VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




16/06/2015 - Valsesia e Valsessera - Società e Costume

BORGOSESIA - Nuova campagna di scavi nelle Grotta della Ciota Ciara: alla ricerca delle tracce della più antica occupazione preistorica del Piemonte

La Grotta della Ciota Ciara rappresenta un’evidenza fondamentale per la ricostruzione del popolamento preistorico dell’Italia del Nord Ovest in quanto si tratta dell’unico sito ben documentato e in fase di scavo sistematico






BORGOSESIA - Nuova campagna di scavi nelle Grotta della Ciota Ciara: alla ricerca delle tracce della più antica occupazione preistorica del Piemonte
La Grotta della Ciota Ciara

È iniziata lunedì 15 giugno la settima campagna di scavi sistematici nella Grotta della Ciota Ciara (Borgosesia) diretta dall’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento Studi Umanistici, su concessione del Ministero dei Beni Culturali e in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte.

La Grotta della Ciota Ciara rappresenta un’evidenza fondamentale per la ricostruzione del popolamento preistorico dell’Italia del Nord Ovest in quanto si tratta dell’unico sito ben documentato e in fase di scavo sistematico.

Le ricerche portate avanti dall’Università di Ferrara nel corso degli ultimi anni, grazie all’approccio multidisciplinare e alla collaborazione con molti istituti di ricerca italiani ed internazionali, hanno permesso di delineare un quadro molto interessante inerente la ricostruzione del modus vivendi dell’Uomo di Neanderthal.

Le unità stratigrafiche indagate attestano un’intensificazione dell’occupazione preistorica andando verso i livelli più bassi e quindi più antichi.

La grotta è stata probabilmente utilizzata in una prima fase solo come rifugio durante la caccia cui sono seguite occupazioni più lunghe, probabilmente stagionali, ed articolate.

L’Uomo di Neanderthal ha sfruttato le rocce locali per la produzione di strumenti ed ha cacciato le specie presenti nell’area come il cervo, il cinghiale, il camoscio e il rinoceronte.

È inoltre intervenuto su carcasse di orso (difficile dire se cacciate attivamente o uccise durante il letargo) per il recupero delle pellicce.

La ricostruzione dell’ambiente al momento dell’occupazione preistorica, fatta grazie all’analisi dei denti dei micromammiferi (essenzialmente topi), ha permesso di stabilire come il clima fosse temperato, con un incremento dell’aridità nei livelli più bassi.

Oltre alle specie presenti perché legate ad un apporto umano all’interno della grotta, sono stati rinvenuti anche i resti di altri carnivori come la pantera, il leone, la lince, il lupo, il tasso e la martora; specie che hanno probabilmente occupato la grotta nei periodi in cui l’uomo non era presente.

La campagna di scavo 2015, finanziata grazie al prezioso contributo del Comune di Borgosesia e grazie all’indispensabile collaborazione dell’Ente Gestione Aree Protette della Valle Sesia oltre che dei membri dell’ex Gasb, permetterà di approfondire l’area di scavo e di indagare i livelli più antichi della grotta per definire dettagliatamente le attività svolte all’entrata della grotta più di 70.000 anni fa.

Gli scavi in corso sono visitabili tutti i giorni dalle 9,00 alle 18,00, per informazioni e prenotazioni si prega di contattare il numero 339 3371199.

Potete seguire l’avanzamento dei lavori via twitter digitando l’hashtag #ciotaciara2015, sulla pagina facebook dedicata al sito e sul nuovo canale YouTube del sito. 

Per maggiori informazioni riguardo all’occupazione della grotta potete visitare il sito internet dedicato: https://sites.google.com/a/unife.it/grotta-della-ciota-ciara/

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, 

 illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Borgosesia

Grotta della Ciota Ciara

Scavi

Uomo di Neanderthal

vercelli

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it