VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 28 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




23/09/2009 - Borgosesia - Enti Locali

AIUTI ALLE FAMIGLIE DI NEONATI - La minoranza in Consiglio Comunale propone di sostenere economicamente i genitori di bimbi sotto l’anno di età che non frequentano gli asili nido







AIUTI ALLE FAMIGLIE DI NEONATI - La minoranza in Consiglio Comunale propone di sostenere economicamente i genitori di bimbi sotto l’anno di età che non frequentano gli asili nido
Sandro Delmastro

Qualificare la città sotto il profilo sociale, ponendo il nucleo familiare al centro dell’attenzione e istituendo un servizio che si rivolga ai genitori che ritengono, per scelta educativa, di tenere a casa il proprio figlio fino al compimento dell’anno di vita, scegliendo di non iscriverlo al nido d’infanzia.



Questo il suggerimento dei consiglieri di opposizione Sandro Delmastro e Maria Berbardetta Maggioni al sindaco di Borgosesia, Alice Freschi.


Il servizio si rivolgerebbe, in modo specifico, alle madri ed ai padri entrambi lavoratori che eventualmente si avvalessero, entro il primo anno di età del figlio del congedo parentale così come previsto dalla legge, residenti nel comune di Borgosesia, che presentino domanda entro i primi tre mesi di vita del loro bambino e che abbiano un indicatore I.s.e.e.. non superiore o pari ad 21mila euro.


L’intervento del servizio, già in atto presso altri comuni, dovrebbe prevedere la possibilità di usufruire di un contributo integrativo delle stipendio per madri e padri interessati a fruire dell’astensione facoltativa dal lavoro. Il contributo sarebbe concesso in modo forfettario in aggiunta ai mesi di aspettativa obbligatoria e facoltativa, da fruire dopo l’astensione obbligatoria post-partum ed entro il primo anno di vita del bambino.


L’integrazione forfettaria dello stipendio dovrebbe essere di almeno 1.800 euro per un periodo di aspettativa facoltativa minimo di 6 mesi per i lavoratori dipendenti e minimo per tre mesi per tutti gli altri lavoratori. Tale cifra dovrebbe inoltre innalzarsi fino a 2.500 euro per i bambini in situazioni di handicap, o in un nucleo familiare mono-genitoriale, o in presenza di parti gemellari.


Secondo i due rappresentanti comunali, l’iniziativa costituirebbe per il Comune di Borgosesia un grande passo in avanti sulla strada di una compiuta socialità ed avvierebbe una forma di tutela del nucleo familiare particolarmente significativa sul piano politico.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it