VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/02/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Al Piola torna il Palermo, dopo 79 anni - Allora andò bene

All'andata però non è andata bene



APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Al Piola torna il Palermo, dopo 79 anni - Allora andò bene
Marini

( edm ) - Paolo Sala, uno dei quattro grandi “storici” del calcio vercellese (gli altri sono il compianto Sergio Robutti ed i colleghi Bruno Casalino e Alex Tacchini) ha ricordato, su “La Sesia”, che il match Pro-Palermo mancava a Vercelli dal 10 dicembre 1939, vale a dire da 79 anni.

 

Quel giorno, all’allora “Robbiano”, in serie B, le bianche casacche prevalsero per 4 a 3.

 

Rosanero e vercellesi si sono già ritrovati però all’andata quando, al “Barbera”, pur perdendo di misura (1 a 2: gol di Bifulco rimontato dalla doppietta di Nestorovski), la Pro disputò una gara magnifica.

 

Oggi, al “Piola”, rigenerata

 

Morale: Zamparini furente e squadra in ritiro a Coccaglio, nel Bresciano, per preparare a dovere il match con la Pro.

 

Il termine “ultima spiaggia” è abusato, ma calza a pennello per i rosanero di Tedino che solo vincendo a Vercelli possono sperare di tenere il passo delle capolista Empoli e Frosinone, ormai avanti di sei punti.

 

Paradossalmente, dunque, partita della vita soprattutto per il Palermo, ma match di capitale importanza anche per la Pro che sogna la quinta gara di fila senza sconfitte e già pensa al prossimo spareggio-salvezza martedì sera a Cesena.

 

Rispetto alla gara di sabato scorso a Salerno (a proposito, i granata sono stati affondati ieri sera a Spezia nell’anticipo di campionato: 3 a 0), Grassadonia recupera Bergamelli, Ghiglione e Castiglia, non purtroppo Vives, che però potrebbe esserci a Cesena.

 

Mancherà ancora Alcibiade, ma il Jidayi ammirato a Salerno offre sufficienti garanzie, qualora Grassadonia decida di giocare a tre in difesa. Ma, come abbiamo sempre detto, Grassadonia è imprevedibile e dunque i nostri sono meri azzardi: siamo curiosi di vedere se, a centrocampo, o a ridosso delle puntate,  l’allenatore campano deciderà di schierare finalmente Ivan oppure sede opterà per un attacco ispirato da Alex.

 

La curiosità, come sempre, sarà soddisfatta a pochi minuti dal match.

 

A questo punto, per concludere dovremo rivolgere il solito appello al pubblico che, obiettivamente, contro il Brescia non era quello che una volta si definiva “delle grandi occasioni”.

 

Perché quella odierna è davvero una grande occasione.

 

Attenzione al pericolo pubblico numero uno che si chiama Nestorovski.

 

Si gioca alle 15, agli ordini del signor Marini di Roma.

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it