VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
venerdì 23 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




23/02/2019 - Vercelli Città - Società e Costume

ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE E D’ARMA DELLA CITTÀ DI VERCELLI – Molti gli eventi organizzati in occasione del centenario della nascita del Ten. Col. Renato Ranghino

L’intento è quello di ricordare la figura di un grande personaggio vercellese che nel tessuto civile e sportivo della città ha lasciato un ricordo indimenticabile in tutti coloro che lo hanno conosciuto






ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE E D’ARMA DELLA CITTÀ DI VERCELLI – Molti gli eventi organizzati in occasione del centenario della nascita del Ten. Col. Renato Ranghino

Le Associazioni Combattentistiche e d’Arma della città di Vercelli, organizzano per il giorno 1 marzo 2019  una serie di eventi  per  ricordare il Ten. Col. Renato Ranghino, Cavaliere di Gran Croce, nel centenario della nascita.

L’intento è quello di ricordare la figura di un grande personaggio vercellese che nel tessuto civile e sportivo della nostra città ha lasciato un ricordo indimenticabile in tutti coloro che lo hanno conosciuto, sia dal lato organizzativo, nell’ambito delle associazioni delle quali ha fatto parte, ma soprattutto  dal lato umano per l’innata generosità che lo ha costantemente contraddistinto.

La commemorazione avrà diversi momenti.

Alle ore 11,00 presso il cimitero di Billiemme i rappresentanti delle “Associazioni Combattentistiche e d’Arma”, insieme alla Dott.ssa Emanuela Ranghino, depositeranno un omaggio floreale sulla sua tomba.

Alle ore 18,00 presso la Sala Capitolare della basilica di S. Andrea verrà celebrata la S. Messa di suffragio ed a seguire alle ore 18,45 presso il Piccolo Studio del S. Andrea si terrà un incontro per ricordare la figura dell’amico Renato Ranghino.

Verrà ricordato il suo impegno in ambito sportivo come praticante di varie discipline ma  soprattutto, una volta lasciata l’attività agonistica,  per essere stato protagonista in prima persona in molteplici associazioni legate allo sport;  si possono citare come esempio l’essere stato Giudice di Gara FIDAL, collaudatore ed omologatore di impianti di atletica leggera ( uno fra tanti il Campo  CONI cittadino ), Giudice arbitro e cronometrista nei Campionati Italiani e nella Coppa Italia di atletica leggera; a livello internazionale è stato Giudice di Gara alla 1^ ed alla VI^ Universiade e soprattutto alle XVII Olimpiadi di Roma ( protagonista della squalifica della staffetta statunitense nella 4x400 per un cambio fuori settore, episodio che ha fatto molto parlare nel mondo dell’atletica). 

Per questi impegni nel 1987 gli è stata conferita la Stella d’Oro del CONI.

Dal 1958 al 1997 ha ricoperto  incarichi fino alla carica di Presidente del Panathlon Club Vercelli, da lui costituito insieme ad altri due vercellesi illustri : Bertinetti e Prestinari.

Nel 1974 fu presidente della società di pallavolo “Libertas San Bernardo” sfiorando nel 1985 la promozione nella serie A.

In ambito civile è da rimarcare il suo lavoro da libero professionista che lo ha portato a ricoprire posizioni di prestigio in ambito lavorativo: è stato collaboratore nella costruzione della sede dell’INA, dello stabilimento UCIC, dell’Istituto delle Suore Salesiane di Don Bosco; direttore dei lavori per la realizzazione della palestra dell’Istituto delle Suore del Sacro Cuore e dell’Istituto delle suore “Figlie di Maria Ausiliatrice” di Roppolo.

Negli anni ha ricoperto anche la carica di Amministratore Delegato e successivamente di Co-Presidente, con l’Arcivescovo Mons. Albino Mensa, del “Corriere Eusebiano”.

Come Consulente del Lavoro è stato Consigliere Nazionale presso il Ministero del Lavoro.

Ha avuto inoltre ruoli importanti nella vita politica e nel volontariato vercellese, ed è stato premiato con la Stella d’Oro AVIS per l’intensa e fruttuosa attività.

Ma le Associazioni d’Arma vercellesi incentreranno l’intervento del 1° marzo ricordandolo come protagonista della storia delle suddette associazioni e sulla sua attiva partecipazione a tutte le manifestazioni che il più delle volte lo hanno visto come organizzatore ed ispiratore. Vi sarà un particolare ricordo della sua partecipazione alla Battaglia di “EL Alamein” del 1942 con la lettura di un emozionante e toccante racconto scritto di suo pugno che metterà in luce tutta la sua umanità.

Appuntamento quindi venerdì 1 marzo in S. Andrea, appuntamento al quale sono invitati tutti coloro che hanno conosciuto Ranghino di persona ed anche coloro che sono interessati alla conoscenza di una persona che ha lasciato il segno in un particolare periodo della storia della nostra città.  

 



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it