VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 January 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
09/01/2018 - Valsesia e Valsessera - Cultura e Spettacoli

BORGOSESIA - La Compagnia teatrale della Civetta, in occasione della Giornata della Memoria, propone Lagerkonzert

Lo spettacolo, basato sui racconti di Josef Bor, sarà in programma al cineteatro Lux di Borgosesia, in atto unico


BORGOSESIA - La Compagnia teatrale della Civetta, in occasione della Giornata della Memoria, propone Lagerkonzert

Si chiama Lagerkonzert il progetto teatrale messo a punto dalla Compagnia teatrale della Civetta per la Giornata della Memoria 2018, un appuntamento ormai fisso per il gruppo di teatro valsesiano che ogni anno propone nuovi allestimenti per commemorare la Shoah e le vittime del nazifascismo. La drammaturgia di Andrea Piazza, con l'allestimento tecnico dell'Associazione Culturale 92 decibel, porta in scena la storia di un concerto assolutamente singolare: la rappresentazione del Requiem di Giuseppe Verdi da parte dei prigionieri ebrei della città-ghetto di Terezin.


Annessa al Reich tedesco nel 1938 e trasformata in un enorme centro di smistamento di ebrei verso i campi di concentramento, tra cui Auschwitz, la cittadina ceca arrivò a ospitare fino a 50mila prigionieri. Il caso volle che a Terezin si ritrovasse concentrata l'èlite intellettuale e artistica del centro-nord Europa, che mise in atto episodi di ribellione e resistenza, sia pure con la sola arma della forza dell'arte.


La propaganda del regime nazista voleva presentava Terezin, oggi in Repubblica Ceca, come una città ideale per gli ebrei, un vero e proprio set cinematografico per filmati ad hoc. Nel 1944, l'episodio più clamoroso, oggetto del Lagerkonzert della Compagnia della Civetta: l'esecuzione da parte di musicisti e cantanti ebrei del Requiem di Verdi davanti all'èlite delle SS tedesche, tra cui il generale Adolf Eichmann. I nazisti non capirono che quel Requiem non era rivolto agli ebrei, come nell'opera di Verdi, ma a loro stessi, ormai in disfatta su tutti i fronti. Nove mesi più avanti, l'Armata Rossa entrerà ad Auschwitz. La narrazione della Compagnia della Civetta ripercorre così la storia di quell'allestimento, raccontando piccoli episodi di vita quotidiana e di storie personali che si intrecciarono in quel ghetto.


Lo spettacolo, in atto unico basato sui racconti di Josef Bor, sopravvissuto prima a Terezin e poi ad Auschwitz, andrà in scena sul palco del cineteatro Lux di Borgosesia sabato 20 gennaio alle ore 21,15. Ingresso libero. In scena Eugenio Paglino, Lara Princisvalle, Maristella Sala, Arianna Soffiati e Fabio Zanello Velato.


Per informazioni, mail: compagniadellacivetta@gmail.com



NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it