VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/06/2015 - Biella - Società e Costume

BIELLA - Festeggiato il 241° Anniversario della Fondazione del Corpo della Guardia di Finanza

All’evento partecipano tutti i militari in servizio presso il Comando Provinciale, il Nucleo di Polizia Tributaria e la Compagnia di Biella e una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia – Sezione di Biella






BIELLA - Festeggiato il  241° Anniversario della Fondazione del Corpo della Guardia di Finanza
Momento della cerimonia

(m.a.) - Nella sala convegno della Caserma “Finanziere M.a.v.m. Rinaldo Mussini”, in aderenza alle direttive ministeriali degli ultimi anni, si svolge una sobria cerimonia per celebrare il 241° Anniversario della Fondazione del Corpo della Guardia di Finanza.

All’evento partecipano tutti i militari in servizio presso il Comando Provinciale, il Nucleo di Polizia Tributaria e la Compagnia di Biella e una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia – Sezione di Biella. 

Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’ordine del giorno del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Saverio Capolupo, il Comandante Provinciale, commentando l’importanza del delicato compito svolto a tutela della collettività, rivolge un sincero ringraziamento per l’impegno e la professionalità che caratterizzano i Finanzieri biellesi.

Nell’ambito della cerimonia vengono consegnati gli attestati di ricompensa morale ai militari che si sono particolarmente distinti nelle attività operative e di staff:

- Encomi semplici concessi dal Comandante Regionale a:

Ten. Col. Cruciani Cruciano, M.A. D’Amora Sebastiano, M.C. Buonaiuto Giovanni, M.C. De Nisco Luigi, M.C. Fiata Salvatore, M.O. Di Marco Mario Alessandro, M.O. Uliana Andrea.

- Elogi concessi dal Comandante Provinciale a: 

M.A. D’Amora Sebastiano, M.C. Viglianisi Emilio Antonio, M.C. Miglietti Ovidio, M.C. Capasso Vincenzo, M.O Rapisarda Melania, Brig. C. MondelLI  Tommaso, Brig. Franco Riccardo Pasquale, Brig. Cesta Pasquale, V.B. Capasso Luigi, App. Sc. Gomiero Matteo, App. Sc. PASQUALE Domenico Cesidio, App. S. Finetti Massimo, App.Sc. Vistali Massimo, App. Sc. Di Florio Christian, App. Sc. Scarpetti Renato, App. S. Vialardi Paolo, App. Sc. Passaretti Francesco, App. Bondi Lorenzo

 La cerimonia si conclude con la lettura della preghiera della Guardia di Finanza, accompagnata dalle note soffuse della Banda del Corpo che evocano un commosso ricordo dei caduti in servizio.

Al termine un corale, sentito, “Viva la Guardia di Finanza, Viva l’Italia”.

L’occasione si presta per stilare un bilancio dei primi 5 mesi dell’attività operativa. I Reparti della Guardia di Finanza di Biella, seguendo gli indirizzi programmatici fissati a livello centrale, hanno svolto un’intensa azione di contrasto ai fenomeni illeciti finalizzata alla tutela dell’economia legale e al recupero delle risorse finanziarie sottratte all’Erario.

Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa

L’evasione fiscale sottrae risorse alle casse erariali e genera gravi distorsioni di mercato ed iniquità sociale, costituendo un freno allo sviluppo del Paese e all’adozione delle misure redistributive.

La lotta alle frodi fiscali ed all’economia sommersa continua a costituire la prioritaria missione istituzionale del Corpo.

Nel periodo gennaio – maggio sono state portate a termine complessivamente 109 fra verifiche e controlli. Sono stati effettuati  277 controlli su strada e 440 controlli strumentali rivolti ad appurare la regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali, rilevando 101 casi di mancata emissione.

Sul fronte della lotta all’evasione, l’attività è stata concentrata su fenomeni particolarmente insidiosi come l’evasione fiscale internazionale e l’economia sommersa, con la denuncia di 5 soggetti per reati fiscali riconducibili a 5 violazioni al D. Lgs. nr. 74/2000 (in prevalenza per dichiarazione fraudolenta ed occultamento/distruzione di documenti contabili).

Nel quadro del contrasto all’evasione fiscale rientra anche l’attività svolta nel settore dell’economia sommersa finalizzata al recupero di risorse sottratte ai bilanci pubblici.

In tale contesto sono stati scoperti 8 evasori totali, soggetti completamente inadempienti agli obblighi di presentazione delle dichiarazioni annuali e 7 lavoratori in nero e/o irregolari con la contestuale denuncia di 2 datori di lavoro.

Anche per l’anno in corso, il Comando Provinciale di Biella dedicherà importanti risorse al contrasto all’evasione e all’elusione. Gli obiettivi continueranno ad essere individuati attraverso un’attenta attività di intelligence unita all’analisi di rischio e ad un capillare controllo economico del territorio.

Vigilanza sulla spesa pubblica – Lotta agli sprechi

La tutela della spesa pubblica è strettamente collegata alla lotta all’evasione fiscale. La Guardia di Finanza, attraverso il suo operato, deve garantire ai cittadini che le imposte versate allo Stato siano impiegate correttamente e con trasparenza, nonché destinate a coloro che ne hanno effettivamente diritto e bisogno.

In questo comparto sono stati eseguiti:

6 interventi riguardo alle frodi comunitarie, con un ammontare di contributi controllati pari a euro 880.105,00, che hanno portato alla segnalazione agli Organi competenti di 6 soggetti.

Gli interventi hanno permesso di sospendere l’erogazione di contributi pari a euro 645.482 indebitamente richiesti;

15 attività eseguite in materia di prestazioni sociali agevolate, quali ad esempio: false attestazioni Isee, gratuito patrocinio ed esenzione dei tickets sanitari che hanno portato alla denuncia di 2 persone che non ne avevano diritto.

Lotta al gioco illegale

L'attività del Corpo in questo settore si sostanzia:

- nella tutela del gettito derivante dalla raccolta dei giochi e delle scommesse;

- nel contrasto alle forme di concorrenza sleale a danno degli operatori autorizzati da parte di quelli abusivi;

- nella tutela dei consumatori, rispetto ad offerte di gioco illegali, insicure e prive di alcuna garanzia, sia sulla regolarità del gioco, sia sulle probabilità di vincita, tutelando le fasce più deboli, prime fra tutte i minori.

L’attività dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria e della Compagnia di Biella, in questo scorcio del 2015, soprattutto nel quadro di “piani coordinati di intervento” eseguiti in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha consentito di controllare 3 esercizi al cui interno erano installati apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento; in un caso il titolare è stato segnalato alla locale Autorità Giudiziaria.

Aggressione agli interessi economico-patrimoniali della criminalità organizzata ed al riciclaggio

Su questo fronte, l’azione di servizio del Corpo persegue lo scopo di ricercare e reprimere tutti i fenomeni illeciti (riciclaggio, usura, trasferimento fraudolento dei valori, ecc.) in grado di inquinare i circuiti legali dell’economia e di alterare le condizioni di concorrenza.

Gli interventi si sono sviluppati attraverso l’esecuzione di indagini di polizia giudiziaria, l’approfondimento di segnalazioni di operazioni sospette e i controlli sulle movimentazioni transfrontaliere di valuta.

Sono stati portati a termine 17 interventi (tra cui 13 approfondimenti di Segnalazioni di operazioni sospette e 1 controllo antiriciclaggio) con la verbalizzazione di 23 individui, di cui 10 denunciati all’Autorità Giudiziaria e 13 sanzionati amministrativamente.

In materia di contrasto alla Criminalità Organizzata, sono stati conclusi 3 accertamenti patrimoniali con esito regolare.

Nel comparto dei reati fallimentari si sono svolte numerose e complesse indagini che si sono concluse con la denuncia di 5 soggetti per bancarotta fraudolenta.

Anche nel settore della tutela degli strumenti di pagamento sono stati effettuati 4 interventi che hanno portato al sequestro di 118 banconote false.

Tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori

Continua l’impegno del Corpo nella tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori, attraverso lo sviluppo di indagini di polizia giudiziaria finalizzate alla ricostruzione e disarticolazione di tutta la filiera del “falso” e dei prodotti insicuri.

In tale ambito sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria 5 soggetti, sequestrati in materia di contraffazione, made in Italy e sicurezza oltre 3.000 prodotti.

Di particolare importanza ai fini dall’azione di prevenzione e contrasto del fenomeno è la collaborazione con il mondo imprenditoriale ed i relativi organismi di rappresentanza, attuata con l’introduzione di un apposito portale (Sistema Informativo Anticontraffazione – S.i.a.c.), che consente ai titolari delle privative industriali ed intellettuali di collaborare attivamente all’azione di prevenzione e contrasto, mediante l’invio di elementi informativi sui propri prodotti oggetto di contraffazione.

Contrasto ai traffici illeciti

L’attività delegata dall’Autorità Giudiziaria ha impegnato, nei primi 5 mesi dell’anno, sia il Nucleo pt che la Compagnia di Biella, che, a fronte di un totale di 312 deleghe, ne hanno svolto 278 riferite soprattutto a reati fallimentari e di truffa in genere.

Nel settore del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati eseguiti 4 interventi con la denuncia di 5 persone a piede libero ed il sequestro di 32 gr. di sostanze stupefacenti (gr. 10 di cocaina, gr. 21 di eroina e gr. 1 di hashish).

Controllo economico del territorio ed il servizio di pubblica utilità 117

Il “controllo economico del territorio” è garantito dai Reparti del Corpo anche grazie alle richieste di intervento che giungono al numero di pubblica utilità “117”.

Tale servizio trova le sue premesse nella necessità di corrispondere alle istanze di sicurezza economico - finanziaria manifestate con sempre maggiore diffusione dalla collettività.

Sul sito internet www.gdf.gov.it è attiva una specifica sezione “117”, attraverso la quale è possibile compilare, stampare e presentare ai Reparti territoriali segnalazioni, denunce e richieste, di semplice compilazione.

Nei primi 5 mesi dell’anno in corso sono state impiegate oltre 600 pattuglie nello specifico servizio che hanno eseguito controlli su 634 autovetture e sugli 822 occupanti identificati.

Sono state riscontrate 25 violazioni al codice della strada.

La significativa presenza del Corpo attraverso il dispositivo in questione ha anche permesso di intervenire per la salvaguardia della vita umana durante due distinti episodi di incendio occorsi in un appartamento ed ai danni di un’autovettura, evitando più serie conseguenze nei confronti delle persone e dei mezzi coinvolti.

Educazione alla legalità economica

Anche quest’anno sono proseguite le visite presso le scuole di ogni ordine e grado, in aderenza al protocollo d’intesa stipulato tra il Comando Generale del Corpo ed il Miur, finalizzato a promuovere il progetto “Educazione alla legalità economica”, con l’intento  di diffondere, soprattutto tra i giovani,  il concetto di “sicurezza economica e finanziaria” e  il delicato ruolo del Corpo della Guardia di Finanza, a fianco dei cittadini onesti contro la concorrenza sleale.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

TAGS:

Biella

Guardia di Finanza

Anniversario

vercelli

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it