VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 20 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



27/02/2009 - Santhiatese e Cavaglià - Cronaca

ALLEANZA TRA ASSOCIAZIONI E COMUNE PER DIFENDERE E VALORIZZARE IL TERRITORIO - Un documento programmatico sottoscritto da otto realtà dell’associazionismo sociale, fortemente radicate tra le gente




ALLEANZA TRA ASSOCIAZIONI E COMUNE PER DIFENDERE E VALORIZZARE IL TERRITORIO - Un documento programmatico sottoscritto da otto realtà dell’associazionismo sociale, fortemente radicate tra le gente
La firma del protocollo

E’ stato firmato a Palazzo Ferraris il Protocollo d’intesa per il Piano “LI.FE.”, un “documento strategico per la tutela e la valorizzazione del territorio” sottoscritto dall’Amministrazione Comunale e da otto associazioni Livornesi: presenti all’incontro c’erano l’Assessore alla Tutela e Valorizzazione Ambientale ed Energetica del Territorio Stefano Corgnati, l’Assessore ai Servizi sociali Enrico Anzola e il Sindaco Renzo Masoero, che ha firmato il documento d’intesa coi rappresentati delle associazioni, cioè Franco Bellini per l’“Associazione Pescatori Sportivi”, Corgnati Claudio per il “Gruppo di Lavoro La Nostra Terra”, Elena Furini per il “Gruppo di Lavoro Strada Liburnasca”, Sergio Marchetti e Roberto Anzola per il “Gruppo di Lavoro Percorso Ecologico”, Mario Donato per l’“Associazione Turistica Proloco Livorno Ferraris” e per il “Gruppo Podisti”, Carla Pugliaro per l’“Associazione Amici del Museo Civico Ferraris”, Gian Piero Rollone per il giornale “Liburnum”. “Sono particolarmente felice della firma di questo protocollo perché credo che il nostro sia uno dei rarissimi casi di accordo su temi così importanti e attuali tra un Comune e le associazioni di volontariato – ha spiegato il primo cittadino nel corso della conferenza stampa – Tutti noi possiamo vantare risultati importanti ottenuti con il nostro lavoro condiviso: Livorno è più conosciuta rispetto a quattro o cinque anni fa. Abbiamo fatto conoscere quali sono le nostre  ricchezze culturali, storiche e ambientali, tanto che ormai possiamo considerarci un polo in grado di ricevere il turismo di giornata”. La firma di questo documento segna dunque un punto di svolta tra il lavoro svolto fino a questo momento e quello che dovrà essere svolto nei prossimi mesi e nei prossimi anni: un cammino condiviso tra Comune e Associazioni che s’impegnano a stringere sinergie comuni per valorizzare e promuovere il territorio Livornese. “Già oggi possiamo contare molti turisti che vengono a Livorno per il percorso della Lola o per l’Ecomuseo della Colombara – ha proseguito Masoero – Prossimamente potremo offrire anche il turismo religioso con la nostra “Via Liburnasca”, antica diramazione della Via Francigena. Tra qualche anno sarò pronto anche il Museo Archeologico del Piemonte Orientale: in futuro questo nostro lavoro porterà risultati ancora più significativi, ma già oggi noi rappresentiamo un’offerta importante nell’ambito del territorio vercellese. La firma di oggi rappresenta una pietra miliare in questo nostro cammino di azioni condivise”. Cosa racchiude questo documento? E’, di fatto, una sintesi pensata per avere una visione chiara dei progetti in campo, sono state esplicitate le intenzioni e sono state rilevate le conoscenze e i saperi delle varie associazioni. “Abbiamo stabilito una mozione di intenti. Ogni Associazione mantiene pienamente la sua autonomia e dovrà essere protagonista della propria attività.  Il Comune ha la sola funzione di conoscere e coordinare tutta l’operatività è delle associazioni che agiscono di concerto – ha spiegato l’assessore Stefano Corgnati - Noi oggi siamo i primi sottoscrittori, siamo coloro che fin’ora sono stati i protagonisti di questo processo maturato negli ultimi anni: periamo che altri possano aggiungersi al gruppo iniziale”. Corgnati ha voluto sottolineare come questo documento vuole essere “un attestato di stima verso le associazioni, un premio per l’appoggio che da loro il Comune ha sempre avuto. Noi vogliamo che il protagonismo sia delle associazioni e non del Comune, questa firma deve salvaguardare l’indipendenza delle associazioni dalle Amministrazioni Comunali che si susseguono nel tempo”.



In che cosa consiste il Protocollo d’intesa per il Piano “LI.FE.” firmato dal Comune e dalla Pro Loco, da Liburnum, dal Gruppo Podisti, dall’“Associazione Amici del Museo Ferraris”, dall’Associazione Pescatori e dai gruppi di lavori “Strada Liburnasca”, “Percorso Ecologico” e da “La Nostra Terra”? Ce lo spiega nel dettaglio l’Assessore Stefano Corgnati, che da tempo si è speso per arrivare a questa soluzione condivisa per la promozione e la tutela del territorio Livornese. “E’ in primo luogo un documento che impegnerà tutti i sottoscrittori a condividere un comune percorso progettuale e operativo per la promozione e lo sviluppo del paese dal punto di vista ambientale, culturale, storico e delle tradizioni”. Il Comune avrà in tutto questo la funzione di cabina di regia, che farà da collante tra le varie associazioni e gruppi di lavoro che continueranno a lavorare in piena autonomia, continuando a portare avanti le proprie attività e manifestazioni ma in un’ottica di collaborazione e di sinergia e soprattutto nel quadro di una serie d’iniziative che avranno come fine ultimo sempre la promozione del paese. Nelle riunioni preparatorie sono stati fissati i quattro assi portanti del documento che impegna le associazioni e il Comune a proseguire verso quegli intenti che consentano di sviluppare quattro diversi ma complementari settori. “In primis c’è la ‘Tutela del patrimonio naturale’, che vuol dire potenziare i percorsi ecologici che grandi successo e richiamo hanno avuto in questi anni: parlo ovviamente della  “Strà d’la Lòla”, del “Percorso del Lòlo, Gerbidi e Lolino” – spiega Stefano Corgnati – Grande attenzione alla ‘Valorizzazione delle tradizioni’, che si traduce nella promozione e nella riscoperta delle cascine e delle tenute, dei vecchi edifici e delle costruzioni disseminate nel paese e in tutto il territorio circostante, cosa che implica anche la riscoperta degli oggetti da lavoro di un tempo. Gli altri due punti cardine del protocollo sono ‘Scienza ed energia’, capitolo imprescindibile della storia del paese, visto l’illustre concittadino Galileo Ferraris e l’utilizzo del territorio circostante per la costruzione di centrale per la produzione di energia, e ancora ‘Studio delle radici storiche, con la riscoperta e la valorizzazione della “Strada Liburnasca” antica diramazione della Via Francigena”. Poiché il progetto è aperto all’ingresso di nuove associazioni e soggetti interessati, è ipotizzabile che si  possano individuare e sviluppare altri settori di studio. “ Oggi abbiamo messo sulla carta le nostre intenzioni – conclude Corgnati - Domani saremo ancora più uniti per presentarci ai Livornesi e all’esterno come un’entità unica in grado di rappresentare pienamente il nostro paese e di ricevere contributi”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it