VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




17/03/2015 - Valsesia e Valsessera - Società e Costume

BORGOSESIA - Il Circolo Fotografico compie 4 anni

Cambio ai vertici del Circolo: Federico Gritti passa il timone al suo vice Laura Pratta, che diventa a pieno titolo neo Presidente





BORGOSESIA - Il Circolo Fotografico compie 4 anni
Laura Pratta e Federico Gritti

(m.a.) - Sabato 21 Marzo alle 21,15, Presso L’Auditorium S. Rocco a Frassineto Po (AL) nell'ambito della IX Rassegna "Il Teatro è servito" organizzata dal Laboratorio Artistico Piccolo Sipario, va in scena lo spettacolo Teatrale “Bergerac, L’amore In Un Bacio” libero adattamentodel Cyrano di Bergerac di Edmond Rostand.

Può un brutto naso influenzare la vita di una persona?

Può un uomo vivere nella sofferenza di un amore non corrisposto?

Questo accade nel dramma teatrale Cyrano de Bergerac, scritto in versi da Edmond Rostand nel 1897.

La vicenda racconta di Cirano, uomo colto e sensibile, che sa scrivere poesie e opere letterarie e sa tirare di spada in modo insuperabile ma purtroppo, ha un naso smisurato: grosso, lungo, bitorzoluto, bruttissimo.

Cirano è innamorato della cugina Rossana, ma a causa della sua bruttezza, non ha il coraggio di rivelarglielo. 

Rossana, invece, ama Cristiano, giovane, bello, ma piuttosto ignorante e privo di spirito.

Sarà Cirano a suggerire di nascosto a Cristiano frasi dolci e galanti per conquistarla.

Scoppia una guerra e i due vengono mandati a combatte; Cirano folle d’amore cerca la morte sul campo di battaglia lanciandosi in imprese epiche,  ma è Cristiano a morire.

Rossana alla perdita dell’amato  si ritira in convento dove Cirano va a trovarla assiduamente. Si reca da lei anche il giorno che è stato gravemente ferito in un agguato a tradimento e, in punto di morte, si lascia sfuggire il suo segreto: Rossana allora capisce di aver amato l’anima di Cirano attraverso la bellezza di Cristiano.

Con  una  prosa attuale e vicina allo spettatore, alternando  momenti di intensa fisicità, spunti di comicità, passioni e drammi umani sconvolgenti, il Cirano di Claudio  Politano, riesce a conquistare il pubblico per la fedeltà irremovibile ai suoi sogni e il suo amore per la libertà e l’anticonformismo, che lo rendono figura umana concreta e sempre attuale.

Amore, poesia, diversità, passione per la libertà sono il filo conduttore di questa storia che racconta la sofferenza silenziosa di una vita, fatta di amori sognati, di baci inventati sulla bocca di altri, di un amore per procura che Cirano, confesserà solo esalando l’ultimo respiro alla amata Rossana, personificazione della gioia e del tormento che il sentimento d'amore suscita nell'animo umano.

Il personaggio di Cirano, espressione dell’eroe romantico ottocentesco, con il gusto guascone per la bravata, l’estro poetico, la vocazione sentimentale,  rappresenta il riscatto della bellezza dell’intelletto su quella del corpo, della morale e della poesia su una visione materialistica dell’esistenza, del valore della libertà su quello della convenienza.

La sua geniale temerarietà, la drammaticità della sua fiera esistenza, vissuta pericolosamente all'insegna del non piegarsi mai alla mediocrità e alle convenienze, costi quel che costi, ne fanno nel contempo un personaggio straordinariamente moderno.

Cyrano è un acrobata della parola,  un funambolo del verso, è poeta e attaccabrighe, asceta e collerico, si batte contro tutto e tutti per difendere  la  libertà della poesia.

Un combattente già sconfitto in partenza quindi, che però lotta fino in fondo contro un destino a cui non può sfuggire. 

Alla fine di tutto, ci avrà indicato l'utopia di una purezza esemplare.

“In questo allestimento la fantasia dello spettatore può spaziare sovrana, resa libera da una regia essenziale: luci e musiche creano le atmosfere e scandiscono i tempi dell'azione; pochissimi oggetti di scena evocano le suggestioni che la vicenda suscita, una storia delicata, dai tratti comici e allo stesso tempo profondi – dice il protagonista Claudio Politano, che ha curato anche la regia – inoltre nel capolavoro di Ronstand molteplici sono i riferimenti alla Commedia dell’Arte e per questo motivo per portare sulla scena le emozioni di questo tormentato triangolo amoroso, si è scelto di far indossare al protagonista una maschera cercando di adattare l’allestimento al mio modo di fare teatro, nel massimo rispetto per l’importanza che questo testo riveste nella storia dello spettacolo”.

Sul palco l’istrionico Claudio Politano dà corpo e voce all’inesauribile, sfuggente, orgoglioso, poliedrico cadetto di Guascogna, Daniela Desana interpreta una romantica e tenera Rossana mentre Omar Muratori veste i panni di Valvert, l’incauto gentiluomo che sfida Cirano ed è inesorabilmente“toccato” alla fine della ballata nella famosa scena del duello in versi.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

borgosesia

vercelli

valsesia

fotografia

associazione


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it