VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
23/10/2010 - Regione Piemonte - Pagine di Fede

SUOR ALFONSA CLERICI E’ BEATA - La Religiosa del Preziosissimo Sangue agli onori degli Altari

Duomo gremito questa mattina a Vercelli per la celebrazione presieduta da Mons Angelo Amato


SUOR ALFONSA CLERICI E’ BEATA - La Religiosa del Preziosissimo Sangue agli onori degli Altari
La raffigurazione di Suor Alfonsa esposta durante la celebrazione

(Luciano Pavan) – Circa 3000 fedeli, di cui un migliaio hanno trovato posto all'esterno, sul sagrato della Chiesa Cattedrale di Vercelli, hanno partecipato alla Liturgia nel corso della quale è stata proclamata Beata Suor Alfonsa Clerici, religiosa del Preziosissimo Sangue.   La santa Messa è stata celebrata questa mattina, sabato 23 ottobre 2010, presso il Duomo di Vercelli. Ha presenziato la celebrazione Monsignor Angelo Amato, Pro-Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi e inviato a Vercelli dal Papa Benedetto XVI. Tra i presenti spicca una nutrita rappresentanza di persone giunte dal Kenya e dal Brasile, due nazioni in cui sono operano le Suore del Preziosissimo Sangue.



Suor Alfonsa Clerici nasce a Lainate (Mi) il 14 febbraio 1860 e viene battezzata il giorno seguente. Completata con ottimi risultati la prima istruzione, nel 1875 Alfonsa è iscritta nella “Scuola normale per la formazione delle mastre elementari” presso le Suore del Preziosissimo Sangue a Monza. Nel 1879 ottiene il diploma e per 4 anni insegna nella scuola municipale di Lainate. Il 15 agosto 1883 lascia definitivamente Lainate per trasferirsi presso le Preziosine (altro termine usato per indicare l’ordine delle Suore del Preziosissimo Sangue).


Arriva a Vercelli il 20 novembre 1911 insieme ad altre due consorelle e ci rimane fino al 1930, anno della sua morte. Il suo impegno educativo non era un semplice e “pietoso” aiuto ai giovani ospiti del collegio ma era basato su una continua opera di formazione e di aiuto tenendo sempre come obiettivo quello dell’educazione dei giovani. Gli anni di Vercelli sono dominati da una forte ed esigente pedagogia divina alla quale Suor Alfonsa si abbandona. Proprio nella preghiera riesce a trovare la grazia e la forza per proseguire la sua missione in una situazione poco gratificante e ricca di difficoltà.


Suor Alfonsa muore alle ore 13.30 del 14 gennaio 1930, colpita da un’emorragia cerebrale. Due giorni più tardi vennero celebrati i funerali nel Duomo di Vercelli; la sua morte fu sentita come un lutto cittadino e molti presenti alle esequie gridavano: «È morta una santa!».


Nel 2003 il suo “Cuore di Madre” ebbe un effetto in una coppia toscana: il marito subì alcuni infarti ed il paziente giunse in fin di vita all’Istituto di Fisiologia di Pisa. I medici non diedero alla moglie grandi speranze ma lei si ricordò di avere nel portafoglio un’immagine di Suor Alfonsa. Cominciò a pregare ad alla fine il marito si salvò. Il medico che aveva sotto osservazione il marito disse che il merito della guarigione non era suo ma che si è trattato di un vero e proprio miracolo in quanto la ripresa del paziente dopo un arresto cardiorespiratorio di oltre un’ora e mezza era scientificamente inspiegabile. Ciò ottenne il desiderato miracolo che permise la Beatificazione di Suor Alfonsa, con la gioia di tutti suoi devoti.


Domani, sempre in Duomo, si terrà una Solenne Messa di Ringraziamento.


 

Monsignor Angelo Amato
Monsignor Angelo Amato
Un momento della celebrazione
Un momento della celebrazione
La folla all'esterno del Duomo
La folla all'esterno del Duomo
Angelo Amato e Don Stefano
Angelo Amato e Don Stefano
Un momento della Beatificazione
Un momento della Beatificazione
Le suore brasiliane
Le suore brasiliane
Alcuni vescovi presenti alla celebrazione
Alcuni vescovi presenti alla celebrazione
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it