VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 2 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




15/09/2015 - Lungosesia Ovest e Baraggia - Pagine di Fede

BASTIA DI BALOCCO, PER LA MESSA L’ARCIVESCOVO SCEGLIE UN’OMELIA "VIVENTE" - Giunto il momento della predica, Mons. Marco Arnolfo chiama al pulpito Suor Rosalia Morello - La religiosa missionaria tra gli ultimi del Mondo

Lei non si è tirata indietro




BASTIA DI BALOCCO, PER LA MESSA L’ARCIVESCOVO SCEGLIE UN’OMELIA "VIVENTE" - Giunto il momento della predica, Mons. Marco Arnolfo chiama al pulpito Suor Rosalia Morello - La religiosa missionaria tra gli ultimi del Mondo
Suor Rosalia Morello ad Haiti con i bambini della Missione

Qual è il “posto” dell’omelia nella S.Messa?

Cosa si dice in una omelia, in una “predica”?

C’è chi dice un po’ di tutto.

Chi si prende un po’ di spazio per la catechesi.

Chi annuncia la imminente Patronale.

E’ anche capitato di sentire, talvolta, parlare di politica, sempre cattolicamente, beninteso.

Ma l’omelia è quello spazio che la Liturgia della Parola dedica alla spiegazione delle Letture del giorno.

Insomma, si illustra la Sacra Scrittura, si spiega ciò che il Signore vuole dirci in quel brano dell’Antico e poi del Nuovo Testamento che la Chiesa ha scelto per accompagnare, ma anche segnare, caratterizzare l’Anno Liturgico.

Dunque il Celebrante nell’omelia, divagazioni, se ci sono, a parte, illustra la Parola di Dio.

Ma se uno, con la propria vita, la Parola la illustra già tutti i giorni ed in modo esemplare, non si può forse dire che quella persona sia una sorta di “omelia vivente”?

***

Non sappiamo come sia andata in ordine ai presupposti ed agli antefatti, ma non è vietato credere che Mons. Marco Arnolfo, il 6 settembre scorso, a Bastia di Balocco, nella chiesetta dedicata a Sant’Antonio Abate, abbia pensato qualcosa del genere.

Perché, non appena iniziata appunto la “predica” nella S.Messa che presiedeva in occasione della festa patronale, ha chiamato al pulpito Suor Rosalia Morello perché lo “aiutasse” in quel ministero.

Proprio così: l’Arcivescovo ha chiamato la Suora “di Loreto” che alla soglia degli 80 anni sta per ripartire (dopodomani) per la Missione di Haiti e le ha chiesto di condividere il compito di illustrare “anche” con le parole, la Parola.

Quella Parola della quale lei già “parla” ogni giorno dando con l’esempio della propria vita corpo e “materia” allo Spirito.

***

Lei non si è tirata indietro, forse  anche perché una evidente provvidenzialità degli eventi aveva in quel giorno previsto che la Liturgia offrisse, tra l’altro, quella così chiara ed esigente seconda Lettura, un brano della Lettera di San Giacomo, che sempre mette l’accento sulla distanza tra la nostra fede e le nostre opere, tra il dire ed il fare, tra ciò che professiamo, talvolta predichiamo, e ciò che pratichiamo.

Insomma, per lei, un invito a nozze.

Non si è tirata indietro ed ha lasciato da parte il foglietto con i ringraziamenti (lo pubblichiamo in jpg al termine dell’articolo) scritto di pugno, che si era ripromessa di leggere, per non essere tradita dall’emozione.

Emozione che invece ha ricolmato fino alla commozione i presenti, tutti arrivati per salutarle e darle l’arrivederci a dicembre, quando tornerà dopo avere portato a termine anche la sua ultima fatica missionaria.

Tanta gente, tanti Sindaci del territorio, vicini e lontani, a partire dal Sindaco del paese, Gian Mario Morello, che è suo nipote, come lei nato a Bastia di Balocco.

Diamo dunque l’arrivederci a Suor Rosalia, con una promessa: rileggeremo con più attenzione quella Lettera di San Giacomo, così esigente, così chiara nell’indicarci la strada.

Quella stessa strada sulla quale cammina la piccola Suora di Bastia, missionaria per dire una parola, portare un po’ di conforto, agli ultimi tra gli ultimi del Mondo.

Lo fa perché “Dio lo vuole”, dice lei.

E se lo dice lei c’è da crederci.

La fede  e le opere, come dice San Giacomo.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.


Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:


http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp


Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi


 


 



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it