VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 22 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



10/03/2015 - Alessandria - Economia

TORINO - Il "caso Borsalino": anche le aziende di successo possono avere un crollo - Ne parliamo con Fabio Sanfilippo del "Parlamento virtuale"

Un analisi del giovane forzista piemontese sul caso che ha scosso tutti nei giorni scorsi.



TORINO - Il "caso Borsalino": anche le aziende di successo possono avere un crollo - Ne parliamo con Fabio Sanfilippo del "Parlamento virtuale"
Fabio Sanfilippo

(r.m.) - Ha destato sensazione la notizia che una delle aziende che sono davvero un fiore all'occhiello dell'Italia, Borsalino,  sia decisamente in crisi. Ne parliamo con Fabio Sanfilippo, piemontese, quale promotore di Giustizia e Difesa per le imprese nel Parlamento Virtuale.  Il futuro di una delle aziende più rinomate, simbolo per eccellenza del made in Italy nel mondo, ha davanti a sè un grande punto interrogativo. La famosa azienda di cappelli, di Alessandria,  da tempo vive una situazione difficile, a causa di una cattiva gestione. "Le ultime informazioni che pervengono - dice Sanfilippo -  mi riferiscono che il Cda della Borsalino sta valutando diverse ipotesi, per fare fronte alle difficoltà finanziarie e poter proseguire l'attività. Di fatto non sono al fallimento,  quanto in una fase di concordato preventivo. Le sorti della rinomata azienda, che conta 130 dipendenti, riconducono, in un certo senso, al nostro territorio piemontese. Pare, infatti, che l'origine dei problemi della Borsalino sia legata all'astigiano Marco Marenco, l'ultimo dei suoi azionisti di controllo e al centro della maggiore bancarotta italiana dopo quella della Parmalat, che da giugno è latitante all'estero". Fabio Sanfilippo spiega ancora: "Il legame con il nostro territorio risale ai primi anni Novanta, in termini però diversi, quando il cappellificio passò agli imprenditori astigiani Gallo -  Monticone. In particolare, Roberto Gallo lo gestì bene per una quindicina d'anni. Nata nel 1857, l'azienda è da sempre simbolo del made in Italy per esempio nel mondo del cinema, il Borsalino (cappello di feltro, incavato nella sua lunghezza a larghe falde, intramontabile dagli anni 40) è stato indossato in ogni contesto. Tanto per fare un esempio indimenticabile, Humphrey Bogart in Casablanca"

 Sanfilippo conclude con un auspicio: "Mi auguro che le nostre imprese possano quanto prima riprendersi le loro rivincite. Nell'ultimo triennio le banche hanno raddoppiato le sofferenze, anche per colpe della burocratica e macchinosa giustizia italiana, i recuperi del credito fermi da anni nelle aule, e nel frattempo lo Stato Italiano chiede ugualmente il versamento delle tasse sul non incassato. Nel mio impegno nel Parlamento virtuale mi batterò anche per questo".

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it