VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 29 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/03/2019 - Vercelli Città - Cronaca

VERCELLI, ECCO PERCHÈ TUTTO QUESTO SEGRETO PRIMA DI ASSEGNARE L'AREA INDUSTRIALE ALLA APRC DI KARIM E FAROUK - In esclusiva, la sentenza di condanna e la richiesta di revocare l'interdizione a lasciare l'Algeria

Ma all'inaugurazione della Mostra in S.Andrea sembravano pappa e ciccia con il Comune






VERCELLI, ECCO PERCHÈ TUTTO QUESTO SEGRETO PRIMA DI ASSEGNARE L'AREA INDUSTRIALE ALLA APRC DI KARIM E FAROUK - In esclusiva, la sentenza di condanna e la richiesta di revocare l'interdizione a lasciare l'Algeria

L’affare dei “lionesi” di Aprc a Vercelli si imbastisce nel 2018.

Perché, fino a fine 2017, Karim Abdellaoui, Legale Rappresentante della società, non poteva lasciare l’Algeria.

In questi articoli vedremo perché e, a partire dalla sentenza pubblicata dal Tribunale algerino il 19 marzo scorso, cercheremo di tracciare il profilo di un’operazione che, da subito, si è mostrata opaca ed inquietante, la “calata” della Società francese in Italia e poi a Vercelli.


Passando da Torino.

Si spiegano, probabilmente, soprattutto così le reali motivazioni che hanno indotto a coprire con il segreto più assoluto le fasi prodromiche dell’operazione.

***

Dal 25 febbraio 2019, VercelliOggi.it è destinatario di informazioni reputate anche da Tecnici del settore attendibili, sulle attività di Aprc, del suo Manager e, soprattutto di Farouk Ben Zegueba, l’uomo che ha “in mano” l’affare Vercelli.

Di lui si parlerà ancora e così sarà più comprensibile ai Lettori lo stupore di chi ha visto, lo scorso 23 marzo, Farouk seduto sul palco d’onore, nella Basilica di S.Andrea, tra i “benefattori” della città.

La Aprc, in Algeria non è ben vista come a Vercelli:

Così dice lo stesso Tribunale che commina a Karim Abdellaoui la condanna a 18 mesi di reclusione, oltre all’ammenda di 500.000 dinari.

Ma a Vercelli il Gruppo Aprc ha “donato” 25 mila euro per il trasporto della Magna Carta da Hereford e, allora, ecco guadagnato il palco d’onore.

***

A parte questi elementi di folcklore, che fanno il paio con la confidenza ormai acquisita di Aprc e dei suoi rappresentanti italiani con le Autorità locali, la storia va raccontata per quello che è.

***

Per dire subito alcune cose.

La prima: tutto ciò che VercelliOggi.it racconterà in questi servizi è riscontrato da documentazione scritta.

La seconda: le Fonti che hanno fornito le informazioni a VercelliOggi.it sono reputate non solo attendibili dal punto di vista dell’autenticità dei documenti forniti, ma (forse è ancora più importante) per il particolare che – ad esempio – la Sentenza pubblicata il 19 marzo in Algeria è arrivata a VercelliOggi.it già il successivo 20 marzo.

La terza: anche altri documenti forniti, come ad esempio la richiesta di mitigare il provvedimento interdittivo a lasciare l’Algeria, attestano che le Fonti sono in condizione di conoscere informazioni ed Atti di prima mano.

La quarta: parliamo di vari servizi che proporremo, perché la traduzione dall’arabo di oltre 30 pagine scritte in linguaggio tecnico giudiziario, è una cosa estremamente complessa.

Bisogna avvalersi di Interpreti professionali.

Quindi il lavoro è per capitoli.

***

Il contributo di 25 mila euro per la “logistica” della Magna Carta non può essere una cataratta che obnubila, rendendola opaca, la vista, tanto meno della Pubblica Amministrazione.

Non si possono chiudere gli occhi quando a questo genere di Imprenditori si danno terreni che sono il futuro professionale dei nostri figli.

E’ questo il problema.

***

Si parte sempre dai fatti.

Il fatto è che il Comune di Vercelli ha scelto di dare gli ultimi 380 mila metri quadri di terreno in area industriale a questi imprenditori.

Diranno coloro che vorranno dirlo, se fossero o no al corrente del dibattimento che si è concluso con questa sentenza e, soprattutto, della posizione giudiziaria, nei Paesi con i quali l’Italia intrattiene relazioni diplomatiche, sia della Società Aprc, sia dei suoi Rappresentanti.

È un dovere ineludibile della Pubblica Amministrazione che perviene a rapporti contrattuali con qualsiasi contraente.

Lo sanno bene tutti gli Imprenditori che devono sottoscrivere qualsiasi – anche minimo – contratto con qualsiasi Ente Pubblico.

***

Diranno, se vorranno, perché sono state mandate via due Imprese italiane note, sane e serie, come la Alsco di Lodi e la ARaymond di Carisio, che avrebbero voluto insediarsi in Area Pip, lasciandone liberi ancora più di 200 mila metri quadri per altri Investitori, per lasciare monopolizzare tutta l’area da Aprc.

***

E’ persino ovvio che non possiamo rivelare, elementi idonei ad identificare le Fonti.

Anche perché hanno paura.

Perché si debba avere paura a trasmettere ad un Organo di Informazione Atti pubblici autentici, è cosa che potrà giudicare il Lettore.

***

Dunque ora pubblichiamo in jpg i primi documenti.

In pdf, invece, l’integrale, ma in arabo, della sentenza, che sarà via via offerta, come detto, nella traduzione in italiano.

***

Sullo sfondo, una considerazione che forse vale la pena di incominciare a mettere all’Ordine del Giorno.

Non si può mancare di rilevare il rapporto difficile tra Karim e l’Algeria.

Né la giovane età del Manager (nato – come si legge – il 22 agosto 1979) e, quindi, porsi una domanda, non peregrina.

È possibile che la guida reale dell’Impresa, sia nelle sue mani?

O ( anche ) altri ne sono i riferimenti – per dir così – “strategici” ed “operativi”?

Soci in vario grado che potrebbero preferire stare un passo indietro rispetto alla ribalta?

Altri riferimenti che potrebbero essere rappresentati dall’uomo forte, Farouk, che ha presentato l’affare italiano e vercellese?

Chi sono i riferimenti del Fondo Immobiliare che – stando a quanto raccontano – sarebbe il finanziatore dell’investimento vercellese?

(1.continua)

 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it