VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 27 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




21/12/2017 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - A Terni duello tra penultime: in palio tre punti salvezza

Con Atzori cerchiamo di tirarci più in fretta possibile fuori dai guai, solo in (piccola) parte dovuti a Grassadonia






APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - A Terni duello tra penultime: in palio tre punti salvezza
Francesco Paolo Saia di Palermo


( edm ) - Fatalmente, dopo aver racimolato la miseria di due punti in cinque gare, eccoci, prematuramente, al primo spareggio-salvezza: è quello che si consumerà giovedì sera al “Liberati” di Terni, dove la Pro, ora affidata a Gianluca Atzori, se la vedrà con le “ferie” allenate da Sandro Pochesci, il mister esordiente in B, famoso per la sua intemerata contro la Nazionale di Ventura.

 

Pro e Ternana condividono la drammatica classifica: entrambe sono penultime con 18 punti, appena due scalini più su dell’Ascoli, ma già abbastanza lontane dal gruppetto Avellino-Brescia-Cesena che, a quota 22, sta scalpitando per tirarsi fuori dalle sabbie mobili dei playout.

 

Dunque sia Pro sia Ternana questa sera devono assolutamente vincere e, nel contempo, sperare nelle disgrazie altrui.


Ovviamente, da sabato scorso qui non si parla d’altro che del benservito dato a Grassadonia e, sui social, sono stati in molti ad osservare come tutte le responsabilità per il sinora disastroso cammino in campionato non potessero essere attribuite esclusivamente all’allenatore; tutto giusto e pienamente condivisibile, non fosse che una regola non scritta ma basilare del calcio fa sì che, purtroppo, quando una squadra denota segni di cedimento sempre più evidenti, le società vadano puntualmente a parare sul cambio dell’allenatore.

 

Sarà ingeneroso, ingiusto, assurdo, ma, sinceramente, non esistono alternative. 

 

Ma ora non ci sembra il caso di continuare ad autoflagellarsi.

 

C’è Atzori e con lui la squadra dovrà cercare di trarsi il più possibilmente in fretta fuori dai guai.

 

A Terni, il neo allenatore (che, cavallerescamente, ha parlato solo ed esclusivamente bene del suo predecessore) sembra intenzionato a cambiare assai poco, tra modulo e giocatori, rispetto alle ultime formazioni allestite da Grassadonia.

 

Tuttavia, dovrò giocoforza trovare un sostituito per Firenze, a letto con l’influenza, e decidere chi schierare davanti in un attacco che sinora non ha certo convinto, con le 22 reti totali all’attivo.

 

Anche la Ternana ha segnato con il contagocce (ma pur sempre cinque gol più di noi), e, per giunta, ha subito 33 gol contro i 31 incassati dalla Pro.

 

Insomma, due formazioni che stanno male, malissimo e che domani si giocano, non solo psicologicamente, una fetta non trascurabile di salvezza, pur mancando ancora alla fine dei giochi una vera eternità.

 

Inizio alle 20,30 agli ordini del signor Francesco Paolo Saia di Palermo

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it