VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 5 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




10/09/2009 - Santhiatese e Cavaglià - Cultura e Spettacoli

ALICE CASTELLO - Sulla questione dell’occultamento di libri sul Revisionismo dalla biblioteca del paese prende la parola Lodovico Ellena





ALICE CASTELLO - Sulla questione dell’occultamento di libri sul Revisionismo dalla biblioteca del paese prende la parola Lodovico Ellena
L'Assessore alla Cultura Ellena

(p.p.) – La questione che ha coinvolto i testi scomparsi della biblioteca di Alice Castello sembra riportare la mente ad macchinazioni di vetustà non poco trascurabile: occultamento di libri perchè scomodi o inadeguati alla cultura. Un libro, in fondo, è solo un libro: sarà poi il giudizio del lettore ad offrirgli un’interpretazione. Ma su cosa verte questo ‘giallo’? A spiegare la vicenda è l’Assessore alla Cultura, il professor Lodovico Ellena, famoso autore di testi inerenti alla cultura locale e la storia del Piemonte, d’Italia ed oltre:



Innanzi tutto bisogna mettere in chiaro che al momento la situazione è rientrata nella assoluta normalità e la vicenda è completamente acclarata. Però, è bene che si spieghi cosa sia successo davvero. Qualche mese fa, il Comune ricevette una sorta di offerta per gestione della nostra rinnovanda biblioteca dal Sistema Bibliotecario d’Ivrea e Canavese, organizzazione che raccoglie moltissimi comuni della zona ripartita fra le province di Vercelli e Torino. Loro compito è gestire, ordinare e catalogare i testi delle biblioteche che vanno rivalutate. Quando ci fu proposto fummo subito interessati, anche perchè stavamo traslocando proprio in quel periodo la nostra biblioteca ed abbiamo notato un costo davvero irrisorio per l’operazione, oserei dire quasi gratuito”.


Cosa accadde, dunque?


“Indiscretamente e casualmente, il sindaco ed il nuovo parroco del paese, don Enzo Marchetti, giovane Giudice di Sacra Rota, hanno scambiato qualche commento sui testi inerenti il revisionismo storico che avevamo in dotazione e pare che don Marchetti non li abbia graditi granchè. Susseguentemente, mentre stavamo osservando l’operato degli addetti del Sistema Bibliotecario, abbiamo notato che proprio quei testi, di autori come Julius Evola, Renato Galli, Giovannino Guareschi ed altri ancora, non fossero presenti sugli scaffali. Attivatomi per una piccola indagine interna, scopro in seguito un cartone molto corposo, messo in disparte fra gli angoli bui della struttura che accoglie la biblioteca, scatolone al cui interno giacevano quei libri”.


Che fare, allora?


Semplice: abbiamo chiamato il responsabile che sta curando la catalogazione ed esposizione dei testi, Gennaro Guarino, ed abbiamo immediatamente chiarito la questione, senza alcuna sbavatura o fraintendimento. Tutti i testi che vengono loro inviati da parte dell’assessorato vanno catalogati ed esposti per i fruitori. Comunque sia, Guarino ha tenuto a precisare che i libri erano solo stati accantonati in attesa di sistemazione nell’immediato futuro”.


La cosa più importante, a conclusione del fatto, è quindi un’altra:


“La mia soddisfazione maggiore – conclude Ellena – e con me anche del sindaco, è che la biblioteca godrà di tre ulteriori scaffali per gli utenti, intitolati ‘Revisionismo’, Autori Locali’ e ‘Storia e Tradizione del Piemonte’. Questo, a nostro avviso, è offrire cultura: aprire le porte a tutti i temi, senza filtri o selezioni”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it