, ma infine profeticamente ricomposta capacità di donarci un messaggio.

 

Il Santo che a Gubbio parla a quel lupo, creatura vittima del proprio stesso disagio e che, reietto e tenuto a margini della comunità, è tanto più feroce anche perché diverso e guardato con sospetto, diffidenza, ostilità nel conformismo del retto pensare, del pensiero – già allora – unico.

 

Il Santo che parla agli uccelli, illustrando la via di una possibile riconciliazione, nella condizione comune di figli di Dio, tra uomo e natura, ricercando la giustapposizione senza contrapposizioni tra il compito, la primazia,  assegnati all’uomo e quella cura del creato che è pure essa cifra di una doverosità unica e propria della condizione umana.

 

Una parola che si fa intendere, ma che prima è capacità di ascolto, di chi pensiamo non possa con noi intrattenere una comunicazione tra esseri viventi che hanno qualcosa da dirsi.

 

***

 

Domenica che invita a riflettere, non perché si abbia la risposta alle domande inevitabili: chi ha ragione? E’ giusto? E’ attuale? E’ bene? E’ secondo la Legge?

 

Perché all’illusione di una ricetta buona per sempre anche la Tradizione preferisce l’onere di una ricerca che elude il nostro definitivo dominio, pur esigendo il nostro contributo.

 

Nelle immagini,  che seguiranno, nel filmato che abbiamo registrato oggi a Caresana, nella gallery che possiamo offrire – dal tardo pomeriggio di oggi – ai nostri Lettori, ci auguriamo sia possibile rinvenire non soltanto un oggettivo documento, uno scampolo non mendace di cronaca, ma anche qualche spunto per una riflessione.




Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it