VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




16/11/2013 - Saluggia e Livorno - Cronaca

BIANZE’ - Rubano 700 chili di bobine di rame sulla ferrovia Torino / Milano - Arrestati dai Carabinieri 3 pregiudicati

Saranno processati per direttissima, come prevedono recentissime norme di Legge





BIANZE’ -  Rubano 700 chili di bobine di rame sulla ferrovia Torino / Milano - Arrestati dai Carabinieri 3 pregiudicati
I Carabinieri di Livorno Ferraris mostrano il rame sequestrato

Avevano appena asportato nove bobine in rame del peso complessivo di circa 700 kg dalla linea ferroviaria “storica” Torino-Milano, lungo la tratta che insiste in territorio del comune di Bianzè, quando sono stati sorpresi dai Carabinieri della Stazione di Livorno Ferraris che li hanno bloccati mentre si stavano allontanando a bordo di un’autovettura.

Tutto succede la notte appena passata, quando i carabinieri notano un andirivieni sospetto nei campi appena fuori Bianzè, proprio lì dove transita la linea ferroviaria e decidono di avviare un servizio di osservazione.

Trascorse alcune ore, notano allontanarsi dal luogo una vettura, facendo scattare il blitz e permettendo ai carabinieri che avevano circondato la zona di fermare immediatamente il veicolo.

A bordo vi sono tre pregiudicati del torinese, due italiani ed un rumeno. La perquisizione veicolare e personale ha permesso di rinvenire sul sedile posteriore e nel portabagagli dell’auto circa 700 kg di lamine in rame, oltre che numerosi arnesi adatti proprio al taglio del prezioso metallo.

Le verifiche effettuate sulla linea ferroviaria non hanno lasciato dubbi sulla provenienza del metallo e per fortuna i danni creati dai malfattori non hanno compromesso la regolarità del traffico ferroviario, in quanto prontamente ripristinati da tecnici della società RFI. 

I tre D. L. 26enne di Chivasso (TO), M. A. 40 enne di Casalborgone (TO) e  D. G. 23enne di Chivasso (TO), visto il palese stato di flagranza per furto in concorso, aggravato dalle recentissime modifiche normative (Legge 119 del 15 ottobre 2013), poiché commesso su componenti metalliche sottratte ad infrastrutture destinate all'erogazione di servizi di trasporto, sono stati tratti in arresto e in attesa del rito direttissimo, sono trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale di Vercelli a disposizione del Procuratore della Repubblica di Vercelli.

La refurtiva ha un valore di diverse migliaia di euro, anche se i danni causati all’infrastruttura sono ben maggiori.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it