ValsesiaOggi.it
Il primo portale quotidiano di Valsesia e Valsessera
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 1 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




27/07/2009 - Borgomanero e dintorni - Cronaca

AGENTE DELLA POLSTRADA DI BORGOMANERO SALVA PERICOLANTE NEL LAGO MAGGIORE - Un ragazzo brasiliano si era buttato senza sapere nuotare, convinto che si toccasse







AGENTE DELLA POLSTRADA DI BORGOMANERO SALVA PERICOLANTE NEL LAGO MAGGIORE - Un ragazzo brasiliano si era buttato senza sapere nuotare, convinto che si toccasse
Le Rocchette

Si dice: tutto è bene quel che finisce bene. E’ stato proprio questo il pensiero di tutti coloro che hanno assistito nella giornata di ieri a quell’episodio che poteva finire in tragedia quando un agente della polizia stradale di Borgomanero ha salvato un turista brasiliano che stava per annegare nel lago Maggiore. Autore del coraggioso gesto è il sovrintendente Salvatore Giordano, 40 anni, che da quindici anni opera nel distaccamento di polizia stradale di Borgomanero.



Giordano aveva portato i figli ad Arona a fare il bagno: i bambini si sono diretti verso la zona del pontile per entrare in acqua, mentre l’agente è rimasto ad osservarli sulla spiaggia. Nei pressi del pontile, una zona dove il lago scende subito, a diversi metri di profondità, c’erano in quel momento numerosi giovani: uno dei divertimenti preferiti dei ragazzi che frequentano le Rocchette è cimentarsi in un tuffo dall’estremità del pontile.


Tra i giovani che si trovavano sul pontile anche due turisti brasiliani, uno di 14 e l’altro di 20 anni. I due si erano appena tuffati e sembrava stessero giocando fra loro: «Ho notato che il più giovane aveva iniziato ad agitarsi - racconta Giordano - ma in un primo momento ho pensato che si stessero solo divertendo. Continuando ad osservare però poi mi sono accorto che i suoi gesti erano sempre più nervosi, secchi, ed infine ho visto che la testa è finita sott’acqua e sporgeva solo un braccio. A quel punto ho capito che stava capitando qualcosa di molto serio, così sono corso in acqua».


Il poliziotto ha raggiunto il giovane turista con una ventina di bracciate ed ha fatto a tempo a portarlo a riva e rianimarlo: «Per fortuna nel giro di un paio di minuti si è ripreso: non sapeva nuotare ed era convinto che in quel tratto di lago si toccasse, così si è buttato».


Giordano ed il turista brasiliano sono stati raggiunti dagli altri bagnanti e dai volontari degli «Amici del lago».


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it