VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




03/02/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico Demaria - Al Piola arriva il Cremona di Tesser - Impresa ardua battere una tra le super potenze del campionato

Si gioca alle 15 agli ordini del signor Pillitteri di Palermo



APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico Demaria - Al Piola arriva il Cremona di Tesser - Impresa ardua battere una tra le super potenze del campionato

Quasi completamente rinnovata dal calciomercato di riparazione appena concluso, la Pro cercherà di confermare a Cremona i progressi dimostrati la settimana scorsa in casa con l’Ascoli.

Impresa ardua perché i grigiorossi di Tesser, già eversori dei bianchi al Piola, nel girone di andata (4 a 1: goal della bandiera, su rigore, di Firenze), sono tra le super potenze del campionato: non perdono dall’11 novembre (1 a 2 in casa con il Palermo) e, quarti in classifica, ex aequo con il Parma, sembrano ben consolidati in area playoff.

Per giunta, il “Giovanni Zini” è tradizionalmente uno stadio ostico per la Pro. Ci abbiamo visto tante partite (anzi, quasi sempre intravisto, per la nebbia) e quasi sempre siano stati puniti, soprattutto ai tempi di Mondonico.

Se non ricordiamo male, proprio una sconfitta a Cremona costò la panchina a Bruno Mazzia, alla sua prima esperienza, non fortunata, da mister, mentre come giocatore, egli è stato probabilmente uno dei più grandi, se non il più grande approdato a Vercelli negli ultimi quarant’anni.

Tralasciamo i ricordi, per concentrarci sul presente. Grassadonia trova otto giocatori nuovi, ma perde subito Alcibiade, che, all’esordio aveva impressionato favorevolmente con l’Ascoli.

Out anche Altobelli, Rovini e il ritrovato Gatto, non è dato di sapere - visti gli allenamenti a porte chiuse - l’allenatore salernitano riproporrà il 3-5-2 vincente con l’Ascoli, oppure tornerà al prediletto 4-3-3, ma, soprattutto, se deciderà (o meno) di lanciare subito qualche neo acquisto. Inutile azzardare dunque la formazione. Grosso modo, diciamo che, Pigliacelli a parte, dovremmo vedere  Bergamelli e Gozzi al centro della difesa, con Mammarella a sinistra e Ghiglione o Berra a destra, a meno che non si opti per la difesa a tre con Bergamelli, Gozzi e Jidayi e, a quel punto, gli esterni dialogherebbero a centrocampo con Vives (certamente) e Germano e Castiglia (probabilmente).

Ma sia a centro campo sia davanti, potremmo avere innesti immediati dei nuovi: vedremo subito Paghera o Ivan  e magari Kanouté, Alex o Reginaldo? Ma è possibile tenere fuori il Morra anti-Ascoli? Deciderà il mister.

E dire che, nonostante le forzate assenze, Grassadonia avrà problemi di abbondanza. Per quanto riguarda l’organico i desideri di Secondo si sono avverati solo in parte: il presidente auspicava una squadra motivata e dalla rosa ridotta. La motivazione è emersa nel match con la squadra di Cosmi, ma la rosa si è addirittura dilatata a 28 giocatori: un’esagerazione che tuttavia, nei frangenti di infortuni e squalifiche, fa felice Grassadonia.

Detto questo, sarebbe magnifico fare punti oggi allo “Zini”, ma anche sabato prossimo nel secondo match-salvezza casalingo consecutivo con il Brescia. Oggi attenzione ai pericoli pubblici Brighenti e Paulinho. Si gioca alle 15 agli ordini del signor Pillitteri di Palermo.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it