VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



Dettaglio News
20/01/2010 - Vercelli Città - Mondi Vitali

ALL’ASSOCIAZIONIE 12 DICEMBRE IL PREMIO PLACIDO VIDALE 2010 - Il sodalizio dedicato a Ilaria ed Enrico Paronuzzi, scomparsi nel 2004 per lo tsunami - Fratel Placido, campione della carità




ALL’ASSOCIAZIONIE 12 DICEMBRE IL PREMIO PLACIDO VIDALE 2010 - Il sodalizio dedicato a Ilaria ed Enrico Paronuzzi, scomparsi nel 2004 per lo tsunami - Fratel Placido, campione della carità
Placido Vidale

Ricordiamo ancora con commozione quella domenica 13 gennaio 1991, quando ci ritrovammo alla Redazione di Notizia Oggi Vercelli per scrivere la notizia della morte, da poco sopraggiunta, di Fratel Placido.



Subito fu chiaro a tutti coloro che stavano con noi nella stanza a raccogliere memorie ed emozioni di anni passati con il religioso marianista che il suo ricordo avrebbe dovuto essere sostenuto, nel tempo, da iniziative che perpetuassero e traducessero nella mutevolezza dei tempi e delle circostanze il suo magistero della carità.


Così nacque l’idea del premio, che ancora oggi Don Alberto Colombo porta avanti con coerenza e impegno.


Il caso ha poi voluto che, il giorno 17 gennaio 2009, la notizia del premio intitolato a Placido (http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=28 ) fosse la prima che il nostro quotidiano on line pubblicava, iniziando così nel segno di un ricordo e di un esempio di umiltà laboriosa, il proprio cammino al servizio dei Lettori.


 


Sabato 23 gennaio 2010 ore 16,30.


Nella Chiesa di Billiemme in Vercelli, al termine della celebrazione eucaristica, presieduta da p. Enrico Masseroni Arcivescovo di Vercelli, sarà assegnato il Premio “Fr. Placido Vidale” nella sua XIX edizione.


Il Premio è destinato all’Associazione12dicembre” di Vercelli.


Placido Vidale nasce a Bassano del Grappa nel marzo 1930. Si consacra a Dio nella Congregazione della Società di Maria (Marianisti) come fratello laico. Con altri due marianisti nel 1969 fonda una comunità in Vercelli che da via Giovenone, dove ha trovato una collocazione provvisoria, si impianta, su indicazione dell’allora Arcivescovo di Vercelli mons. Albino Mensa, in Cappuccini, Via Thaon de Revel 93.


Perché di questa scelta? Portare la vita consacrata a Dio fra la gente, fuori dalle mura del convento, testimoniando che l’amore di Dio si rende visibile nell’amore verso coloro che Lui stesso ti fa incontrare, come il malcapitato della parabola del ‘buon samaritano’.


All’inizio, per guadagnarsi da vivere, la piccola comunità si trova a lavorare con una macchina da stampa offset e con un lavoro in fabbrica, rimanendo comunque disponibile ad eventuali indicazioni della Provvidenza per un eventuale servizio alla Chiesa e alla società.


E’ alla fine del 1971 che fr. Placido, con la comunità tutta, viene interpellato per farsi carico del mondo degli svantaggiati mentali in stretta collaborazione con Anffas, Comune e Provincia di Vercelli e volontari. Nascono così il “Laboratorio Protetto Comunale”; la “Casa Famiglia”, gestita dalla Provincia, per i ragazzi che dall’istituzione devono rientrare nei loro luoghi di origine; l’A.V.G.I.A. (Associazione Vercellese Giovani Invalidi e amici) con i Centri diurni di Tronzano e di Trino, le Cooperative Artigiana S. Giuseppe Lavoratore di Vercelli e Camminare Insieme di Tronzano.


La stessa comunità marianista diventa luogo di accoglienza per disabili che, per legge dovendo abbandonare l’istituto ospite per rientrare al paese di origine, non hanno persone di riferimento.


Fr. Placido è stato un campione della carità. E’ stato un vero strumento di Dio nel settore dell’emarginazione. Un pioniere instancabile sino alla morte avvenuta improvvisa il 13 gennaio 1991 nell’ospedale di Vercelli.


I semi da lui piantati nelle nostre terre sussistono ancora per opera di volontari al servizio dell’emarginazione che oggi ha assunto volti diversi, ma che continua a interpellarci con i detti di Gesù: “ho avuto fame e mi avete dato da mangiare,ho avuto sete e mi avete dato da bere… Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere?… Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatto a me”.


Il Premio “Fr. Placido Vidale” vuole contribuire a far emergere le fatiche di “uomini di buona volontà” che lavorano per un mondo più umano condividendo risorse fisiche, intellettive ed economiche. Come dice san Giovanni nel prologo del suo Vangelo “la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta”.


p. Alberto – Convento di Billiemme


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it