VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 30 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




08/04/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI - “Attention karim et farouk vient lundi matin” - Nel crepuscolo dell'Amministrazione Forte e del cuoco mancato Lombardi se ne va un altro pezzo di città - Barricati nel Palazzo, a confezionare le ultime operazioni

Sabato la nostra Fonte francese era già sicura che stamane, Karim Abdellaoui e Farouk Ben Zegueba sarebbero arrivati in città per la firma del “compromesso”






VERCELLI - “Attention karim et farouk vient lundi matin” - Nel crepuscolo dell'Amministrazione Forte e del cuoco mancato Lombardi se ne va un altro pezzo di città - Barricati nel Palazzo, a confezionare le ultime operazioni

“Attention karim et farouk vient lundi matin”.

***

Sabato la nostra Fonte francese era già sicura che stamane, Karim Abdellaoui e Farouk Ben Zegueba sarebbero arrivati in città per la firma del “compromesso” con cui la Giunta di Maura Forte concederà altri mesi di tempo prima di cedere definitivamente i terreni in Area Pip Roggia Molinara alla Aprc Sousa di Lione.

La stessa Fonte dice, quasi divertita che non esisterebbe nessun Fondo Americano; ma questo lo lasciamo – per ora – agli dei: però sarebbe bello sapere, invece, magari già oggi, il nome di questo Fondo.

***

Il tempo stringe, anche perché entro fine aprile bisogna portare in Consiglio Comunale il Bilancio Consuntivo 2018.

E, se non fosse approvato, di nuovo la Giunta cadrebbe, un po’ come Dorando Petri.

Sul Bilancio, altro articolo in giornata.

Perché c’è in giro qualche disperato che è convinto di traccheggiare e non rispettare il termine di Legge, del 30 aprile.

Perciò occorre mettere tutti di fronte al fatto compiuto.

***

Hanno buttato fuori due aziende note, sane e serie come la Alsco di Lodi, la ARaymond di Carisio che hanno in proprio tutti i soldi e subito per l’investimento.

Offrono lavoro sicuro con i Contratti Nazionali dell’Industria.

***

E’ stata la scelta di un’Amministrazione che ormai sa bene di essere minoranza: minoranza in Consiglio Comunale.

Minoranza nella società civile.

Minoranza se si confronta con i mondi vitali, i Corpi Intermedi, i “portatori di interessi” trasparenti e sani come le Associazioni di Categoria.

Non parliamo poi se il confronto è tra gli otto candidati Sindaco di Vercelli: a parte Maura Forte non ce n’è uno che sia d’accordo sull’operazione Aprc.

Per molti buoni motivi.

Ma soprattutto – dicono ora le Opposizioni che stanno chiedendo la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario – per tutelare il Comune di Vercelli.

Perché la Aprc per ora (sono informazioni rese ufficialmente dal Dirigente Responsable - sono modi di dire - del procedimento, Pino Scaramozzino) non può esibire l’impegno di nessun Fondo di Investimento Immobiliare americano, né di qualsiasi altra parte del Mondo.

Perché la Aprc - che la disperata Propaganda di Palazzo Civico ha strombazzato come Colosso dell’intermediazione, che porta Colossi della logistica – è stata sincera.

Non ha mai detto, nemmeno per un minuto, di mettere un euro proprio nell’operazione.

***

I soldi per costruire i capannoni li aspetta dal Fondo Americano.

Olè.

Chi assicura il Comune che ci sia un Fondo Americano che metterà i soldi?

Karim Abdellaoui.

Poi, forse, anche Pier Teresio Turino, il Vice Sindaco di Murisengo, l’uomo (sono modi di dire) che ormai è entrato in rapporti di confidenza con il Legale Rappresentante dell’Ente Locale con cui Aprc stamane dovrà firmare.

Insomma, a parte la parola di Karim, Farouk Ben Zegueba e, forse, di Pier Teresio, il Comune di Vercelli non ha uno straccio di niente in mano per tenere fermi altri mesi i terreni che invece avrebbero voluto con interesse fattivo, trasparente e concreto due Imprese italiane nota, sane e serie, pronte ad investire.

Subito.

Presentandosi con nome, cognome e indirizzo.

Dicendo cosa vogliono fare in quel terreno.

***

Perché, poi, c’è anche il gioco a rimpiattino che è ormai diventato il vezzo di questo inquietante crepuscolo palatino.

Tutto un vedo e non vedo.

Come una macabra danza dei sette veli.

Karim e Soci non dicono quali saranno le Imprese che verranno ad utilizzare i capannoni che loro metteranno a disposizione se e quando il Fondo Americano avrà sposato la causa ed assicurato la copertura economica all’investimento.

Quindi il Colosso dei Colossi per ora non fa vedere le carte.

Che forse non ha.

Perché non si capisce quale Impresa potrebbe essersi impegnata a localizzarsi a Vercelli, in un terreno che per ora resta del Comune, dove per ora non si costruisce nulla semplicemente perché non c’è nessuno che metta i soldi.

Ma – è stata una domanda rivolta a Pino in Commissione dai Consiglieri – se Karim, alla fine, trovati i soldi, realizzati i capannoni, trovati i Clienti che a loro volta li comprano o affittano, dicesse che l’occupazione (800 posti di lavoro) è garantita da un’Industria che fabbrica mine antiuomo?

Sono paradossi, ovvio, ma Pino è formale: ce la teniamo.

Paradossi che aiutano a vedere quanto sia buio il buio che sta di fronte a Vercelli ed ai vercellesi.

***

Barricati nel Palazzo a confezionare le ultime operazioni.

***

Perché il problema, la cosa inaccettabile, la violenza perpetrata nei confronti di Vercelli, è che questi hanno messo in mano il futuro della città, gli ultimi 400 mila metri quadri di terreno urbanizzato stando sulla parola di Aprc e del suo Manager, Karim Abdellaoui.

E se anche Karim Abdelloauoi fosse (e non lo è) la reincarnazione di San Domenico Savio, resta il fatto che – eventualmente – sulla sua parola uno può gettare il dado e rischiare la roba propria.

Non la roba del Comune.

Né, soprattutto, quella dei nostri figli, le prime vittime di questa insensata operazione che rischia di compromettere il loro futuro lavorativo.

È un rischio inaccettabile, incompatibile con il modo di amministrare da “buon padre di famiglia” che significa, anche dal punto di vista del Diritto Amministrativo, tante cose.

***

Un’operazione insensata anche perché profondamente (e ulteriormente) divisiva della società civile vercellese.

La politica di Maura Forte divide di nuovo.

Se una cosa piace a Torino va bene anche se divide Vercelli.

Ha diviso con la cessione di Atena Asm ad Iren.

Ha rischiato di dividere con l’operazione letamaia di Iren a Vercelli di cui, purtroppo, riparleremo tra poche ore.

Ha diviso con il traccheggiare a proposito del ritorno (che, invece, deve essere senza “se” e senza “ma”) dell’acquedotto e della sua gestione al Comune, al Pubblico.

Anche se questo va contro la voglia di fare business di Iren.

***

Questa operazione ha rischiato di dividere anche importanti realtà associative degli Imprenditori.

Poi, per fortuna, tutti hanno capito che Fernando Lombardi parla per sé e, eventualmente, per Carlo Barbano.

Non coinvolge né determina l’orientamento di altri, se non quello di chi lo voglia eventualmente ascoltare e seguire, assiso in Sala Baiardi, ai tavolini di qualche bar, oppure ai tavoli della Locanda di Regìme.


O, chissà, un invito chez Bocuse.

Del resto, pare a proprio agio più assecondando la vocazione del commensale, non quella del cuoco.

***

Questa imbarazzante ed opaca vicenda prende le mosse nella tarda Primavera - Estate dell’anno scorso.

A Torino qualcuno presenta la Aprc.

E da quel momento non ce n’è più per nessuno.

***

I Lettori ricordano bene l’impegno del candidato Sindaco Maura Forte nel 2014; è nel programma elettorale depositato in Comune:

Occorre superare la mono vocazione logistica di Vercelli, puntando su uno sviluppo più articolato.

(…) –

In questi ultimi anni troppi commercianti ed artigiani non hanno superato l’onda d’urto della crisi e hanno abbassato la saracinesca”.

***

Pacta sunt servanda, Torino permettendo.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it