VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 6 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




15/05/2016 - Asti - Cronaca

ASTI, IL PAPA SI DIMENTICA DI DON SECONDO POLLO - Manda il saluto all'89.ma Adunata Nazionale degli Alpini citando tutte le Penne Nere elevate agli onori degli Altari - Meno una - Rimedierà il prossimo anno a Vercelli

Amen




ASTI, IL PAPA SI DIMENTICA DI DON SECONDO POLLO - Manda il saluto all'89.ma Adunata Nazionale degli Alpini citando tutte le Penne Nere elevate agli onori degli Altari - Meno una - Rimedierà il prossimo anno a Vercelli

Asti, giornata di grandissima festa per l’ 89.ma Adunata Nazionale degli Alpini che si sta svolgendo in queste ore.

E’ in corso la sfilata, culmine della manifestazione.

Poco dopo le 13.30 l’atteso saluto del Pontefice, Papa Francesco, che la Sala Stampa della manifestazione ha giustamente diramato con orgoglio.

A noi pare però – lo diciamo con prudente e rispettosa circospezione, ma doverosamente annotiamo il  fatto – che nelle parole del Papa risuoni…una incredibile dimenticanza.

Francesco ha ricordato i Testimoni e Beati che hanno accompagnato nel tempo l’esperienza delle Penne Nere: “Il Beato don Carlo Gnocchi, il Beato Fratel Luigi Bordino, il Venerabile Francesco Olivelli”.

E… il Beato don Secondo Pollo?

Abbiamo più volte riletto il testo – che comunque riportiamo di seguito integralmente – ma non lo troviamo.

Una dimenticanza, ovviamente, che ci auguriamo sarà rimediata l’anno prossimo, quando il Raduno Interregionale si svolgerà proprio qui a Vercelli.

Per il resto, naturalmente, ci uniamo anche noi anche se purtroppo solo idealmente alla grande festa di Asti.

Ecco il comunicato con le parole di saluto del Pontefice.

***

“È arrivato l’atteso saluto di papa Francesco all’Adunata nazionale degli alpini ad Asti: “Un pensiero speciale rivolgo agli alpini riuniti ad Asti per l’Adunata nazionale. Li esorto ad essere testimoni di misericordia e di speranza, imitando l’esempio del Beato don Carlo Gnocchi, del Beato fratel Luigi Bordino e del venerabile Teresio Olivelli che onorarono il corpo degi alpini con la santità della loro vita”.

Tra la commozione genarale, la sfilata si è arrestata per alcuni istanti per ascoltare le parole del pontefice di origini astigiane.

 “Riconoscenza e fiducia perché sappiamo di poter contare su di voi” queste invece sono state le parole del vescovo di Asti monsignor Francesco Ravinale durante la Messa di sabato nella Cattedrale gotica della città gremita di gente. Si rifa all'immagine della prima Lettura, alla scena apocalittica descritta da Ezechiele. “Il lavoro, l'amicizia, la fratellanza, la famiglia, la solidarietà sono come esseri inerti, ma se sappiamo infondere in queste realtà lo spirito giusto, esse diventano pietre portanti”. Si commuove il Vescovo ricordando il suo papà alpino. E ringrazia le penne nere anche per la loro tipica goliardia che non guasta e che lui ha sperimentato ancora una volta, durante questa Adunata. Sabato, infatti, ha pranzato con gli alpini del Gruppo Storico di Verona suoi ospiti al Seminario”.

***

 

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito. 
Per effettuare una donazione clicca: http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare 
anche le principali notizie del Piemonte:https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it