VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/08/2014 - Bassa Vercellese - Cronaca

CARESANA - Tutti al Castelletto - L’umanità di Sergio Cavagliano conquista il sorriso dei 30 profughi - Emergenza per ora rientrata - Ma il problema resta

Da qui a scherzare insieme il passo è breve, le distanze sono annientate: dài, Balotelli, facciamo la foto anche con te, non stare lì da solo.



CARESANA - Tutti al Castelletto - L’umanità di Sergio Cavagliano conquista il sorriso dei 30 profughi - Emergenza per ora rientrata - Ma il problema resta
Sergio Cavagliano con i suoi ospiti

E’ difficile resistergli.

Quando ti guarda con quegli occhi che sorridono, carichi di sapientia cordis, di una conoscenza del mondo e della creatura fatta “ad immagine e somiglianza” del proprio Creatore, è impossibile non stringere quella mano tesa.

Anche se sei provato da giorni di viaggio. Anche se non sai né dove andrai, né come farai a vivere e nemmeno dove siano i tuoi cari, in questo momento.

Anche se qualche cattivo consigliere, da lontano, sta provando a conquistare la tua fiducia e così magari ti suggerisce comportamenti inaccettabili. Perché magari pensa già a sfruttarti, tra qualche tempo. I telefonini di questi diseredati squillano in continuazione.

Sono cose che Sergio Cavagliano, del resto, ha messo nel conto.

Ne ha viste tante, in vita sua. Ha girato il mondo. Ha visto territori del pianeta dove non c’è nulla, tranne violenza, fame, epidemie.

Fa il medico. Fa soprattutto il medico di famiglia. Conosce storie, vite, morte. Miracoli, probabilmente, anche.

E’ un uomo ricco. Nel senso che è facoltoso. Ma è soprattutto ricco in umanità e così è sincero quando mette a disposizione quella tenuta che lui vorrebbe sempre popolata, come era una volta.

Il Dottore, “la freccia della Bassa” – così lo chiamano i suoi pazienti, perché quando hanno bisogno arriva in un baleno -  non ci mette più di mezz’ora a conquistare il sorriso di questi 30 sventurati che ora sono qui al Castelletto, come era già successo nella scorsa Primavera con altri che li avevano preceduti.

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=55357

La giornata di oggi è stata senza dubbio singolare

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=CARESANA_-_Emergenza_profughi_-_&id=58213&id_localita=3

e probabilmente non sarà l’ultima.

Ma per lui il caso è per il momento chiuso. Li ha qui ed è contento. Si dà da fare, nonostante sia visibilmente stanco e per chi lo conosce ed ha il privilegio della sua amicizia vederlo andare avanti nonostante la fatica è un ulteriore motivo di ammirazione.

Sergio Cavagliano - ex Sindaco di Caresana e Medico del paese, proprietario di questa incantevole tenuta - ha convinto i profughi africani ( una trentina, giunti da vari Paesi, la maggior parte dal Gambia ) a fermarsi qui al Castelletto.

E’ vero che ci sono i cameroni a quattro, cinque letti, ma questo non può certo essere un problema. Nel corso di precedenti visite li abbiamo visti, i cameroni.

Niente di così diverso da quelli che c’erano una volta ad Oropa, dove si fermavano per settimane i pellegrini; di quelli che fino a pochi anni fa c’erano a Lourdes, dove riposavano i barellieri che facevano volontariato.

E’ tutto pulito, in ordine. Biancheria di bucato. Materassi nuovi. Bagni come quelli di tante case nostrane.

Il problema di quell’iniziale rifiuto a fermarsi lì era evidentemente un altro e non si può fare a meno di pensare che fosse farina del sacco di altri, più che di questi sventurati.

Perché questi “altri” sono forse il problema più grave, che si insinua nell’emergenza e certo non si fa scrupoli di farla degenerare in tragedia.

L’anfitrione conquista subito il sorriso dei suoi ospiti, come a lui piace chiamarli. Al punto che qualcuno di loro vuole la foto con lui. Da qui a scherzare insieme il passo è breve, le distanze sono annientate: dài, Balotelli, facciamo la foto anche con te, non stare lì da solo.

Aggiornamenti nelle prossime ore

***

Se ti piace VercelliOggi.it con il network PiemonteOggi.it seguici anche su Facebook.

Clicca “mi piace” sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori: https://www.facebook.com/vercellioggi . Dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.

Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, religione, tempo libero, politica.

Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/

Ti aspettiamo e ricorda:

“mi piace” su            https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

Amicizia su               https://www.facebook.com/vercellioggi

Gruppo aperto su     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it