VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 January 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
06/09/2009 - Vercelli Città - Società e Costume

SINAGOGA - Un tesoro da riscoprire - La Giornata della Cultura ebraica dischiude il Sancta Sanctorum



SINAGOGA - Un tesoro da riscoprire - La Giornata della Cultura ebraica dischiude il Sancta Sanctorum
La Sinagoga di Vercelli

(Gian Luca Marino) – Oggi per la Comunità Ebraica ricorre la “Decima Giornata della Cultura Ebraica” e in occasione di tale evento la sinagoga di via Foa è stata aperta al pubblico che ha potuto accedervi accompagnato in interessanti ed istruttive visite guidate.



Quale migliore occasione dunque per visitare questo importante luogo di culto ebraico che durante il resto dell’anno rimane chiuso ma la cui imponente facciata esterna si può ammirare tutte le volte che ci si trova a passeggiare per il centro cittadino magari chiedendosi incuriositi cosa si trova al suo interno.


A guidarci all’interno della Sinagoga di Vercelli, una delle più grandi in Italia,è la giovane Lucia Ingemi, responsabile della didattica della comunità Ebraica vercellese. Una volta all’interno quello che più colpisce è la somiglianza con una tradizionale chiesa cristiana cattolica e, da un punto di vista strettamente estetico, la regolarità e la simmetria delle forme architettoniche e soprattutto il gioco di luci verdi, rosse e blu che si crea quando i raggi del sole, attraversando i magnifici vetri delle navate, proiettano il loro cromatismo sul pavimento e sui muri interni della costruzione.


La storia della attuale Sinagoga di Vercelli ha inizio nel 1874. Come spiega infatti Lucia Ingemi – La Sinagoga fu costruita tra il 1874 ed il 1878 su progetto dell’architetto Marco Treves. Chi si curò in pratica della realizzazione dei lavori fu Giuseppe Locarni che si avvalse della ditta edile Bona di Vercelli. Lo stile è moresco misto ad un romanico toscano questo perché l’architetto Treves lavorando a Firenze fu naturalmente influenzato dagli stili architettonici toscani tanto che il perimetro esterno della costruzione presenta i tipici motivi a barre bianchi e neri-.


Per meglio capire la realtà di adesso occorre fare un salto nella storia indietro nel tempo fino al 1723. Come illustra Lucia Ingemmi –In quell’anno si hanno le prime notizie del ghetto ebreo a Vercelli che si trovava nei pressi di corso Libertà tra via fratelli Ponti e Garrone. Gli ebrei non potevano edificare un loro luogo di culto e quindi la Sinagoga veniva fatta in casa di qualcuno. Le cose migliorarono un po’ quasi un secolo dopo con lo Statuto Albertino del 1848. Qualche decennio dopo il 1723 il ghetto si spostò poi in via Foa dove una iniziale sinagoga, dalle dimensioni abbastanza modeste di circa 150 metri quadri, fu costruita all’interno di una casa privata. L’attuale Sinagoga ha molto in comune con una chiesa cristiana cattolica perché esisteva questa tendenza ad assimilare questi due luoghi di culto-.


Entrando nella Sinagoga vercellese, si notano immediatamente le tre navate: una centrale con le file di banchi dove solo gli uomini si possono sedere e due laterali con il matroneo per le donne. – Anche qui- spiega Lucia Ingemi – è ben visibile un’assimilazione alle chiese perché un tempo i banchi delle sinagoghe erano disposti, per questioni didattiche, a forma di “U” come a scuola. Chi legga la Torah, il testo sacro degli ebrei, deve essere rivolto ad est quindi qui dentro chi legge deve voltare le spalle a chi è seduto perché l’abside è rivolta ad oriente. Anche il pulpito in legno che si vede sulla navata a sinistra è un richiamo alle chiese cattoliche-.


All’interno si respira un’ aria molto solenne e anche un qualcosa di misterioso ed esoterico nell’accezione positiva del termine. Il simbolismo è tenuto in alta considerazione nella tradizione ebraica. – Nell’architettura della sinagoga c’è un chiaro richiamo ai simboli dell’ebraismo- dice la Lucia Ingemi – Le navate laterali presentano sette arcate che scandiscono gli spazi tra le stesse e sulle arcate superiori adibite a matronei, ci sono dieci Menorah (i candelabri a sette braccia) perché ci voleva un minimo di dieci uomini per la lettura della Torah del sabato. In realtà i Menorah qui presenti sono otto perché due sono stati vandalizzati nel 1942 come l’organo presente ma non visibile sopra l’ingresso-.


Molto affascinante l’abside nella quale si trova una rappresentazione lignea delle “Tavole del Patto” che rappresentano i Dieci Comandamenti e dove si trova, custodito all’interno di un armadio il libro della Torah. – Particolari proprio nell’abside vicino all’armadio che custodisce la Torah sono due lampade recentemente restaurate composte da ottanta luci per lampada- spiega la signorina Ingemmi – e pregevole è la porta dell’armadio della Torah, (l’armadio prende il nome in ebraico di Torah Aron Ha Kadesh) costituita da otto formelle con le otto rappresentazioni consentite nella cultura ebraica modellate in bronzo dorato.


Sulla navata di sinistra, è ancora presente un armadio del 1740 in legno che conteneva la Torah (e che deve essere restaurato).


I magnifici riflessi di luce verde che si stagliano sui muri interni e sul pavimento a seconda della posizione del sole sono dovuti ad un altro tesoro della Sinagoga che sono le vetrate realizzate da Carlo Costa in vetro soffiato su bronzo e restaurate nel 2004 dalla ditta Bona.


Inoltre in una stanza al primo piano, appena dietro alla navata di destra, è stata ricavata un’aula didattica con una teca in legno che contiene alcuni cimeli della tradizione ebraica vercellese come una medaglia coniata proprio in occasione dell’edificazione del luogo di culto.


La Sinagoga di Vercelli è pronta per il culto ma dagli anni Settanta dello scorso secolo la stessa è chiusa al culto perché mancano i dieci uomini per la lettura della Torah.


 

La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
La Giornata della Cultura Ebraica ha consentito di visitare la Sinagoga di Vercelli, prezioso esempio di architettura e arte israelitica
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it