VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 30 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




02/07/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

PRIMO CONSIGLIO COMUNALE: ANDREA CORSARO HA STUDIATO I FASCICOLI - Presto un esame corale dei problemi ereditati: Coperchio al Centro Nuoto e Aprc - Paolo Campominosi: capaci di una riconciliazione sincera

Gian Carlo Locarni Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Cannata Vice - Il tandem concorrente di Cressano e Perfumo buca una ruota alla partenza -






PRIMO CONSIGLIO COMUNALE: ANDREA CORSARO HA STUDIATO I FASCICOLI - Presto un esame corale dei problemi ereditati: Coperchio al Centro Nuoto e Aprc - Paolo Campominosi: capaci di una riconciliazione sincera

Verificherò la possibilità di analizzare insieme le scottanti questioni decise negli ultimi giorni dalla passata Amministrazione.


Mi riferisco alla piscina coperta ed alla destinazione dell’area dell’Area Industriale. Questioni che mi piacerebbe esaminare coralmente, se ciò fosse ancora possibile”.


Primo Consiglio Comunale from Guido Gabotto on Vimeo.

 

Prudente quanto chiarissimo, il Sindaco Andrea Corsaro non delude le attese di quanti si attendevano parole chiare a proposito dei due fatti compiuti che la Giunta precedente ha lasciato in eredità.

 

Prudente, perché è chiaro che, avere voluto ad ogni costo perfezionare contratti o preliminari con soggetti imprenditoriali che certo non sono disposti a fare sconti a nessuno, mette ora il Comune in ginocchio.

 

Ma è assai probabile che, in un realistico esame della situazione presente e, soprattutto, futura, anche il problema di eventuali penali possa essere metabolizzato, se propedeutico a soluzioni più ragionevoli e razionali e, soprattutto, vagliate in tutti i loro riscontri economici e antieconomici.

 

Sono, in ogni caso, appunto cose che richiedono un esame “corale”, cioè l’esatto contrario di quanto avvenuto fino a ieri.


Non dimentichiamo che si è assistito ad una duplice aberrazione.

 

Il “Coperchio – Guscio” al Centro Nuoto è stato bocciato da una Mozione presentata a gennaio dalla maggioranza assoluta dei Consiglieri Comunali.

 

Ma la Giunta precedente ha tirato diritto ed il Dirigente Pino Scaramozzino ha firmato il contratto con la De Vivo – Nuovo Civ ai primi di maggio, per aprire il cantiere di Via Baratto addirittura il 13 maggio, 13 giorni prima del voto.

 

Con il risultato di mettere De Vivo e Nuovo Civ del Geom. Bertolone dei Cappuccini con il coltello dalla parte del manico, ove il Comune intendesse recedere da una scelta scellerata come quella di avere due vasche coperte da 25 metri.

 

Distanti forse cinque metri l’una dall’altra, ma con la duplicazione di tutto: due centrali termiche, due blocchi filtranti, due unità di trattamento aria.

 

Poi – evidentemente – due blocchi spogliatoi e servizi.

 

Insomma, invece di una vasca da 50 metri, due vasche da 25.

 

Solo a Vercelli.

 

Ora la questione si presenta finalmente al cospetto di un’Aula dove c’è una maggioranza che la può risolvere anche se – come il Primo Cittadino conferma – il problema è “scottante”.

 

Perché rimediare è sempre difficile.

 

Il video con l’intervento di Andrea Corsaro è eloquente.

 

***

 

L’altro argomento richiamato è quello – più volte trattato – del compromesso firmato l’8 aprile con la Società Aprc di Lione, di cui è Legale Rappresentante Karim Abdellaoui.

 

Qui la seconda aberrazione: il giorno 9 aprile (quello dopo la firma) ben 18 Consiglieri Comunali (la maggioranza trasversale) chiedono una riunione di Consiglio per discutere cosa esattamente voglia fare la Aprc e questa riunione viene negata, con la puerile ragione che si starebbe avvicinando il periodo in cui il Consiglio può trattare solo dell’ordinario.

 

Acqua, comunque, passata.

 

***

 

Non ci tratteniamo ora sull’argomento, poiché sarà oggetto di altro servizio, tra poche ore.

 

Però anche in questo caso bisogna fare i conti con vincoli contrattuali perfezionati in limine mortis dalla Giunta precedente, l’8 aprile scorso, due mesi prima del ballottaggio.

In realtà, in questo caso, trattandosi solo di un preliminare, i problemi forse – diciamo forse, perché devono parlare gli Avvocati – potrebbero essere minori.

 

E, soprattutto, se sono vere (come fino ad ora sono state) le informazioni che giungono da Fonti attendibili in Francia, il problema potrebbe anche risolversi da solo.

 

E non è detto che iniziative volte a fare rientrare il Comune nella disponibilità del sito, potrebbero essere accolte come liberatorie dalla stessa Controparte.

 

***

 

Dopo l’introduzione del Sindaco si passa alla trattazione dei successivi punti dell’Ordine del Giorno.

 

Prima di tutto, l’elezione del Presidente e Vice Presidente del Consiglio Comunale.

 

Senza sorprese, con i 20 voti della maggioranza (assente perché all’Estero Stefano Pasquino) l’elezione di Gian Carlo Locarni (Lega) alla Presidenza dell’Aula, con Giuseppe Cannata (Fratelli d’Italia) Vice.

 

Tra le Opposizioni, la macchinetta messa in moto dagli amici di sempre, Alberto Perfumo e Michele Cressano, per proporre un ticket di bandiera, buca una ruota ancor prima di partire.

 

Sulla carta, il ticket (Cressano candidato Presidente e Renata Torazzo Vice) potrebbe contare su otto voti.

 

Cinque del Pd, uno della lista civica di Maura Forte e, appunto, due dei SiAmo.

 

Ma ne totalizza soltanto sette, in seconda votazione.

 

Altri gruppi di Opposizione votano scheda bianca, non riconoscendosi, ovviamente, né nella proposta della maggioranza, né nel tandem Cressano – Perfumo.

 

***

 

A nome dei tre Consiglieri eletti nelle liste che hanno sostenuto il candidato Sindaco Roberto Scheda, interviene il Capogruppo Paolo Campominosi, anzitutto per ringraziare proprio Scheda dell’impegno profuso per assicurare in Consiglio Comunale una presenza autenticamente civica:

 

Si dice spesso che la gratitudine sia il sentimento della vigilia” esordisce Campominosi.

 

Per continuare:

 

Desidero che anche oggi e anche così, di fronte a voi tutti ed alla città, Roberto sappia, invece,  che, per quanto ci riguarda, la gratitudine non sarà il sentimento della vigilia, ma il sentimento del presente e del futuro”.

 

Il Capogruppo ha poi proseguito con l’invito a… voltare pagina, anche per evocare un nuovo senso di responsabilità e nuovi stili, più responsabili, dell’agire politico:

 

Credo ci sia un sentimento largamente condiviso tra la gente, a Vercelli: c’è bisogno di segni concreti, di momenti veri di riconciliazione autentica, sincera, offerta come il dono della nostra umiltà”.

 

***

 

Alla prossima riunione la discussione del programma.

 

Ora vi lasciamo con il video e la gallery.



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it