VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 December 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
19/05/2015 - Trinese - Cultura e Spettacoli

CAMINO NON DIMENTICA IL GRANDE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO - Pittore estroso e geniale, fascinoso cultore dell’immagine e dell’immaginifico - Aperta la Casa Museo che lo consegna alla posterità

Fu amico fraterno del compianto ed indimenticabile Amedeo Corio


CAMINO NON DIMENTICA IL GRANDE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO - Pittore estroso e geniale, fascinoso cultore dell’immagine e dell’immaginifico - Aperta la Casa Museo che lo consegna alla posterità
Esterno Casa Museo

(g.bar.) - Evocazione, fascino, creatività di un grande artista come Enrico Colombotto Rosso, faranno da cornice per tutta la primavera inoltrata, l’estate e parte del periodo autunnale a importanti esposizioni che vedono, come location, Camino nella stupenda Casa Museo gestita dalla Fondazione che prende il suo nome e Pontestura, dove l’artista ha lasciato più di 150 opere che formano una collezione unica nel suo genere, nel Deposito Museale dei locali del Comune.
Nato a Torino nel 1925, Enrico Colombotto Rosso fu considerato tra i maestri del Surfanta, un movimento artistico ispirato al Surrealismo e alla Fantasia.
Lasciò la città natale per trasferirsi a Camino all’inizio degli Anni Novanta perchè era rimasto affascinato da un suggestivo cascinale dove fin dall’ottocento si produceva vino, nella via dell’antico forno che si affaccia sullo splendido panorama della pianura vercellese coltivata a riso.
Dalla sua scomparsa avvenuta due anni fa, la Fondazione a lui intitolata e presieduta da Gaetano Giacomelli, ne mantiene viva la memoria custodendo i suoi straordinari tesori con l’integrale esposizione al pubblico di molteplici e importanti pezzi e arredi che furono compagni di vita dell’artista.
Lo stesso Colombotto Rosso aveva raccontato: “Qui c'è una vera ossessione per gli oggetti: forse dovrei farmi una casa diversa ma non ce la faccio… Questo posto è una difesa, credo: ma non tanto per il modo di vivere, quanto per il silenzio. Ti puoi concentrare, qui.” (da ‘’Vite in Mostra - Venti maestri piemontesi si raccontano” di Federico Faloppa, Giulio Bolaffi Editore, 2009).
Il Deposito Museale di Pontestura ospita intanto nei locali municipali la mostra dal titolo “Metamorfosi: il corpo e l’anima tra bene e male”.
Tra le tele esposte troviamo opere degli Anni 70-80, parte della collezione “rosso-sanguigna”, oli su cartoncino degli Anni Novanta e disegni a china più recenti. Notevole la scultura in bronzo del volto di Colombotto Rosso che Umberto Mastroianni realizzò nel 1955.
La Casa Museo di Camino e il Deposito Museale di Pontestura resteranno disponibili al pubblico ad ingresso libero il 7 giugno, il 5 luglio, il 2 agosto, il 6 settembre ed il 4 ottobre dalle ore 10 alle ore 12,30  e dalle ore 14,30 alle ore 18.
Per l’ultima delle date è previsto un concerto nella chiesa di Camino con il gruppo Madrigale.
Per informazioni tel. 349 - 3800014 (Camino) e 0142 - 466134 (Pontestura).
VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, 
illustrate
 cliccando questo link:
http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp
Commenta la notizia su
 https://www.facebook.com/groups/vercellioggi
TAGS:

Camino

Casale

Casa Museo

Enrico Colombotto Rosso

Gaetano Giacomelli

vercelli

guido gabotto

VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it