VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 26 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




22/01/2015 - Valsesia e Valsessera - Società e Costume

BORGOSESIA - Il calciatore Del Piero sarà presto “cittadino” borgosesiano

Ripudiato da Torino è invece accolto a braccia aperte in Valsesia



BORGOSESIA - Il calciatore Del Piero sarà presto  “cittadino” borgosesiano
Il bianconero Alessandro Del Piero

Tiene banco in questi giorni la polemica sorta in seguito alla mancata concessione della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Torino ad Alessandro Del Piero.

La proposta fatta dal gruppo consigliare della Lega Nord, giaceva da oltre due anni presso gli uffici del palazzo comunale del capoluogo piemontese, ed ora è arrivata un’autentica doccia fredda nei confronti dello storico capitano della Juventus e bandiera della nazionale italiana emigrato a giocare prima in Australia ed ora in India.

Il Sindaco Gianluca Buonanno e l’assessore allo sport Paolo Tiramani del Comune di Borgosesia hanno deciso di istruire la pratica per riconoscere a Del Piero la cittadinanza onoraria borgosesiana.

“Vorremmo conferire a Del Piero la nostra cittadinanza - dichiara Buonanno - in quanto crediamo che rappresenti un simbolo non solo della città di Torino, ma dell’intero Piemonte.

Inoltre riteniamo assurdo che un Comune come Torino abbia concesso nel corso degli anni, cittadinanze onorarie a persone che non hanno fatto nulla per Torino o per il Piemonte o che addirittura non sanno nemmeno dove si trovi Torino.

 Ora invece per questioni puramente politiche, ha deciso di negare lo stesso riconoscimento a Del Piero, simbolo di correttezza e sportività in tutto il Mondo, una persona stimata ed apprezzata da tutti gli sportivi. D’altro canto siamo abituati a questo tipo di decisioni da parte dei politici di sinistra che pensano innanzitutto a distruggere le proposte e le decisioni prese da altre parti politiche, non tenendo in minima considerazione ciò che è bene per la comunità.

Abbiamo esempi fin troppo eclatanti in tal senso da quando al governo della Regione Piemonte si è insediata la giunta del PD guidata dal Presidente Chiamparino e i casi della ferrovia e dell’ospedale valsesiano sono visibili a tutti”.

L’assessore allo sport Paolo Tiramani ha invece dichiarato: “Vogliamo premiare una persona che ha dimostrato negli anni di essere innanzitutto un grande uomo, un simbolo di onestà e di eleganza dimostrando sempre grande signorilità.

Del Piero rappresenta lo sportivo per eccellenza, un emblema che ogni ragazzo dovrebbe prendere come esempio, con i suoi atteggiamenti sempre rivolti nel rispetto dello sport e degli avversari.

 Inoltre i meriti sportivi di Del Piero non sono di certo io a scoprirli: parliamo di un giocatore con un palmares di immenso prestigio, di un Campione del Mondo a livello di club e di nazionale, un simbolo della Juventus e dell’Italia; ricordiamo tutti la rete segnata in azzurro contro la Germania padrona di casa, durante i tempi supplementari della semifinale dei Mondiali vinti nel 2006 o la rete decisiva che ha permesso alla Juventus di trionfare contro gli argentini del River Plate nella finale di Coppa Intercontinentale disputatasi a Tokyo nel 1996.

 Del Piero, pur essendo veneto di nascita, può essere considerato piemontese di adozione; il suo rapporto con la maglia bianconera e con la città di Torino è indissolubile ed ulteriormente accresciuto dal 2006 anno in cui ha ricevuto il premio come sportivo Piemontese dell’anno dall’Unione Stampa Sportiva Italiana (USSI).

E’ assolutamente indegno che la Città di Torino, per mere ragioni di rivalità politica, gli abbia negato un riconoscimento come la cittadinanza onoraria, ed è per questo motivo che, in accordo con il Sindaco Gianluca Buonanno, abbiamo deciso di istruire la pratica per conferirgli la cittadinanza onoraria di Borgosesia in quanto Comune della Regione Piemonte, regione che Del Piero ha rappresentato ed onorato per anni a livello mondiale.

Stiamo parlando di una persona a cui è stata concessa l’onorificenza di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana nel 2000, del Collare d’oro al Merito Sportivo nel 2006 e di Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana sempre nel 2006; ma tutti questi attestati ricevuti direttamente dal Presidente della Repubblica Italiana, non sono probabilmente bastati alla giunta comunale di Torino targata PD e guidata da Piero Fassino, per attribuire ad un uomo che ancora oggi all’età di 40 anni, esporta ovunque un simbolo dell’italianità che ci piace, di persona leale che con il sudore e l’intenso lavoro ha costruito i propri successi raggiungendo i vertici assoluti nel mondo del calcio, di un ambasciatore sportivo a tutti gli effetti apprezzato in tutto il Mondo.

Noi crediamo che persone come Del Piero meritino questo riconoscimento molto più di altri a cui il Comune di Torino l’ha concesso e, dal momento che Fassino e la sua giunta non ritengono opportuno concederglielo soltanto nel nome di una battaglia politica fine a se stessa, Borgosesia è assolutamente entusiasta di potergli conferire questa onorificenza”.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

 

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

 

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

 

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it