VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 13 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




04/03/2020 - Trinese - Enti Locali

CAMBIO DI DENOMINAZIONE DEL COMUNE DI TRINO – Il sindaco Daniele Pane chiarisce alcuni punti della sua intervista

Daniele Pane ritiene utile e necessario fare chiarezza sull’argomento onde evitare fraintendimenti o tentativi politici di calcare l’onda per criticare il lavoro dell’Amministrazione




CAMBIO DI DENOMINAZIONE DEL COMUNE DI TRINO – Il sindaco Daniele Pane chiarisce alcuni punti della sua intervista

In questi giorni, a seguito di una mia intervista rilasciato al giornale locale “La Sesia”, si è accesso un dibattito relativamente al cambio di denominazione del Comune di Trino.

Ritengo che sia utile e necessario fare chiarezza sull’argomento onde evitare fraintendimenti o tentativi politici di calcare l’onda per criticare il lavoro di questa Amministrazione.

Come l’attento lettore dell’articolo, ovvero colui che non si ferma alla lettura del solo titolo che come in questo caso poteva essere fuorviante o quanto meno fraintendibile, l’intervista aveva un intento ben più ampio della mera aggiunta al nome Trino di “Monferrato” o “nelle Grange”. Si parlava di turismo e di strategie di marketing territoriale.

Ovviamente per territoriale, si intende un territorio, un insieme di comuni che per vicinanza geografica, per affinità storica, volontà di intenti o qualsivoglia altro motivo cerca di organizzarsi in forma associata e/o coesa con la finalità, in questo caso specifico, di dare uno slancio turistico e culturale.

Trino rappresenta l’indiscusso centro di riferimento del territorio delle Grange vercellesi, e rappresenta l’ambito in cui, nel 933, ebbe origine il potere di Aleramo, fondatore dell’omonima dinastia che per secoli governò il Monferrato; mentre l’abbazia di Lucedio rappresentò il punto di riferimento religioso, ed il sepolcreto, dei Marchesi monferrini. Gli abitanti delle Grange furono protagonisti delle gloriose vicende nel Mediterraneo Orientale (Terrasanta e Impero Bizantino) al fianco dei Marchesi di Monferrato; nel 1305 il parlamento di Monferrato, riunito in Trino, stabilì l’arrivo della nuova dinastia marchionale, quella imperiale dei Paleologi che, da Costantinopoli, giunse a governare il Monferrato per 230 anni.

Le Grange grazie alla coltivazione del riso rappresentarono, fin dal Rinascimento, una preziosa risorsa anche per l’ultima dinastia che governò il Monferrato: i Gonzaga.

Appare evidente il ruolo cruciale di Trino e dei Comuni del territorio delle Grange nella storia, durata oltre sette secoli, del Marchesato di Monferrato; un “Monferrato di pianura” quello della parte meridionale del Vercellese, un territorio che oggi, più che mai, deve guardare con rinnovato interesse alla sua Storia, fatta di grandi personaggi, di edifici di straordinaria valenza architettonica come l’Abbazia di Lucedio, il Palazzo Paleologo di Trino e il circuito della Grange con il Borgo di Leri-Cavour.

Tenuto conto di queste considerazioni, che qualche mese addietro ho convocato i Sindaci di alcuni comuni della nostra zona, per proporre a loro l’idea di unirci, così come propone la comunità europea, in un’area territoriale coesa, “offrendo” Trino come luogo di incontro tra le terre del Riso Vercellese e quelle del Vino del Monferrato.

Ed è in questa direzione che ci siamo attivati, così come testimonia l’ultimo consiglio comunale, dove è stato approvato a sola maggioranza il punto all’ordine del giorno che riguardava appunto la sottoscrizione di una convenzione “Monferrato casalese e terre del Po” partenariato per la costituzione dell’Area di Coesione territoriale, che vede tutti comuni del Monferrato Casalese e Astigiano (fino a Moncalvo) e che ha come unico partner vercellese proprio la nostra Trino.

A valle di questi ragionamenti, in maniera se vogliamo anche forte e provocatoria ho lanciato anche l’idea di “definire” il territorio geograficamente, attraverso la cartellonistica e la toponomastica, proponendo non la modifica del nome di Trino, che sarebbe fine a sé stessa e non avrebbe la minima utilità, ma di tutto il territorio, come accade in altre realtà di successo: le Langhe, il Roero, la Valsesia e appunto il Monferrato stesso.

Il turismo è lavoro, il turismo è aumento demografico, il turismo è economia, il turismo è valore aggiunto e se in questo territorio non cerchiamo di cambiare rotta verremo schiacciati da chi, in maniera coraggiosa e lungimirante si è già mosso e sta lavorando per riportare investimenti e risorse nei propri territori.

Se Trino in virtù di quanto precedentemente esposto non sfruttasse tutte le sue potenzialità sarebbe, se vogliamo ancora più sciocco e io da Sindaco con la mia Amministrazione, oltre a pensare all’immediato, oltre alla gestione delle emergenze, oltre al “lampione davanti a casa” da riaccendere subito, oltre alla grande mole di lavori pubblici già attuati ho e abbiamo il compito, anche affrontando scelte apparentemente impopolari nell’immediato, di trovare soluzioni utili ed efficaci per il futuro della nostra città, dei nostri figli e dei nostri nipoti.

Cordialmente

Il Sindaco di Trino

Daniele Pane

 

Redazione di Vercelli

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it