VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 29 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/10/2017 - Vercelli Città - Economia

OLTRE AMAZON, ULTIMATUM DEL COMUNE AD AICOM: DICCI COSA VUOI FARE IN QUELL'AREA - Altri industriali interessati, con la mediazione ancora di Emanuela Fornaro - Ma i dubbi sul "dumping for jobs" restano tutti

La decisione al Consiglio Comunale






OLTRE AMAZON, ULTIMATUM DEL COMUNE AD AICOM: DICCI COSA VUOI FARE IN QUELL'AREA - Altri industriali interessati, con la mediazione ancora di Emanuela Fornaro - Ma i dubbi sul "dumping for jobs" restano tutti


( g. g. ) – Area Pip, oltre Amazon è tutto in movimento.

Per riassumere la situazione dei possibili insediamenti nei restanti 440 mila metri quadri non occupati da Amazon a Larizzate, ci permettiamo di rimandare alla lettura del nostro precedente articolo.

Leggi anche l'articolo precedente - 


***

La novità di oggi è che il Comune ha dato “gli otto giorni” a quelli di Aicom Engineering.

O, meglio, i quindici giorni.

Fuor di metafora: sappiamo che la società milanese ha protocollato a metà settembre una “manifestazione di interesse” sui 440 mila metri quadri restanti dell’area Pip a sud della Roggia Molinara, ormai nota come zona Amazon.

Oltre Amazon restano appunto 44 ettari di terreno da destinarsi ad insediamenti produttivi.

La Aicom direbbe qualcosa così assonante: guardate, Signori del Comune, io li “prenoto” per un anno al prezzo di 13,78 al metro quadro.

Entro questo periodo vi faccio sapere se viene qualche impresa industriale o no.

***

La proposta ha sempre presentato almeno due limiti.

Il primo è che – di nuovo – si tratta di un prezzo “sottocosto” perché il Comune di Vercelli quei terreni li ha pagati 14,78 euro al metro quadro all’Asl.

Perché questo sacrificio (che qui sarebbe di altri 440 mila euro)?

Perché – si dice – arrivano posti di lavoro e quindi il gioco vale la candela.

Ma, come abbiamo ormai più volte visto, ad esempio nel caso di Amazon non c’è la minima garanzia in ordine al fatto che il colosso di Seattle sia tenuto ad adempiere.

Perché quell’impegno l’ha preso la società immobiliare che con Amazon non è nemmeno parente e che ha acquistato i terreni e commissionato la realizzazione del maxicapannone.

Ha avuto un beneficio di 900 mila euro (4 euro per 237 mila metri quadri), altri 2 euro e rotti per metro quadro di sconto sugli oneri di urbanizzazione (elettrificazione) di cui si è fatta carico Atena.

Quindi per ora i 200 (se sono veri i dati comunicati) posti di lavoro sono costati 7 mila euro ciascuno.

E quindi si può tranquillamente dire che l’immobiliarista portato dall’Arch. Emanuela Fornaro ( che sarebbe di nuovo in azione, come vedremo poco oltre ) il suo bel tornaconto l’abbia già avuto.

Che poi sia così pacifico che il Comune possa vendere sottocosto – ed a questi livelli – i terreni è tutto da dimostrare, ma – come si dice, “viderint Consules”.

***

E’  chiaro che con il precedente di una “polpa” del genere siano in molti a farsi due conti.

E così possono avere pensato anche quelli di Milano.

Che però – come si diceva – nei giorni scorsi si sono ricevuti una bella lettera dal Comune, del seguente tenore: Signori della Aicom, a noi non sta bene che teniate impegnata l’area per un anno per non si sa bene che cosa.

Diteci entro 15 giorni se avete possibilità concrete di fare arrivare aziende.

Vedremo come la Aicom risponderà.

Perché, come abbiamo visto nell’articolo precedente, di cui al link, di possibilità in effetti ce ne sono.

Sono almeno due le realtà produttive di cui si starebbero ( il condizionale è d’obbligo, ma le nostre Fonti sono sempre state attendibili ) occupando – dell’una – sempre l’Arch. Emanuela Fornaro e – dell’altra – il noto immobiliarista Ernesto Gasparro.

***

Tutt’altro paio di maniche, invece, la verifica della possibilità di rieditare il sistema “dumping for jobs”, cioè vendita sottocosto in cambio di occupazione.

Si tratterebbe di una decisione rimessa anche questa volta, come ad aprile 2016, alla decisione del Consiglio Comunale.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it