VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 15 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




10/03/2017 - Vercelli - Salute & Persona

ANTONIO SAITTA LO CONFERMA - Emodinamica di Vercelli ha numeri e qualità per essere mantenuta e rafforzata - Ufficiale al convegno organizzato dall'Ordine dei Medici oggi in città - Soddisfazione di Pier Giorgio Fossale: un dialogo che continua

"Sanità, a Vercelli e Borgosesia è il momento di prospettive e di crescita": L'assessore regionale Saitta conferma che la rete e integrazione con Novara sono la strada maestra: proposta un'unica azienda ospedaliera universitaria di quadrante




ANTONIO SAITTA LO CONFERMA - Emodinamica di Vercelli ha numeri e qualità per essere mantenuta e rafforzata - Ufficiale al convegno organizzato dall'Ordine dei Medici oggi in città - Soddisfazione di Pier Giorgio Fossale: un dialogo che continua
Antonio Saitta e Pier Giorgio Fossale

( guido gabotto ) - "Sanità, a Vercelli e Borgosesia è il momento di prospettive e di 

crescita" - L' Assessore Regionale Saitta conferma che la rete e integrazione con Novara sono la strada maestra - Proposta un'unica Azienda ospedaliera universitaria di quadrante


***


Positivo confronto questo pomeriggio ( 10 marzo ) a Vercelli (organizzato dal presidente dell'Ordine dei medici di Vercelli Piergiorgio Fossale, in collaborazione con i consiglieri regionali Gabriele Molinari e Giovanni Corgnati) con l'assessore alla Sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta dal quale sono venuti impegni e conferme sulla cosiddetta "fase due" della sanita piemontese e vercellese in particolare, dopo l'uscita dal piano di rientro dal debito sanitario.


Tante le proposte interessanti su cui lavorare, a partire da quella di arrivare alla creazione di un'unica azienda ospedaliera universitaria per il quadrante Novara - Vercelli - Biella, costituendo a Vercelli un polo didattico e di ricerca universitaria biotecnologica.


"Quello che ho ascoltato stasera a Vercelli è musica per le mie orecchie" ha commentato soddisfatto l'assessore Saitta al termine dell'incontro durante il quale ha voluto invitare Vercelli ad abbandonare una sorta di complesso di inferiorità, offrendo poi alcuni dettagli più operativi, concordando con la necessità di abbandonare alcune battaglie di retroguardia che si limitavano a difendere il numero dei posti letto ospedalieri.


"Ha ragione Chiara Serpieri, direttore dell'Asl di Vercell - ha detto Saitta - perché ora è venuto il momento in cui si può parlare di prospettive per la sanita vercellese.

I vincoli sono diventati opportunità e ringrazio tutti per aver avuto la forza e la pazienza di comprendere ed aspettare. Un esempio?

L'emodinamica dell'ospedale di Vercelli ha raggiunto e consolidato i numeri adeguati per essere mantenuta e rafforzata, dopo essere stati fatti investimenti in personale".


Saitta aggiunge: "Qui nell'Asl di Vercelli si sono raggiunti gli obiettivi di mandato su tutti i fronti (prevenzione, rete ospedaliera e impostazione rete assistenza territoriale) puntando sull'innovazione delle risorse umane prima ancora che tecnologiche, valorizzando le professionalità degli ospedali di Vercelli e Borgosesia.


Rientrano in questo tema sia l'alleanza strategica con l'università del Piemonte orientale e  le nomine dei primari ospedalieri, bloccate da troppi anni. E' vero che all'ospedale di Borgosesia su quattro strutture complesse, due (medicina e ortopedia) non sono ancora coperte con un primario, ma va detto che ortopedia è vacante da soli quattro mesi a seguito del pensionamento del primario, da anni peraltro a scavalco anche sulla struttura di Vercelli: a Vercelli è già avvenuta la  nomina ad ottobre.

A Borgosesia ora il facente funzioni regge bene, in attesa di espletare le procedure per un nuovo incarico. Per il reparto di medicina di Borgosesia - vacante da cinque anni - voglio sottolineare che la direzione dell'Asl di Vercelli sta emanando proprio in questi giorni il bando dopo aver già dotato le strutture semplici di un responsabile: pronto soccorso, anestesia".


Da Giorgio Bellomo, preside della facoltà di medicina dell'università del Piemonte orientale è venuta la conferma della bontà del percorso di integrazione e rete tra Vercelli e Novara per offrire un futuro alla sanità dell'intero quadrante che non può essere intesa per gerarchie locali, ma deve sfruttare le potenzialità di sistema: "Vercelli non può fare a meno di Novara e viceversa" ha ribadito Bellomo.


Saitta infine ha voluto anche porre l'accento sulla rete di assistenza territoriale, ricordando che nei suoi piani la Regione Piemonte ha previsto per questo territorio la realizzazione o il rafforzamento di case della salute a Santhià, Gattinara, Varallo, Coggiola e Cigliano.


"Il dialogo con Vercelli è ripartito con concretezza e positivamente" conclude Saitta "e questa è la strada per costruire le risposte corrette ai nuovi bisogni di salute della popolazione".


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it