VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




17/01/2018 - Crescentinese - Mondi Vitali

ANPI CRESCENTINO - Le iniziative proposte dalle scuole cittadine e dalla sezione ANPI per la Giornata della Memoria 2018

L’obiettivo è ricordare il passato per costruire un nuovo futuro



ANPI CRESCENTINO - Le iniziative proposte dalle scuole cittadine e dalla sezione ANPI per la Giornata della Memoria 2018

Anche quest’anno prosegue il dialogo fra la sezione ANPI di Crescentino e le scuole cittadine: in occasione della Giornata della Memoria è stato proposto agli insegnanti il progetto “Racconti di pace”. “Perché la pace è uno dei valori fondamentali per l’ANPI; – osserva il presidente Giovanni Bodolo sosteniamo e ribadiamo con fermezza, come avvenuto anche la scorsa primavera attraverso Basta con questo gioco alla guerra, l’appello firmato dall’ANPI nazionale con le tre sigle sindacali, ACLI e ARCI oltre a don Ciotti. L’appello era rivolto “alla civiltà suprema del dialogo, della sua umanità, della sua intelligenza” e sollecitava le cittadine e i cittadini a “diffondere il più possibile voci e iniziative di pace, anche in nome della nostra Costituzione” che sempre ci ricorda che “l’Italia ripudia la guerra”.

Quindi, l'obiettivo è ricordare il passato per costruire un nuovo futuro. Il primo passo sarà la visione di un film scelto dai docenti. Gli studenti dell’Istituto Calamandrei saranno al teatro Angelini mercoledì 31 gennaio, mentre gli allievi di seconda e terza media vi si recheranno, lunedì 29 al mattino. Poi, come è ormai consuetudine, nel pomeriggio incontreranno i “nonni Anpi” per sentire dalla loro viva voce come si viveva e cosa accadeva durante il periodo bellico. Intanto, da giovedì 25 gennaio a giovedì 1 febbraio, nell’atrio della scuola media “Caretto” si potranno ammirare vari lavori eseguiti dagli studenti, oltre a disegni e a cartelloni che interpretano i racconti proposti dall’ANPI, per capire e riflettere su aspetti d'attualità e di storia. Le narrazioni riguardano leggende locali, dal Santuario della Madonna del Palazzo alla Papetta passando per san Crescentino; a queste, ed è qui la novità, si aggiungono quelle raccolte dall’insegnante di italiano per stranieri Alessia Manunza nel percorso didattico con i richiedenti asilo, domiciliati in via Mazzini. Un incontro fra culture per leggere nuove storie (del resto anche a Crescentino sono ormai numerose le famiglie di origine straniera), iniziare a conoscersi, scoprire che certi schemi narrativi e di pensiero sono uguali in tutto il mondo – chi non conosce la fiaba del padre che lascia l’eredità ai tre fratelli? - e che ogni Paese ha una Storia e una memoria che sarebbe interessante divulgare. Ecco, allora, fra i personaggi incontrati anche Soundiata Keita, il Re Leone (quello vero),  mitico re e guerriero vissuto in Africa Occidentale nel XIII secolo. I richiedenti asilo hanno scelto la leggenda della pastorella che recuperò miracolosamente la statua della Madonna del Palazzo; per comprendere meglio la narrazione hanno visitato il Santuario e l’area annessa, raccogliendo notizie e scattando fotografie. Oltre agli studenti della I ragioneria e della II geometri, coordinati dai proff. Alberto Averono, Giovanna Vaniglia e Marilena Vittone, hanno realizzato dei cartelloni anche gli alunni della IV B con le maestre Maria Vittoria Forza e Antonella Dassano e della V D con le maestre Elena Gatti e Marzia Martinez. La scuola media, oltre ad ospitare la mostra, metterà in esposizione lavori e disegni, primo fra tutti il bellissimo “Guernica” che, posto di fronte all’ingresso, accoglie i visitatori: il Presidente della Repubblica ha fortemente voluto l’esposizione dei cartoni dell’opera per il suo valore artistico e simbolico, la perenne esposizione in una scuola è di certo un messaggio ancora più forte e incisivo. “L'ANPI di Crescentino - conclude Bodo- vuole che il Giorno della Memoria 2018 sia vivo e non una vuota rievocazione, perciò dà il suo contributo per  la diffusione dei valori di pace e di democrazia, soprattutto vuole che le giovani generazioni diventino i testimoni di questi ideali e difendano la  Costituzione”.

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it