VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




03/04/2014 - Vercelli - Cronaca

"AFFAIRE PROVINCIA" - A casa Tarditi aprivo il frigorifero - Così Alberto Cortopassi, leader (pronuncia: lider) di Forza Italia, esemplifica i rapporti confidenziali con l’imprenditore valsesiano - Amico anche, ma meno, di Bertini

IL Presidente del Tribunale all’imputato Cortopassi: "LEI CHE LAVORO FA? "Passa qualche secondo prima che il leader chiarisca: "HO SEMPRE FATTO POLITICA A TEMPO PIENO"






"AFFAIRE PROVINCIA" - A casa Tarditi aprivo il frigorifero - Così Alberto Cortopassi, leader (pronuncia: lider) di Forza Italia, esemplifica i rapporti confidenziali con l’imprenditore valsesiano - Amico anche, ma meno, di Bertini
Il Prof. Guido Gabosio al termine della deposizione ieri in Tribunale a Vercelli

A casa Tarditi “aprivo il frigorifero”.



Così Alberto Cortopassi, garbatamente interrogato dal proprio difensore condensa i rapporti di grande confidenza ed amicizia intrattenuti da anni con la famiglia di imprenditori valsesiani.


La sorella Laura ha sposato (1994) un suo compagno di banco al Liceo. Da allora l’amicizia è cresciuta.


Meno stretti quelli con Bertini “è di Alagna”. Ad Alagna hanno delle proprietà i fratelli La Russa. Che lui di tanto in tanto andava a trovare sicchè era normale che vi incontrasse anche l’imprenditore.


Quindi – è la tesi di Cortopassi, ascoltato ieri nell’ambito del processo “affaire Provincia” nel quale è imputato per concussione insieme all’allora Assessore provinciale ai Lavori Pubblici Francesco Zanotti, ora Capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale a Vercelli -


Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=VERCELLI_-_&id=55575&id_localita=49


era normale che, a titolo di amicizia, gli imprenditori intervenissero devolvendo contributi in occasione della campagna elettorale.


Ma la coperta era corta e così Cortopassi doveva intervenire, anche via sms, per intimare “vietato contattare” (è la registrazione del messaggino acquisita dagli Inquirenti) a Renzo Masoero di non tendere la mano alle stesse persone:”Non posso aiutarti, i miei rubinetti devo tenermeli”.


Un cruccio, quello del rapporto con Masoero, che a volte trovava sfogo in telefonate (acquisite dalla Procura) con il suo “collaboratore” Iuri Toniazzo, all’epoca Capo di gabinetto del Presidente della Provincia:”La cosa che deve fare è ficcarsi nel culo queste auto blu”.


A suo modo Cortopassi, leader (pronuncia: lider) allora del Pdl, oggi di Forza Italia, si preoccupava anche di suggerire moderazione nell’uso dell’auto di servizio. C’è un problema di immagine già allora (2010) emergente.


Insomma, nessuna richiesta di denaro agli imprenditori valsesiani, che ne davano, sì (questo è assodato e riconosciuto) ma a titolo di liberalità


Mai in cambio di prestazioni, tantomeno illegittime, né a seguito di richieste.


E’ sempre Cortopassi che deve, nel corso di una telefonata, spiegare come vadano queste cose a Renzo Masoero, candidato al Consiglio regionale e preoccupato di finanziare la propria campagna elettorale:”Se vogliono darteli, te li danno a prescindere”.


Le domande del difensore sono un invito all’esposizione fluente del leader. Che tradisce qualche incertezza, solo quando, a conclusione dell’interrogatorio, il Presidente del Tribunale (Antonio Marozzo; a latere Arianna Pisano e Fabrizio Laguzzi) domanda all’imputato: "LEI CHE LAVORO FA ?"


Passa qualche secondo prima che il leader chiarisca: "HO SEMPRE FATTO POLITICA A TEMPO PIENO".


La mattina di ieri (prossima udienza il 16 aprile 2014) è dedicata anche alla deposizione del perito di parte della difesa, Prof. Guido Gabosio, un noto tecnico in materia di gare d’appalto.


Ammette – a domanda del Pubblico Ministero (Davide Pretti) – che il numero massimo dei componenti delle commissioni giudicatrici delle gare d’appalto debba essere (secondo la norma e la giurisprudenza) di cinque componenti.


Poi, con una esposizione articolata e documentata, spiega come, a suo modo di vedere, debbano intendersi sostanzialmente regolari le procedure di gara seguite dalla Amministrazione Provinciale di Vercelli per gli appalti oggetto della inchiesta.


***


Se ti piace VercelliOggi.it seguici anche su Facebook.


Clicca “mi piace” sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori: https://www.facebook.com/vercellioggi . Dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.


Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, religione, tempo libero, politica.


Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/


Ti aspettiamo e ricorda:


“mi piace” su            https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


Amicizia su               https://www.facebook.com/vercellioggi


Gruppo aperto su     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ .


***


 

abortion pills buy cytotec for 24 week abortion on line abortion pill

i need to buy the abortion pill local abortion clinics where to buy abortion pills online

online purchase abortion pill http://sarapuzmani.com/page/how-does-an-abortion-work.aspx cytotec abortion

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it